Voci della Sanità 21 Dicembre 2020 19:29

Tutela ambientale, riformulato emendamento alla legge di bilancio che riduceva il ruolo dei professionisti sanitari

Nausicaa Orlandi (FNCF): «Auspico che venga individuata una soluzione coerente con le osservazioni indicate dal Ministero della Salute per garantire il funzionamento delle ARPA, per la salvaguardia dei professionisti chimici, fisici e biologi, anche al fine di facilitarne l’ingresso in questi enti e garantire il giusto equilibrio di competenze»

In queste ultime ore è stato rivisto sostanzialmente dal Governo l’emendamento 135.20 in riferimento alla Proposta di legge C.2790-bis, che avrebbe escluso i professionisti sanitari dalla ricopertura di posti di lavoro nelle ARPA. Dopo aver sentito il parere della Federazione Nazionale degli ordini dei Chimici e dei Fisici, dell’Ordine Nazionale dei Biologi e anche l’Ordine TSRM-PSTRP, il Ministero della Salute ha espresso il proprio parere negativo al suddetto emendamento con le seguenti motivazioni: «Si esprime parere contrario, considerato che nell’ordinamento vigente devono iscriversi ai relativi Ordini coloro che svolgono qualsiasi attività proprie delle professioni sanitarie. Le Arpa non sono enti del SSN».

Infatti, con l’emendamento in questione si prevedeva che l’attività svolta dai dirigenti e dagli operatori, con laurea in chimica, fisica e biologia, in servizio presso le Agenzie per l’Ambiente (ARPA) inquadrati in ruoli tecnici non fosse riconducibile nell’ambito delle professioni sanitarie, anche se iscritti ai rispettivi Ordini professionali. Parallelamente si propongono modifiche al Dlgs 233 del 1946 prevedendo l’obbligatorietà per gli operatori stessi di iscrizione presso gli Ordini delle professioni sanitarie unicamente ai fini dell’espletamento delle attività riservate in via esclusiva alle professioni sanitarie.  

Nelle Agenzie, figure essenziali come i Chimici, Fisici, Biologi e Tecnici della prevenzione dell’ambiente e dei luoghi di lavoro, nel momento in cui esercitano attività professionale, come previsto dalla normativa vigente, devono comunque essere iscritti al rispettivo Ordine, quale che sia l’inquadramento contrattuale. L’iscrizione all’Ordine riveste rilevanza anche per l’aspetto della vigilanza che questo esercita sugli iscritti. 

Il Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici, la Dott.ssa Chim. Nausicaa Orlandi, nel ringraziare il Ministro ed i dirigenti del Ministero della Salute dichiara: «Sono soddisfatta per la sostanziale modifica dell’emendamento e mi auspico che venga individuata una soluzione coerente con le osservazioni indicate dal Ministero della Salute, per garantire il funzionamento delle ARPA, per la salvaguardia dei professionisti chimici, fisici e biologi, anche al fine di facilitarne l’ingresso in questi enti e garantire il giusto equilibrio di competenze».

Articoli correlati
Salute mentale, Famulari (AITeRP): «La cura va oltre i sintomi: è necessario affrontare lo stress, gestire le emozioni ed avere una prospettiva di vita»
Recovery e neuroscienze al centro del 2° Congresso Nazionale AITeRP: “La nuova sfida delle evidenze scientifiche e buone pratiche nei trattamenti riabilitativi in salute mentale”. La presidente Famulari: «Per la nostra Associazione rappresenterà il completamento della trasformazione da associazione maggiormente rappresentativa dei TeRP ad Associazione Tecnico-Scientifica».
Ostetriche libero professioniste: l’esercito dei 600
Marzetti (ostetrica): «Durante la pandemia molte donne hanno scelto di partorire in casa, non solo per il timore di contrarre l’infezione da Covid-19 durante un eventuale ricovero in una struttura sanitaria, ma anche per l’impossibilità di avere accanto a sé il papà del proprio bambino, sia in sala parto che successivamente in reparto»
Professioni sanitarie, Riposati (CdA Educatori professionali): «Abusivismo ancora diffuso, è il momento di un educatore professionale a tutto tondo»
Il Presidente della commissione d’Albo nazionale degli educatori professionali chiede nuove assunzioni in vista della riforma dell’assistenza territoriale. Tra i problemi anche una disomogeneità nella presenza dei corsi di laurea sul territorio nazionale, con corsi di laurea in educazione professionale scarsamente presenti nel sud Italia
di Francesco Torre
Papa Francesco “Chimico onorario”, la pergamena conferita dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici
Questo riconoscimento è stato attribuito al Santo Padre “per la Sua vicinanza alle Scienze Chimiche quali fondamento delle attività poste a tutela e a salvaguardia dell’ambiente"
Ortottisti: ecco che ruolo avranno per la realizzazione del PNRR
Lucia Intruglio, presidente della Commissione d’Albo Nazionale degli Ortottisti: «Puntare sulla telemedicina per raggiungere anche le isole minori, dove la figura dell’ortottista è quasi del tutto assente. Sì ad una formazione quinquennale, ma accompagnata da un pari percorso contrattuale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale