Voci della Sanità 20 Febbraio 2020

Tecnologia, la Soi adotta le votazioni telematiche via internet

Trasparenza, sicurezza, affidabilità. Saranno queste le caratteristiche delle elezioni suppletive per il rinnovo  del Consiglio Direttivo della SOI, Società Oftalmologia italiana. Si tratta di una elezione innovativa perché per la prima volta in Italia il rinnovo dei Consiglieri di una società medico scientifica si svolgerà attraverso una piattaforma digitale, mentre un notaio certificherà il corretto […]

Trasparenza, sicurezza, affidabilità. Saranno queste le caratteristiche delle elezioni suppletive per il rinnovo  del Consiglio Direttivo della SOI, Società Oftalmologia italiana.

Si tratta di una elezione innovativa perché per la prima volta in Italia il rinnovo dei Consiglieri di una società medico scientifica si svolgerà attraverso una piattaforma digitale, mentre un notaio certificherà il corretto andamento delle procedure. Otto in tutto i posti a disposizione.
Il sistema si basa su un sito che si attiverà automaticamente alle 8 del 20 febbraio  e si chiuderà alle 15 del 27 febbraio 2020.. Ogni votante potrà esprimere fino a 8 preferenze nella rosa di 31 candidati: il sistema computerizzato aiuta chi vota a non sbagliare e impedisce di fatto l’annullamento delle schede e ogni discussione collegata.
Le operazioni di voto si svolgeranno attraverso  semplici passaggi: potranno votare solo i soci in regola con il pagamento delle quote associative per l’anno in corso. Ogni avente diritto riceverà via mail il link al sito per votare. Una volta entrati con le credenziali per l’area riservata si aprirà una maschera attraverso la quale si potranno esprimere le preferenze ai candidati. Basterà un semplice click per rendere effettivo il voto. Si potrà votare una volta sola e il voto sarà registrato in maniera segreta.

“Si tratta di una importante novità nel campo della vita associativa delle società medico  scientifiche – afferma il presidente SOI Matteo Piovella -. Sono fermamente convinto che le nuove tecnologie informatiche possano rappresentare un importante strumento per favorire la partecipazione associativa e per allargare la platea di votanti e di candidati oltre che permettere ad ogni Medico Oculista di dare il proprio contributo a sostegno della sua Società.
Nella realizzazione del sistema si è avuta estrema cura nel rendere solide ed inattaccabili le garanzie di votazione: il sito di voto invierà al notaio ed alla segreteria SOI i risultati raccolti, nella forma degli archivi grezzi prodotti dal sito, e lo spoglio avverrà in tempi minimi, dai 10 ai 30 minuti, in presenza vigile del notaio e con operazioni controllate e controllabili. Siamo dei pionieri in questo campo e crediamo che molte altre realtà anche nella pubblica amministrazione in futuro seguiranno il nostro esempio. E non si sa mai. A  mio parere la dimostrata trasparenza e sicurezza di questo sistema innovativo potremmo ritrovarcelo ben collaudato anche per le elezioni politiche del 2030″.

Particolare attenzione è stata riservata dalla SOI ai meccanismi di protezione del voto: dalla necessita di una ID e di una password al meccanismo che impedisce tassativamente di associare voto e nominativo: le preferenze registrate dal sistema non avranno alcun legame con il nominativo di chi ha espresso quel voto. Inoltre è impossibile ripetere il voto: si vota una volta sola ed il proprio voto non è modificabile dopo la conferma. Niente paura per chi non ricorda il nome utente e password della propria area riservata: potrà essere richiesta direttamente prima di votare.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Insonnia post-lockdown, Plazzi (neurologo): «La vita sociale è un sincronizzatore fondamentale del sonno, ma la pandemia lo ha compromesso»
«Per poter parlare di insonnia è necessario che il soggetto che ne soffre lamenti dei problemi anche durante il giorno: disturbi dell’attenzione, della memoria, irritabilità e, in casi più rari, anche sonnolenza diurna»
di Isabella Faggiano
Clean room per snellire le liste d’attesa. Nicolò (oculista): «“Stanze pulite” e non sale operatorie per interventi a bassa complessità»
Il presidente di Macula: «La pandemia ha determinato un calo delle prestazioni per la cura delle maculopatie che va dal 40% all’80%. Interrompere le terapie potrebbe significare peggiorare il proprio stato di salute in modo irreversibile»
di Isabella Faggiano
Gelli (Fondazione Italia In Salute): «Per il post Covid, 10mila medici in più. Mes occasione da non perdere»
«Dovremo da una parte aumentare la dotazione di posti letto per non rimanere in coda alle classifiche europee, e dall'altra procedere a nuove assunzioni. Vanno poi rinnovate le tecnologie per lo più obsolete che abbiamo nei nostri ospedali e risolto una volta per tutte il problema dell'imbuto formativo». Così il presidente della Fondazione Italia in Salute, Federico Gelli
Covid19, Fismu: «Basta cartaceo, tutte le ricette siano online»
La Federazione italiana sindacale medici uniti fa appello al ministro della salute Roberto Speranza e alle Regioni: «Serve un’alleanza dei professionisti del SSN, una proposta unitaria per una sanità moderna post pandemia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...