Politica 21 Dicembre 2023 16:44

Epatite C, fondo nazionale per screening gratuito prorogato per tutto il 2024 

L’estensione dei termini di validità del fondo nazionale per lo screening gratuito dell’Epatite C interessa i nati dal 1969 al 1989, tutti i soggetti seguiti dai Ser.D. e i detenuti in carcere

Epatite C, fondo nazionale per screening gratuito prorogato per tutto il 2024 

Il 2023 si chiude con un’ottima notizia per le persone affette da epatite C. In Conferenza Stato-Regioni, presieduta dal ministro per gli Affari regionali e le autonomie Roberto Calderoli è stata sancita l’intesa sulla proroga del Fondo nazionale per lo screening nazionale gratuito per l’eliminazione del virus dell’Hcv fino a dicembre 2024 per la coorte di nascita dal 1969 al 1989, per tutti i soggetti seguiti dai Ser.D. e per tutti i detenuti in carcere. Il prossimo passo sarà offrire un’ulteriore risposta da parte dell’Amministrazione centrale alla richiesta dell’allargamento della fascia di età sulla popolazione, ovvero di fare screening anche ai soggetti nati tra il 1948 e il 1968. Fra le azioni migliorative sarebbe utile implementare un percorso che preveda l’offerta proattiva del test per l’epatite C a tutte quelle persone, nella fascia di età prevista, che arrivano in ospedale. Un sistema che si è dimostrato estremamente efficace laddove è stato applicato. Per valorizzarlo ancora di più si potrebbe inserire questo strumento tra gli obiettivi che i direttori generali sono chiamati a raggiungere durante la propria attività.

I Ser.D.

Per quanto riguarda il Sistema dei servizi per le dipendenze, dove ancora si registra la più alta prevalenza e incidenza di casi di infezione, sarebbe auspicabile raggiungere modelli efficaci orientati al ‘same day treatment’, ovvero metterli in condizione di testare la propria utenza e disporre della prescrivibilità per procedere con il trattamento con Daa lì dove necessario. In questo scenario si inserisce il progetto Hand (Hepatitis in addiction network delivery), nato con l’obiettivo di anticipare la fase di screening dell’epatite C (Hcv) nella popolazione Pwid (People who inject drugs) e in tutta l’utenza a rischio afferente ai Ser.D.

Il progetto Hand

Promosso dal provider Letscom E3 con il contributo non condizionante di AbbVie, il progetto Hand ha contribuito dal 2019, con l’attivazione di 65 network locali, all’erogazione di oltre 10mila test rapidi anti-Hcv, alla formazione di circa 2.500 operatori con gli oltre 65 corsi Ecm organizzati e 100mila materiali informativi distribuiti alla popolazione target. Per la sua rilevanza a livello nazionale, Hand è stato accompagnato nei cinque anni trascorsi dal patrocinio delle società scientifiche Simit, FeDerSerD, SIPaD e Sitd. Che la strada da percorrere sia ancora lunga lo dimostrano i dati: in Italia vi sono almeno 200mila persone con infezione da Hcv ancora non diagnosticate. Una situazione che non mette il nostro Paese in linea con quanto richiesto dall’Oms, ovvero l’eliminazione dell’infezione da Hcv entro il 2030.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

World Obesity Day: oltre un miliardo di obesi nel mondo, quadruplicati in 30 anni i bimbi oversize

L'analisi pubblicata su ‘Lancet’: la quota di 'oversize' fra gli adulti è più che raddoppiata nelle donne e quasi triplicata negli uomini dal 1990 al 2022, nell'arco di una t...
di I.F.
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.