Salute 16 Settembre 2022 10:25

DOC rafforza la sua presenza in Oftalmologia acquisendo il portafoglio prodotti di Medivis

L’investimento contribuirà a rafforzare ulteriormente la posizione di DOC nel mercato oftalmologico italiano

DOC rafforza la sua presenza in Oftalmologia acquisendo il portafoglio prodotti di Medivis

DOC, secondo operatore nel mercato italiano dei farmaci equivalenti e da 5 anni presente con successo nel mercato oftalmologico italiano, ha annunciato di aver firmato un accordo definitivo per acquisire il portafoglio prodotti di Medivis mediante l’acquisizione dell’intero capitale di Nuova Oftalmica S.r.l., azienda che include il portafoglio prodotti oggi commercializzati da Medivis.

Inoltre, le 2 società hanno finalizzato un accordo di collaborazione per lo sviluppo di prodotti innovativi in campo oftalmico, in quanto la Medivis concentrerà la sua attività esclusivamente in ambito R&D.

“Siamo orgogliosi di quanto costruito in questi anni in campo oftalmologico grazie alla stretta collaborazione con la classe medica, offrendo ai pazienti un’ampia gamma di prodotti di qualità”, ha dichiarato Riccardo Zagaria, CEO di DOC. “Questo ulteriore rafforzamento del nostro listino oftalmico con l’ingresso di marchi leader di mercato come IODIM® e CORTIVIS® rafforza la nostra posizione tra le prime aziende del mercato. La collaborazione con Medivis ci permetterà, inoltre, di lanciare nei prossimi anni in Italia prodotti innovativi frutto della sua ricerca”.

Fondata nel 1996, DOC è un’azienda leader nel settore dei farmaci generici e in campo oftalmologico con sede a Milano. Grazie all’esperienza e alla specializzazione maturata, l’azienda è in grado di commercializzare un ampio portafoglio di prodotti di qualità a prezzi accessibili.

“Medivis in questi anni ha portato sul mercato numerose innovazioni; adesso abbiamo deciso di tornare alle nostre “origini” concentrando tutte le nostre energie sulla Ricerca & Sviluppo”, ha dichiarato Nello Mangiafico, Presidente di Medivis. “Siamo contenti di aver siglato questa accordo che possiamo definire WIN-WIN, tra Medivis che potrà accelerare lo sviluppo della sue piattaforme di innovazione in oftalmologia e DOC che vedrà potenziata la sua proposta competitiva sul mercato”.

Fondata nel 2000, Medivis ha sempre avuto nella Ricerca il suo motore primario di sviluppo. Grazie alla realizzazione di ben 18 brevetti internazionali che spaziano dal drug delivery, alla realizzazione di piattaforme nanotecnologiche per la veicolazione di numerose molecole e all’impiego oftalmico di Iodopovidone a bassa concentrazione, Medivis viene oggi riconosciuta come una delle aziende più innovative in ambito oftalmologico”.

Gattai, Minoli, Partners è stato l’advisor legale di DOC mentre CP Advisors e Shearman & Sterling sono stati rispettivamente l’advisor finanziario e l’advisor legale di Medivis.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...