Voci della Sanità 27 Maggio 2020 16:26

Sollievo Bimbi, il primo hospice pediatrico della Lombardia compie un anno

VIDAS celebra la ricorrenza con #PRESENTE, speciale diretta streaming con operatori, famiglie e volontari insieme a tanti amici del mondo dello spettacolo

Casa Sollievo Bimbi di VIDAS, il primo hospice pediatrico in Lombardia e uno tra i pochissimi in Italia, compie un anno. Era il 4 giugno 2019 quando Geku, il primo piccolo paziente, varcò la soglia insieme a mamma, papà e sorella.

Da allora sono stati 37 i ricoveri effettuati, in alcuni casi della stessa famiglia, e sarebbero stati di più se l’emergenza Covid-19 negli ultimi tre mesi non avesse imposto di contingentare i nuovi ingressi. Casa Sollievo Bimbi, infatti, non solo accoglie i minori malati con le famiglie per accompagnarli con competenza e calore nell’ultimo tratto di vita insieme, ma offre anche ricoveri di sollievo e abilitazione in caso di gravi patologie. Questo per dare un tempo di riposo a quei genitori così provati dall’accudimento dei figli e una guida sicura alle mamme e ai papà che devono acquisire confidenza con complicati strumenti tecnologici indispensabili alla sopravvivenza dei figli.

Per celebrare il primo importante compleanno di Casa Sollievo Bimbi giovedì 4 giugno dalle ore 21 VIDAS organizzerà #PRESENTE, una diretta streaming straordinaria sui suoi canali Facebook e Youtube. Un titolo che è anche un grido di battaglia, perché VIDAS c’è sempre e assiste i malati inguaribili e le loro famiglie da quasi 40 anni per garantire loro proprio il diritto al presente, l’unica dimensione temporale in cui è importante esistere, con qualità e dignità, fino alla fine. Tanti gli amici di VIDAS che parteciperanno all’evento, tra gli altri Petra Loreggian, Debora Villa, Ale e Franz, Fabio Volo, Paolo Jannacci, Alberto Fortis insieme al presidente, Ferruccio De Bortoli, al direttore socio-sanitario Giada Lonati, agli operatori, alle famiglie e ai volontari.

Casa Sollievo Bimbi rappresenta un modello a livello nazionale perché, oltre a coniugare residenzialità e domiciliarità, si impegna a fare rete con le diverse strutture sanitarie coinvolte nel percorso di cura dei piccoli pazienti garantendo la continuità assistenziale e ponendosi come punto di riferimento per le famiglie.

L’hospice pediatrico di VIDAS è un edificio green e a basso impatto, sviluppato su sei piani, in via Ojetti 66 a Milano. Comprende sei mini appartamenti, oltre a un day hospice pediatrico con ambulatori, studi medici, palestra e spazi per attività di svago e gioco. L’equipe che lavora al suo interno è composta da sei infermieri, sei operatori socio-sanitari, un coordinatore infermieristico, un medico responsabile, tre medici, un fisioterapista, uno psicologo, un educatore, un assistente sociale, un logopedista, un dietista. Poi ci sono i volontari.

VIDAS ha realizzato Casa Sollievo Bimbi interamente con fondi propri grazie al contributo, piccolo o grande, di oltre 20mila donatori. Una struttura che non c’era e che mancava: in Lombardia, infatti, sono circa 1.200 all’anno i minori che necessitano di cure palliative, 30mila in Italia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
«Mi sento in colpa per aver sconfitto il Covid-19». Che cos’è e come combattere la sindrome del sopravvissuto
Il senso di colpa del sopravvissuto colpisce, soprattutto, le famiglie delle vittime che si trovano a fare i conti con un lutto improvviso e rapido che non permette di elaborare la morte. La psicologa: «La persona sperimenta una difficoltà nell’accettare il fatto di essere vivo e non aver potuto far niente per il caro che non c’è più»
Covid-19, l’Argentina entra nella seconda ondata con il record di morti per 100mila abitanti
Il racconto a Sanità Informazione di Hector Carvallo, professore di Medicina Interna all’Universidad Abierta Interamericana di Buenos Aires: «Situazione spaventosa, abbiamo solo l'1,9% della popolazione vaccinato con doppia dose»
Osservatorio assistenza pazienti: 2.118.973 di screening oncologici in meno, +40% di rinuncia alle cure nel 2020
Aceti: «Pubblicare tutti i dati aggiornati al 2020 e subito un Piano nazionale di recupero per il SSN»
Un italiano su tre ha rinviato le cure causa Covid. Il Rapporto Intesa Sanpaolo RBM Salute-Censis
Lo studio approfondisce le prospettive del SSN tra sostenibilità, equità e promozione della salute. L’emergenza sanitaria da Sars-Cov-2 ha accelerato le criticità già presenti provocando una profonda crisi economica che ha ulteriormente ampliato le disuguaglianze sociali
Sfide estreme sui social, perché avvengono e come proteggere i ragazzi
Giannini (Sapienza): «L’isolamento da pandemia gioca un ruolo amplificatore»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 22 ottobre, sono 242.501.427 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.929.826 i decessi. Ad oggi, oltre 6,73 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?