Salute 21 aprile 2015

Ti visito (e ti curo) con la “medicina telematica”

Al V Congresso sulla sanità elettronica il segretario Sit, Giancarmine Russo: “Cure più efficaci, sicure e appropriate”

Immagine articolo

La medicina si sposa con la tecnologia, in un connubio che sempre più supporterà la ricerca e l’innovazione scientifica.

Sul tema della sanità elettronica si è infatti incentrato il 5° congresso Sit, la società italiana di telemedicina, tenutosi nei giorni scorsi a Roma. Un’occasione di confronto tra i maggiori esperti sul campo e che ha permesso di gettare le basi per una “e-Health orientata all’uomo”. Sanità Informazione ha intervistato il segretario generale della Sit Giancarmine Russo.

«Il congresso ha rappresentato un momento di incontro e di riferimento per la comunità scientifica, a sottolineare la trasversalità di questa branca della scienza. Dobbiamo tener presente – aggiunge il segretario – che abbiamo a che fare con dati sensibili riguardanti la nostra salute, e che quindi impongono particolare cautela nel loro trattamento». Parliamo, tra l’altro, di una branca che, come sottolinea Russo, gli addetti ai lavori non amano definire “telemedicina”, termine che rischierebbe di apparire riduttivo, oltre che fuorviante.

«In questa 3 giorni che ha ospitato relatori provenienti da tutto il mondo – continua Russo – abbiamo declinato quella che noi preferiamo definire “medicina e chirurgia telematica”: un’espressione che mira ad evidenziare come le basi fondanti restino quelle della medicina e chirurgia tradizionale, a cui si aggiunge il quid di esplicitarsi attraverso modalità telematiche». Una serie di vantaggi che ha come punto cardine il cittadino, il paziente. «Grazie alle nuove tecnologie è possibile ottenere maggior efficacia, efficienza, sicurezza ed appropriatezza delle cure, oltre ad un considerevole risparmio di spesa. E si tratta – conclude il segretario Sit – di una medicina non solo del futuro, ma già presente, e che si avvale dell’innovazione non fine a se stessa, bensì applicata al benessere dell’individuo».

Articoli correlati
Bambini disabili: lo sport giusto fa bene. Ma lo deve prescrivere il medico: dal tennis al nuoto, ecco i consigli
L’attività fisica è un elemento fondamentale nella crescita ed evoluzione psicofisica dei giovani. Bambini e adolescenti affetti da malattie croniche e disabilità non devono fare eccezione. I consigli dello specialista esperto per la scelta delle attività più indicate nelle differenti situazioni patologiche
Migranti e salute, le indicazioni del SIMM. Marceca: «Puntare su formazione personale e corretta comunicazione»
Il Presidente della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni spiega ai nostri microfoni quali sono i benefici di un corretto approccio al processo migratorio: «Gli operatori sanitari devono essere addestrati adeguatamente ad affrontare qualsiasi situazione». E aggiunge: «La capacità di curare gruppi di popolazione più vulnerabili fa crescere anche la qualità dei servizi forniti agli “autoctoni”»
Velocità e precisione: all’Ifo di Roma arriva Cyberknife, il robot che rivoluziona la radiochirurgia
Precisione, salvaguardia dei tessuti sani, minore invasività, riduzione degli effetti collaterali e del dolore. Sono questi i benefici di CyberKnife rispetto alle procedure di radioterapia tradizionali. Giuseppe Sanguineti, Direttore di Radioterapia oncologica dell’Ifo, lo definisce una vera rivoluzione e descrive le peculiarità e le funzionalità ai microfoni di Sanità Informazione
Autocertificazione malattia, Giansante (Medicina Fiscale): «Un errore, solo il medico può capire reale entità problema»
Il Vicepresidente ANMEFI (Associazione Nazionale Medici di Medicina Fiscale) commenta ai nostri microfoni la proposta di legge firmata dal Senatore Romani che ipotizza la possibilità per i lavoratori di autogiustificare i primi tre giorni di assenza per malattia dal lavoro
La Giunta regionale stanzia 34 milioni di euro per progetti di alta specializzazione
La Giunta regionale dell’Emilia Romagna ha deciso di destinare 34 milioni di euro alle Aziende sanitarie e all’Istituto Ortopedico Rizzoli per finanziare funzioni specifiche all’interno dei tre “macro livelli” dell’assistenza: ospedaliera, territoriale, sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro. L’ortopedia ad elevata complessità, la cardiologiapediatrica, la cura della talassemia, la chirurgia della mano […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Formazione

Test medicina: proteste davanti atenei. Ben 124 i posti in meno rispetto al 2016, arriva interrogazione parlamentare

Anche quest’anno al via i test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso. Ad aprire le danze Medicina e odontoiatria con 67mila domande d’iscrizione e 124 posti in meno rispetto al 2016. Intant...