Voci della Sanità 23 Novembre 2020 13:19

Tre anni di Simedet, l’appello di Capuano a Speranza: «Multidisciplinarietà entri nella formazione obbligatoria dei corsi di laurea»

«Nella “ricostruzione” dei modelli organizzativi territoriali del nostro SSN le Professioni Sanitarie vanno ascoltate e rese partecipi proprio per prevenire le prossime emergenze sanitarie e per la gestione del post Covid-19» spiega il Presidente della Società di Medicina Diagnostica e Terapeutica

«In piena emergenza sanitaria nazionale provocata dalla pandemia da Coronavirus SARS CoV-2 , ricordiamo che il 22 novembre 2017 scorso presso la Sala Aldo Moro di Montecitorio veniva presentata al Paese la nuova società scientifica multiprofessionale SIMEDET». Esordisce così una nota della Società di Medicina Diagnostica e Terapeutica.

«Simedet nasce da un gruppo eterogeneo delle Professioni Sanitarie (medici, infermieri, tecnici sanitari di laboratorio biomedico, di radiologia medica, fisioterapisti, perfusionisti, biologi, ingegneri biomedici e clinici, docenti universitari, igienisti dentali, studenti dei corsi di laurea delle 30 professioni sanitarie ) che credono fermamente che l’approccio multidisciplinare e multiprofessionale sia vincente nel rispondere alla domanda e ai bisogni di salute della nostra comunità nazionale duramente provata dalla pandemia.
L’Italian Journal of Prevention, Diagnostic and Therapeutic Medicine “IJPDTM” è la rivista ufficiale della Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica (https://www.ijpdtm.it/index.php/ijpdtm ). La rivista il cui Responsabile Scientifico è il Prof. Giuseppe Luzi ha una cadenza trimestrale, ottima veste grafica e contenuti di grande valore scientifico è apprezzata a livello nazionale ed internazionale. Per scelta del Presidente della Simedet, Fernando Capuano e del Consiglio Direttivo Nazionale, tutti gli articoli pubblicati hanno un numero identificativo digitale (DOI) e sono open access, non richiedendo pagamenti per le richieste inoltrate di pubblicazioni al fine di garantire la piena autonomia nella produzione scientifica in base alle più rigorose  evidenze scientifiche ed esiti dei processi diagnostici, terapeutici , assistenziali e riabilitativi.
La Simedet è partner scientifico ed organizzativo della Fondazione Gutenberg per la Sicurezza in Sanità, del Forum Risk Management, di Exposanità, di Unint , Amec, Antel e delle Federazioni Nazionali degli Ordini delle Professioni Sanitarie.
Per arginare il fenomeno della infodemia  e delle fake news è stato realizzato “Il canale SIMEDETcast” ,una iniziativa a cura del Dr. Paolo Diego L’Angiocola e del Dr. Michele Paradiso rivolta a studenti delle discipline sanitarie e al comune cittadino: la rubrica presentata è intitolata “Pillole di Medicina” con la realizzazione di un podcast settimanale inerente tematiche di semeiotica medica, clinica generale, specialistica e farmacologia pratica; uno strumento utile dunque da affiancare allo studio personale per approfondire problematiche professionali ricorrenti nella pratica clinica quotidiana.
Il Presidente Nazionale Fernando Capuano, ha voluto ringraziare pubblicamente il Direttivo Nazionale (Manuel Monti V. Presidente Nazionale, Michele Paradiso Tesoriere, Sergio Timpone, Roberto Virgili, Paolo Diego L’Angicola, Enza Giglione, Giuseppe Giordano,Erminia Macera Mascitelli, Francesco Rosiello, il segretario amministrativo Luciano Polignone) e i referenti regionali per il lavoro svolto con dedizione e per il bene comune.
In questa giornata il Presidente Fernando Capuano lancia un messaggio al Ministro della Salute, Roberto Speranza, affinchè «la multidisciplinarietà entri nella formazione obbligatoria dei Corsi di Laurea delle professioni sanitarie e un monito per garantire la sicurezza di tutti gli operatori della sanità pubblica e privata nel fronteggiare l’emergenza pandemica attuale. Nella “ricostruzione” dei modelli organizzativi territoriali del nostro SSN le Professioni Sanitarie vanno ascoltate e rese partecipi proprio per prevenire le prossime emergenze sanitarie e per la gestione del post Covid-19».
Articoli correlati
Simedet pubblica aggiornamento 2022 alla Guida Pratica al Covid-19 per le professioni sanitarie
Tra i messaggi di sostegno quelli del Ministro della Salute Roberto Speranza e del Direttore scientifico di Consulcesi Guido Rasi
Capuano (Simedet): «Ecco la mia esperienza di Buona Sanità»
Di Fernando Capuano, presidente Simedet
di Fernando Capuano, presidente Simedet
Formazione, digitalizzazione e continuità ospedale-territorio: a Tor Vergata le ricette per la sanità del futuro
Nell’evento preparatorio del prossimo Forum Risk Managment dal titolo “PNRR e gestione del rischio in sanità” i principali attori della sanità a confronto
di Francesco Torre
Malattie trasmissibili, i diversi ruoli dell’Igienista dentale  
L’argomento è stato oggetto di un convegno organizzato da UNID (Unione Nazionale Igienisti Dentali) a Roma. Ribadito il prezioso contributo della figura professionale nel promuovere salute partendo dalla prevenzione delle patologie del cavo orale
Congresso Simedet, formazione continua e Pnrr per contrastare minacce come pandemia e guerra in Ucraina
Capuano (Pres. Simedet): «Esperienza pandemica, ma anche ciò che riguarda la biosicurezza e i nuovi pericoli reali, biologici e chimici, dimostrano importanza di una formazione di qualità e costante». Monti (Vicepres. Simedet): «Creare strutture permanenti per contrastare rischi come pandemie o guerre»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 luglio, sono 551.283.678 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.342.322 i decessi. Ad oggi, oltre 11,77 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...