Salute 23 settembre 2014

Le soluzioni “da sfogliare” per le nuove sfide che attendono i medici

Il secondo numero di “Consulcesi News” affronta le principali novità ed i temi più dibattuti del momento attraverso autorevoli pareri e fornendo pratici consigli e valide soluzioni

Immagine articolo

In un momento in cui la Sanità e i professionisti che vi operano si preparano a nuove e decisive sfide, a raccoglierle arriva il secondo numero di Consulcesi News, il periodico che affronta e approfondisce i temi più caldi per il mondo dei camici bianchi.

Tra questi, la legge sulla Rc professionale, in vigore solo da poche settimane – dopo anni di attesa e polemiche –  i cui punti ancora oscuri vengono analizzati e chiariti, dedicando anche particolare attenzione agli aspetti collegati alla tutela legale.

In primo piano sempre protagoniste le battaglie  – portate avanti con successo da Consulcesi – a tutela dei camici bianchi. Si parte da quelle a favore degli ex specializzandi, per i quali – grazie ad un impegno politico bipartisan che ha già portato alla presentazione di due Ddl – è sempre più vicino l’accordo transattivo, e su cui il ministro Lorenzin – nella sua visita presso la sede romana di Consulcesi – ha sottolineato “l’esigenza di snellire l’iter per ottenere i rimborsi”. Lanciate poi, in questo numero, anche nuove azioni legali a sostegno dei camici bianchi: sul dibattuto tema del Numero Chiuso, che interessa migliaia di aspiranti “dottori”; e su quello dei tantissimi medici costretti a turni massacranti, in palese violazione della direttiva 2003/88/CE.

“Abbiamo ricevuto tanti complimenti dopo l’uscita del primo numero  – dichiara il Vicepresidente di Consulcesi, Edoardo Pantano – e intendo esprimere tutta la mia gratitudine: non solo per la fiducia che ci è stata accordata, ma anche per la forza che ci è stata trasmessa. Un ultimo grazie – conclude Pantano – va a tutti coloro che vorranno donarci ancora una volta i loro consigli per rappresentare sempre di più la voce e le istanze dei camici bianchi, sempre al centro dei nostri progetti: come nel caso di DottCar, la nuova frontiera del noleggio a lungo termine”.

Articoli correlati
Festività, stravizi alimentari e fake news: ecco le 5 diete più cliccate a dicembre
Dalla dieta chetogenica alla Dukan, passando per quella del ghiaccio: nel mese delle “abbuffate” gli italiani non rinunciano al Dottor Google. Lo rivela l’analisi di Consulcesi Club in collaborazione con Sanità Informazione. La dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista, svela i segreti detox per godersi il Natale e spiega: «Per contrastare la ‘concorrenza sleale’ di Google i medici devono essere formati»
Salute, il 50% degli italiani non fa mai controlli della vista
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre l’80% dei deficit visivi può essere prevenuto o curato. E secondo le stime dell’Oms senza interventi decisi, l’84% di tutti i casi di cecità e ipovisione riguarderà gli ultracinquantenni. Eppure, il 50% degli italiani non fa mai controlli della vista e tra il 30% che ha effettuato negli ultimi 12 […]
Milano, Onda premia le Best Practice degli ospedali per la sclerosi multipla
Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, ha organizzato a Milano la cerimonia di premiazione delle Best Practice degli ospedali con i Bollini Rosa per la sclerosi multipla. L’evento si svolgerà  presso la Regione Lombardia – Sala Pirelli, Via Fabio Filzi 22 – mercoledì 12 dicembre 2018 alle ore 11.30. La Sclerosi Multipla è una […]
Aggressioni, choc al Santobono di Napoli: «Visitate mio figlio o sparo». «Operativo un telefono rosso per assistere i medici»
«Prendo la pistola e ti ammazzo», così i genitori di un paziente ricoverato in Pronto soccorso. «Anche stavolta, si tratta di un’aggressione che poteva e doveva essere evitata», lo dichiara Massimo Tortorella, Presidente del Gruppo Consulcesi che lancia una azione a supporto dei camici bianchi
Ex specializzandi, raffica di sentenze. In 15 giorni, Stato condannato a rimborsare altri 234 medici per un esborso di oltre 5 milioni di euro
Significativo un passaggio della sentenza della Corte D’Appello di Roma: «La responsabilità dello Stato per la mancata o tardiva attuazione delle direttive europee è duplice: da un lato verso l’Unione Europea per la violazione dello stesso diritto europeo, dall’altro verso i cittadini i quali non hanno acquisito la titolarità di uno e più diritti a causa di detto mancato o tardivo recepimento»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...