Salute 20 Giugno 2019 15:15

Sla, il premier Conte inaugura a Roma la prima biobanca nazionale

In occasione della Giornata mondiale sulla Sla che si celebra il 21 giugno, il Presidente del Consiglio ha dichiarato: «C’è bisogno di intelligenza, competenza ma anche di sensibilità, generosità d’animo, passione e amore. Tornerò ai miei doveri ancora più determinato con la consapevolezza che bisogna investire sulla ricerca».

Sla, il premier Conte inaugura a Roma la prima biobanca nazionale

In occasione della Giornata mondiale sulla Sla che si celebra il 21 giugno su iniziativa dell’International Alliance of Als, si è inaugurata a Roma, presso il Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, la Biobanca Nazionale sulla Sla-Sclerosi Laterale Amiotrofica, la prima in Italia a cui potranno accedere i ricercatori di tutto il mondo. La Biobanca è stata realizzata da Aisla-Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e Biorep Gemelli Biobank, grazie al finanziamento del Gruppo Selex. La Sclerosi Laterale Amiotrofica è una patologia inguaribile che colpisce oltre 6.000 italiani, grazie a questa Biobanca si potranno conservare i campioni biologici di pazienti affetti da Sla come Dna, cellule, plasma, liquor, necessari per condurre ricerche scientifiche su questa patologia.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha partecipato all’inaugurazione incontrando i pazienti con Sla ospiti del centro clinico NeMO, NeuroMuscular Omnicentre, che da dieci anni si occupa delle persone con malattie neuromuscolari: «Sono onorato e mi arricchisco con questa presenza alla vigilia di un giorno importante, la Giornata mondiale sulla Sla. Ho imparato tanto, ho visitato il Centro NeMo dove ho visto il paziente al centro di cure e attenzione. C’è bisogno di intelligenza, competenza ma anche di sensibilità, generosità d’animo, passione e amore. Ringrazio tutte le persone che finanziano e ricercano. È un progetto integrato con una modalità nuova di fare ricerca. Ho visto un gran numero di campioni a disposizione di tutti i ricercatori, anche del giovane studioso. Tornerò ai miei doveri ancora più determinato con la consapevolezza che bisogna investire sulla ricerca».

Presenti Giovanni Raimondi, presidente di Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, Franco Anelli, rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Massimo Mauro presidente di Aisla, Alberto Fontana, presidente dei Centri Clinici NeMO, Giovanni Scambia, direttore scientifico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, Mario Sabatelli, direttore clinico dell’area adulti del Centro Clinico NeMO di Roma, Maurizio Colombo, presidente di Biorep e Maniele Tasca, direttore generale di Selex Gruppo Commerciale, Annalisa Manduca, giornalista Radio 1 Rai.

 

Articoli correlati
Emergenza peste suina, l’esperto: «Nessun rischio per l’uomo, ma salto di specie imprevedibile»
È stato individuato il primo caso di peste suina africana a Roma su un cinghiale morto. Marco Melosi, presidente Associazione nazionale medici veterinari italiani: «il virus non colpisce l'uomo, ma con mutazioni genetiche possibile spillover»
Le proposte della Cisl Medici Lazio per «un sistema di salute che punti all’eccellenza»
Ai lavori, introdotti dal segretario Cisl Usr Enrico Coppotelli, hanno partecipato Alessio D’Amato, Assessore alla sanità della regione Lazio, Rodolfo Lena, Presidente della commissione sanità del consiglio regionale e Giuseppe Simeone, Componente la commissione sanità regionale
Rifiuti a Roma, Magi (OMCeO): «Si verifichino rischi». L’igienista Fara: «Attenzione agli animali e ai roghi»
Non accenna a risolversi l’emergenza rifiuti che attanaglia la Capitale. Un problema di decoro ma anche di salute. Magi: «Serve piano strutturale per evitare che riaccada in futuro». Gaetano Maria Fara (professore di Igiene): «Se prendono fuoco rifiuti speciali pericoli per la salute»
SLA: tra le cause un accumulo eccessivo di ferro nel cervello
Uno studio di Università di Milano, Policlinico e Istituto Auxologico italiano riconosce, con una risonanza magnetica nucleare, nell’accumulo di ferro nella corteccia motoria la causa di alterazione del primo motoneurone
di Federica Bosco
Sla, sì unanime della Camera per tre mozioni a sostegno di pazienti e familiari
Ogni anno 2 mila nuove diagnosi di Sclerosi laterale amiotrofica. Governo impegnato a creare Registro nazionale e ad assicurare l'accesso permanente delle associazioni dei pazienti ai tavoli istituzionali. Soddisfatta la deputata della Lega Arianna Lazzarini, la prima a presentare una mozione sul tema: «Maggioranza ed esecutivo si sono impegnati, su questi temi non bisogna dividersi. Ora lotta a burocrazia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...