Salute 24 Marzo 2023 16:44

Life Science Excellence Awards 2022. Schillaci: «Servizio sanitario nazionale deve tornare punto di riferimento dei cittadini»

Oltre 300 personalità del mondo sanitario, scientifico e del comparto industriale del settore delle lifescience hanno partecipato all’evento conclusivo della quarta edizione dei Life Science Excellence Awards di SICS-CONSULCESI. Il Ministro riceve un premio speciale: “È giunto ora il momento di riformare il sistema sanitario nell’interesse di tutti i cittadini, affinché possa mantenere il suo carattere universalistico e per continuare a garantire le migliori cure a tutti i pazienti”

Life Science Excellence Awards 2022. Schillaci: «Servizio sanitario nazionale deve tornare punto di riferimento dei cittadini»

Una serata di festa per celebrare l’innovazione nelle lifescience ha chiuso il ciclo di eventi dei Life Science Excellence Awards 2022, il premio, promosso da Sics – Società Italiana di Comunicazione Scientifica e Sanitaria (Consulcesi Group), nato per riconoscere, e far conoscere, i migliori progetti che hanno contribuito all’eccellenza e alla trasformazione del settore della salute. Oltre 300 le personalità del mondo sanitario, scientifico e del comparto industriale del settore delle lifescience che hanno preso parte all’evento conclusivo della quarta edizione dei Life Science Excellence Awards.

“Dobbiamo lavorare tutti insieme per far sì che il nostro sistema sanitario nazionale torni ad essere un punto di riferimento per tutti i cittadini e possa riuscire a rispondere nel miglior modo possibile alle richieste di sanità”, ha detto il ministro Orazio Schillaci. Al ministro è stato conferito nel corso della serata un premio speciale ‘per la fermezza e la lucida consapevolezza di quanto sia complesso e strategico per il nostro paese salvaguardare il servizio sanitario nazionale dopo tre anni di pandemia che l’hanno messo a dura prova, per traghettarlo verso la sua definitiva riorganizzazione nel primario interesse dei cittadini e di tutti i professionisti che vi lavorano’.

“Il nostro Servizio sanitario nazionale vanta professionisti di altissimo livello, – ha rimarcato Schillaci – che hanno dimostrato tutto il loro valore durante i tre anni di pandemia. È giunto ora il momento di riformare il sistema sanitario nell’interesse di tutti i cittadini, affinché possa mantenere il suo carattere universalistico e per continuare a garantire le migliori cure a tutti i pazienti”.

Non solo. Se da un lato l’evento ha confermato l’eccezionale livello di adesione nel 16 categorie in gara, dall’altra grande considerazione è stata testimoniata dai partecipanti istituzionali e del mondo scientifico e accademico, che hanno animato la serata di premiazione.

Oltre al premio conferito al Ministro Schillaci sono stati assegnati altri due premi speciali. Sul palco Marco Cavaleri, Responsabile vaccini e prodotti terapeutici contro il Covid-19 dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), per aver contribuito a mantenere rigore scientifico e serietà comunicativa circa il ruolo fondamentale che i vaccini hanno avuto nel mitigare le conseguenze della pandemia, e Monica Spada, Head of research & Technological Innovation di ENI che ha ritirato il premio conferito all’impegno dell’Azienda anche in ottica One Health con il Supercomputer HPC5, il supercalcolo al servizio dell’energia, dell’ambiente e della salute.

La serata di premiazione è stata preceduta dal Festival dell’Innovazione, una serie di otto Talk Show che, per tutto il mese di febbraio, hanno visto alternarsi CEO, C-Level, General Manager delle aziende pharma ed esperti nelle lifescience su temi di grande attualità.

Company reputationaccesso all’innovazione, cambiamento sociale e responsabilità d’azienda, l’evoluzione del marketingengagement e empowerment del pazientedigital marketing oggi e domani, Real World Evidence e PNRR e lifescience gli argomenti al centro dei Life Science Excellence Show diffusi su tutti i canali social del gruppo in diretta dalla nuova sede Sics di Roma, a Via della Stelletta. “WEHEALTH Dialogue Space”, uno spazio di incontro e confronto tra il mondo della politica, delle istituzioni, il mondo della salute e delle aziende.

Di straordinaria ricchezza anche i progetti vincitori selezionati dagli oltre 500mila medici e farmacisti iscritti alla Community di Welfare Link che per sei mesi hanno potuto votare online i progetti già valutati come “Excellent” dalla Giuria del Premio.

La fase dei Bootcamp ha consolidato invece la straordinaria forza della campagna di comunicazione multimediale che si è affiancata a quella prevista per le votazioni online. Entrambe le campagne con numeri eccezionali. Un mix di strumenti editoriali, social e di advertising che ha attraversato per sei mesi tutti i canali editoriali del mondo Sics, non solo sul web ma anche sui profili social. La campagna di comunicazione, finalizzata a promuovere le eccellenze su oltre 32 magazine del gruppo Sics, ha superato anche quest’anno i 9 milioni di contatti con più di 19mila votanti attivi. A questi numeri si aggiungono gli oltre 3 milioni di contatti ottenuti sui canali social (Facebook, Twitter, Linkedin e Instagram) di Popular Science e Quotidiano Sanità.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...