Voci della Sanità 23 Novembre 2020 13:19

Tre anni di Simedet, l’appello di Capuano a Speranza: «Multidisciplinarietà entri nella formazione obbligatoria dei corsi di laurea»

«Nella “ricostruzione” dei modelli organizzativi territoriali del nostro SSN le Professioni Sanitarie vanno ascoltate e rese partecipi proprio per prevenire le prossime emergenze sanitarie e per la gestione del post Covid-19» spiega il Presidente della Società di Medicina Diagnostica e Terapeutica

«In piena emergenza sanitaria nazionale provocata dalla pandemia da Coronavirus SARS CoV-2 , ricordiamo che il 22 novembre 2017 scorso presso la Sala Aldo Moro di Montecitorio veniva presentata al Paese la nuova società scientifica multiprofessionale SIMEDET». Esordisce così una nota della Società di Medicina Diagnostica e Terapeutica.

«Simedet nasce da un gruppo eterogeneo delle Professioni Sanitarie (medici, infermieri, tecnici sanitari di laboratorio biomedico, di radiologia medica, fisioterapisti, perfusionisti, biologi, ingegneri biomedici e clinici, docenti universitari, igienisti dentali, studenti dei corsi di laurea delle 30 professioni sanitarie ) che credono fermamente che l’approccio multidisciplinare e multiprofessionale sia vincente nel rispondere alla domanda e ai bisogni di salute della nostra comunità nazionale duramente provata dalla pandemia.
L’Italian Journal of Prevention, Diagnostic and Therapeutic Medicine “IJPDTM” è la rivista ufficiale della Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica (https://www.ijpdtm.it/index.php/ijpdtm ). La rivista il cui Responsabile Scientifico è il Prof. Giuseppe Luzi ha una cadenza trimestrale, ottima veste grafica e contenuti di grande valore scientifico è apprezzata a livello nazionale ed internazionale. Per scelta del Presidente della Simedet, Fernando Capuano e del Consiglio Direttivo Nazionale, tutti gli articoli pubblicati hanno un numero identificativo digitale (DOI) e sono open access, non richiedendo pagamenti per le richieste inoltrate di pubblicazioni al fine di garantire la piena autonomia nella produzione scientifica in base alle più rigorose  evidenze scientifiche ed esiti dei processi diagnostici, terapeutici , assistenziali e riabilitativi.
La Simedet è partner scientifico ed organizzativo della Fondazione Gutenberg per la Sicurezza in Sanità, del Forum Risk Management, di Exposanità, di Unint , Amec, Antel e delle Federazioni Nazionali degli Ordini delle Professioni Sanitarie.
Per arginare il fenomeno della infodemia  e delle fake news è stato realizzato “Il canale SIMEDETcast” ,una iniziativa a cura del Dr. Paolo Diego L’Angiocola e del Dr. Michele Paradiso rivolta a studenti delle discipline sanitarie e al comune cittadino: la rubrica presentata è intitolata “Pillole di Medicina” con la realizzazione di un podcast settimanale inerente tematiche di semeiotica medica, clinica generale, specialistica e farmacologia pratica; uno strumento utile dunque da affiancare allo studio personale per approfondire problematiche professionali ricorrenti nella pratica clinica quotidiana.
Il Presidente Nazionale Fernando Capuano, ha voluto ringraziare pubblicamente il Direttivo Nazionale (Manuel Monti V. Presidente Nazionale, Michele Paradiso Tesoriere, Sergio Timpone, Roberto Virgili, Paolo Diego L’Angicola, Enza Giglione, Giuseppe Giordano,Erminia Macera Mascitelli, Francesco Rosiello, il segretario amministrativo Luciano Polignone) e i referenti regionali per il lavoro svolto con dedizione e per il bene comune.
In questa giornata il Presidente Fernando Capuano lancia un messaggio al Ministro della Salute, Roberto Speranza, affinchè «la multidisciplinarietà entri nella formazione obbligatoria dei Corsi di Laurea delle professioni sanitarie e un monito per garantire la sicurezza di tutti gli operatori della sanità pubblica e privata nel fronteggiare l’emergenza pandemica attuale. Nella “ricostruzione” dei modelli organizzativi territoriali del nostro SSN le Professioni Sanitarie vanno ascoltate e rese partecipi proprio per prevenire le prossime emergenze sanitarie e per la gestione del post Covid-19».
Articoli correlati
Dall’attività divulgativa al Forum Risk, la Simedet traccia il bilancio 2020: «Col Covid ci siamo reinventati per far dialogare i soci»
«Abbiamo scelto di non farci trascinare nello “scontro mediatico" tra le diverse e a volte contrapposte posizioni sulle strategie sanitarie d’intervento per contrastare la pandemia» sottolinea in una lettera agli iscritti la Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica
“Le buona pratiche in era COVID”, la Simedet protagonista al Forum Risk Management di Arezzo
L'evento si svolge in modalità webinar martedì 16 dicembre dalla 9.00 alle 12.30
Simedet, l’immunologo Giuseppe Luzi nuovo responsabile Italian Journal of Prevention, Diagnostic and Therapeutic Medicine
Luzi è autore di oltre 200 lavori su riviste internazionali e italiane, libri e saggi nel settore delle patologie del sistema immunitario e dei deficit immunitari congeniti e acquisiti (AIDS e sindromi correlate), con ricerche in particolare nell’ambito della regolazione della risposta immunitaria e della sintesi degli anticorpi
“Le professioni Sanitarie nell’era post Covid-19”: dibattito promosso da Forum Risk e Simedet con tutti i Presidenti di Federazione
L’evento si svolgerà il prossimo 25 giugno. I responsabili scientifici Vasco Giannotti e Fernando Capuano: «La ripresa del Sistema Paese deve avvenire necessariamente dalle Professioni sanitarie e dal riconoscimento del loro capitale umano»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 gennaio, sono 100.886.015 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.174.486 i decessi. Ad oggi, oltre 80,29 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns ...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Cause

Perde causa contro due medici, Tribunale chiede 140mila euro di spese legali

La vicenda di una dottoressa che ha fatto causa a due colleghi perché convinta delle loro responsabilità nella morte del padre. «L'esborso mi ha messo in difficoltà ma ho proseguito in appello per...