23 Gennaio 2020

Il 2020 è l’anno di infermieri e ostetriche: le novità per i professionisti

Ospite in studio la presidente FNOPI, Barbara Mangiacavalli, che spiega come deve ripensarsi, sia a livello lavorativo che formativo, la professione infermieristica per affrontare i cambiamenti delle esigenze della popolazione e del Servizio sanitario nazionale. Il dottor Giuseppe Quintavalle, Direttore dell’ASL Roma 4, parla invece della figura dell’infermiere di famiglia: «In Italia – spiega – […]

Ospite in studio la presidente FNOPI, Barbara Mangiacavalli, che spiega come deve ripensarsi, sia a livello lavorativo che formativo, la professione infermieristica per affrontare i cambiamenti delle esigenze della popolazione e del Servizio sanitario nazionale. Il dottor Giuseppe Quintavalle, Direttore dell’ASL Roma 4, parla invece della figura dell’infermiere di famiglia: «In Italia – spiega – abbiamo un aumento del numero di persone che hanno più patologie, anche 6 o 8 alla volta negli over 70. L’infermiere di famiglia diventa dunque il raccordo tra bisogno medico, infermieristico e socio-sanitario». Inoltre, focus sulle nuove sfide che attendono la professione ostetrica con l’intervista alla presidente FNOPO Maria Vicario.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Tags

infermieri,ostetriche,Tg Salute
TG Sanità Informazione correlati
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...
Salute

Tumore del polmone: per osimertinib e durvalumab ottimi risultati negli studi LAURA e ADRIATIC al Congresso ASCO

Nello studio LAURA osimertinib ha ridotto il rischio di progressione di malattia o di morte dell’84% nel tumore del polmone non a piccole cellule di Stadio III. Nello studio ADRIATIC, invece, du...