Politica 7 Ottobre 2021 11:32

Nadef, previsto calo dell’incidenza della spesa sanitaria sul PIL. Le richieste delle commissioni Affari sociali e Sanità

Dopo le ingenti risorse stanziate per far fronte all’emergenza Covid, la Nota di aggiornamento del DEF rivede al ribasso l’incidenza delle spese per la sanità. Dalle commissioni arriva la richiesta di assumere personale sanitario, in particolare MMG per la riforma della medicina territoriale, e fondi per le borse di specializzazione

di Francesco Torre
Nadef, previsto calo dell’incidenza della spesa sanitaria sul PIL. Le richieste delle commissioni Affari sociali e Sanità

La Nota di aggiornamento del Documento di Economia ha trovato apprezzamento in Parlamento, dove sono passate senza troppi problemi le risoluzioni di maggioranza. Sulla sanità, però, di discute dei dati indicati nel documento del Ministero dell’Economia.

Anche se in senso assoluto i fondi per la sanità sono destinati ad aumentare (dai 123 miliardi del 2020 si arriva ai 129 miliardi del 2021 per poi tornare i 124 miliardi dal 2024) si prospetta una riduzione dell’incidenza della spesa sanitaria in rapporto al PIL, come evidenziato dalla presidente della commissione Affari sociali di Montecitorio Marialucia Lorefice.

A causa delle ingenti somme stanziate per il Fondo sanitario durante l’emergenza Covid, la spesa sanitaria ha raggiunto il 7,5% del PIL nel 2020. Nella Nadef se ne prevede una riduzione, al 7,3 per cento del PIL, nel 2021. Tale valore si riduce negli anni successivi, essendo previsto in misura pari al 6,7% nel 2022, al 6,3% nel 2023 e al 6,1% nel 2024, per via dei minori oneri connessi alla gestione dell’emergenza epidemiologica.

Nel parere della commissione Affari sociali si chiede però all’esecutivo di fare di più e di prevedere risorse per far fronte alle gravi carenze di personale medico, infermieristico e sanitario in generale, anche al fine di stabilizzare il personale assunto nel periodo dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. In particolare, occorre assumere medici di medicina generale, che nella riforma della medicina territoriale prevista dal PNRR avranno un ruolo chiave. E poi risorse per le borse di specializzazione medica: dopo il record di quest’anno, non bisogna diminuirne il numero. Infine, risorse per l’innovazione tecnologica da applicare nei servizi territoriali e domiciliari.

Anche il parere espresso dalla commissione Igiene e Sanità del Senato focalizza l’attenzione sulla necessità «di interventi per adeguare le dotazioni di personale del Servizio sanitario nazionale, anche in relazione alla prefigurata iniziativa legislativa del Governo per il potenziamento dell’assistenza territoriale». Infine, un accenno alla necessità di un riordino complessivo del Sistema di emergenza sanitaria territoriale 118: com’è noto al Senato è in discussione un Ddl a prima firma della senatrice M5S Mariolina Castellone.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Decreto Milleproroghe, l’esame entra nel vivo. La settimana in Parlamento
Diversi appuntamenti nella settimana dal 30 gennaio al 4 febbraio: in commissione Lavoro e Sanità del Senato audizione di rappresentanti del Ministero della Salute e dell’Agenzia delle Entrate nell’ambito dell'indagine conoscitiva sulle forme integrative di previdenza e di assistenza sanitaria
Dl Aiuti Ter e proroga Decreto Calabria al centro dei lavori parlamentari
In settimana attesa per l’informativa del ministro dell’Interno Piantedosi sui migranti dopo i fatti di Catania. In commissione Sanità e Lavoro anche la proroga della permanenza in carica dei componenti delle commissioni consultive presso l’AIFA
Commissioni: al Senato Zaffini (Fdi) a Sanità e Lavoro, alla Camera Cappellacci (Fi) agli Affari sociali
L’ex governatore della Sardegna è il nome indicato da Forza Italia: «Più forza alla famiglia e al diritto alla salute». Al Senato tocca a Francesco Zaffini: «Le priorità: valorizzazione del personale sanitario e stop alle morti sul lavoro»
Parlamento, attesa per l’elezione dei presidenti di commissione
A Palazzo Madama e Montecitorio il giorno fissato è quello di mercoledì 9 novembre, con orari diversi. Al Senato, Sanità e Lavoro sono state accorpate dopo l’adeguamento del regolamento, alla Camera invariata la XII Affari sociali
In attesa dei presidenti di commissione Parlamento al lavoro sul Dl Aiuti Ter
A Montecitorio approda il decreto varato dal governo Draghi che, tra le altre cose, aumenta il Fondo sanitario nazionale. Previsti anche aiuti una tantum per il caro bollette alle strutture sanitarie private accreditate
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 3 febbraio 2023, sono 671.338.563 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.838.235 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni