Formazione 25 agosto 2017

Link Campus University: «Oltre 200 borse di studio per il futuro dei figli dei medici e non solo…»

«Professori insieme a professionisti, la teoria insieme alla pratica: per questo la collaborazione con aziende come Consulcesi è preziosa per un’offerta formativa completa» l’intervista a Cristiana D’Attorre, Direttore della Scuola Post Graduate Link Campus University di Roma che lancia il bando per oltre 200 borse di studio finanziate dall’Inps e dall’Ateneo

Immagine articolo

Una formazione universitaria efficace e ben strutturata è un requisito fondamentale per realizzare le proprie aspirazioni professionali. Ancora più decisiva è la formazione post universitaria che consolida la preparazione già acquisita e indirizza verso una specializzazione utile a fornire tutti gli strumenti preventivi all’attività lavorativa.  «La didattica deve essere professionalizzante, accanto ai professori servono i professionisti, quelli che lavorano sul campo» a ribadirlo Cristiana D’Attorre, Direttore della Scuola Post Graduate Link Campus University di Roma, un ateneo con una forte impronta internazionale che ha l’obiettivo di fornire allo studente la preparazione e le competenze necessarie ad affrontare le sfide del mondo del lavoro.

«Inoltre la nostra università offre la possibilità di accedere al futuro, quindi ai master formativi, anche attraverso l’ausilio di borse di studio» prosegue la Direttrice, che lancia con Consulcesi, la principale realtà italiana di tutela degli operatori sanitari, un bando per l’erogazione di 133 borse di studio Inps a copertura totale in favore dei figli e degli orfani di dipendenti e pensionati iscritti a Inps gestione ex Inpdap, tra cui i medici e i professionisti della sanità pubblica, e di 96 borse di studio a copertura totale e parziale aperte a tutti da assegnare per titoli ed esami.

«L’obiettivo della formazione post universitaria – prosegue la Dottoressa D’Attorre ai nostri microfoni – è quello di permettere allo studente di prepararsi non solo sulla teoria ma anche sulla pratica, e quindi di entrare in contatto con chi è operativo sul campo. Si tratta di un’opportunità importante ed è questo che la nostra offerta formativa promuove ed incentiva».

«In quest’ottica è fondamentale la collaborazione con aziende solide che diano il loro contributo, come Consulcesi, con cui Link Campus University ha intenzione di sviluppare una partnership decisiva per migliorare la formazione dei giovani».

«I nostri master sono di primo e secondo livello, si differenziano a seconda del titolo di laurea acquisito e hanno una durata di un anno a weekend alterni. Tra questi si distingue l’MBA esclusivamente in lingua inglese, l’MBA sport che è un fiore all’occhiello del nostro ateneo e ancora corsi in tema luxury, fashion, beni culturali, ingegneria delle reti, intelligence e security».

Per ulteriori informazioni consultare la pagina www.unilink.it

Articoli correlati
Formazione, assunzioni e stop liste d’attesa, la ricetta di De Poli (Udc) per il rilancio della Sanità
Il presidente del partito guidato da Lorenzo Cesa illustra a Sanità Informazione le sue priorità in ambito sanitario. E rilancia l’allarme sulla carenza di medici: «14 milioni di italiani rischiano di rimanere senza medici. Servono maggiori finanziamenti alle Scuole di Medicina e rivedere la programmazione ministeriale dei posti nelle Scuole di specializzazione medica»
Carenza medici, Consulcesi: «Bene SIGM, elezioni occasione per riprogrammare la sanità»
Anche la principale realtà di tutela della classe medica appoggia la posizione di Andrea Silenzi, Presidente SIGM: «Felici che il tema della programmazione dei medici sia entrato nel dibattito della campagna elettorale. Prioritaria nuova programmazione quali-quantitativa metodologicamente fondata»
La blockchain cambierà la sanità? Scotti (Link Campus): «Tecnologia applicabile su più fronti, fondamentale seguirne l’evoluzione»
«Tracciabilità cartelle sanitarie, condivisione nel pieno rispetto della privacy, minori costi e maggiore efficienza: questa è la rivoluzione tecnologica» interviene il professor Vincenzo Vespri Ordinario in matematica e informatica dell’Università di Firenze
Ex specializzandi, parla l’esperto della vertenza: «Rimborsi anche a chi si è iscritto prima del 1983 e importi da rivedere al rialzo»
L’avvocato Marco Tortorella, uno dei massimi esperti della materia, con oltre 530 milioni di euro fatti riconoscere dai tribunali in favore dei medici tutelati dal network legale Consulcesi, spiega cosa cambia con la recente pronuncia della Corte di Giustizia Europea. Nel frattempo una sentenza del Tribunale di Roma conferma i rimborsi a chi ha interrotto la prescrizione prima del 20 ottobre 2017
Bologna, M5S: «Riconoscere l’estetica oncologica»
«La Regione Emilia-Romagna chieda al ministero della Salute di riconoscere la figura professionale in estetica oncologica». Ѐquesta la richiesta di Silvia Piccinini, capogruppo regionale del Movimento 5 stelle contenuta in una risoluzione che sarà discussa nelle prossime sedute dell’Assemblea legislativa. «Visto che ad una nostra interrogazione presentata qualche settimana fa, che chiedeva appunto l’inserimento dei tatuaggi medici tra i […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Lavoro

Pensioni, tutte le soluzioni per aumentare l’importo con aliquota e riscatto: le scadenze al 31 gennaio

Versando una quota contributiva aggiuntiva, una volta in pensione si percepirà un importo maggiore. Ma oltre all’aliquota modulare, riservata ad alcune categorie, l’Enpam offre altri utili strume...
Salute

Contratto medici, partita la trattativa. Sciopero revocato, ma l’aumento deve superare gli 85 euro

Partita all'Aran la trattativa per il rinnovo del contratto dei medici. Il primo effetto concreto è stato la revoca dello sciopero fissato per il 23 febbraio. Ma per arrivare alla agognata firma atte...