Salute 15 luglio 2014

Malpractice: con la conciliazione giustizia più veloce e meno ingolfata

Anche per il ministro agli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta può essere una soluzione efficace

Immagine articolo

Nasce sotto i migliori auspici la proposta di legge della Regione Lazio, denominata “Norme per favorire la conciliazione nelle controversie sanitarie e in materia di servizi pubblici”, e presentata nei giorni scorsi a Roma presso l’Istituto Regionale di Studi Giuridici del Lazio “Arturo Jemolo”.

Il ricorso alla conciliazione, infatti, per risolvere in tempi brevi le controversie  – sanitarie e non –  che sorgono tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini, è una soluzione che soddisfa e bilancia due fattori. Da un lato, la necessità di sveltire la complessa macchina burocratica italiana, che vede sempre più procedimenti nascere e concludersi in un “nulla di fatto”, con ingenti ripercussioni economiche sull’intera società, e l’esigenza di tutelare efficacemente le parti in causa. Un giusto compromesso che raccoglie il plauso, tra gli altri, del ministro per gli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta, che Sanità Informazione ha intervistato proprio su questo tema.

Ministro, il tema della conciliazione riferito alle strutture pubbliche e alle competenze del settore pubblico, forse è la soluzione migliore per evitare lungaggini burocratiche.
Questa legge regionale rappresenterebbe una semplificazione notevole, soprattutto verso i diritti dei cittadini. Queste “buone pratiche” amministrative andrebbero comprese, votate, fatte conoscere e magari esportate ad altre amministrazioni dello Stato e ad altre regioni. Poter ridurre il contenzioso sanitario, sempre nell’ottica di un servizio reso ai cittadini, è certamente auspicabile e condivisibile.

Anche per i medici, come per gli altri professionisti, a breve scatta l’obbligo assicurativo, per coprire i casi di malpractice che spesso sfociano nel nulla. Forse questa strada eviterebbe anche il moltiplicarsi di contenziosi.
Credo proprio di sì, soprattutto in quelle regioni il cui sistema sanitario versa in gravi condizioni. Credo sia necessario approfondire le motivazioni che spingono i cittadini a chiedere un risarcimento: è il nostro punto di partenza per poter dare loro risposte efficaci nel più breve tempo possibile.

Articoli correlati
Stefano De Lillo si candida all’Omceo Roma: «Superare le divisioni per lavorare uniti per il meglio dei medici»
«Superare le divisioni e lavorare insieme per rilanciare l’immagine del medico nella società». Così Stefano De Lillo ha presentato la sua candidatura alla presidenza dell’OMCeO di Roma
Più rischio di morte se il medico è anziano. Lo studio britannico
E’ il risultato raggiunto da una ricerca condotta da Yusuke Tsugawa della Harvard T. H. Chan School of public health e pubblicata nei giorni scorsi dal British Medical Journal. Osservando per tre anni, dal 2011 al 2014 circa 730mila pazienti ultra sessantacinquenni seguiti da 19mila medici statunitensi, i ricercatori hanno studiato il tasso di mortalità […]
Meditazione zen, veleno di vipera e danza del ventre: bellezza e salute al Festival dell’Oriente
Si è conclusa a Roma la kermesse internazionale che ha portato nella Capitale italiana il meglio dell’arte, dei rimedi naturali e delle pratiche di benessere provenienti da ogni parte del mondo
Dalla Martines a Dolcenera gli appelli per giornata salute donna su vaccini e prevenzione
Una maratona giornaliera dedicata alla salute al femminile che si aprirà con la presentazione, da parte del Ministro Beatrice Lorenzin, del calendario della salute della donna – un vero e proprio vademecum tascabile con i consigli più importanti di prevenzione. Poi gli interventi di tante donne del mondo dello spettacolo, dello sport, youtubers che hanno […]
Rimedi post abbuffate? I consigli della nutrizionista: «Bilanciare la dieta, ma non rinunciare ai dolci»
Che si fa con le rimanenze di cioccolato del post festività? Si può continuare a consumarlo diminuendo progressivamente le quantità. La parola all'esperta, la dottoressa Serena Missori...
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...