Voci della Sanità 17 Novembre 2021 16:54

Sanità, Cittadini (Aiop): «Bene Governo su liste di attesa, ma equilibrio bilancio Regioni non freni assistenza popolazione»

«Bene il Governo che, nella legge di Bilancio, ha previsto le risorse necessarie per il recupero delle liste di attesa. Ci preoccupa, tuttavia, l’allarme lanciato dalle Regioni e dalle Province Autonome, in particolare quelle che hanno problemi di equilibrio finanziario ormai da decenni. Fatta salva l’esigenza di tenere sotto controllo la spesa, infatti, è prioritario […]

«Bene il Governo che, nella legge di Bilancio, ha previsto le risorse necessarie per il recupero delle liste di attesa. Ci preoccupa, tuttavia, l’allarme lanciato dalle Regioni e dalle Province Autonome, in particolare quelle che hanno problemi di equilibrio finanziario ormai da decenni. Fatta salva l’esigenza di tenere sotto controllo la spesa, infatti, è prioritario che su questi temi lo stanziamento per fare fronte all’emergenza risulti realmente aggiuntivo rispetto al FSN e immediatamente disponibile». Lo afferma Barbara Cittadini, presidente dell’Associazione italiana ospedalità privata, che aggiunge: «I fondi destinati a risolvere i problemi creati dalla pandemia, tra i quali quelli per lo smaltimento delle liste di attesa, che si sono allungate a causa del Covid-19, devono essere svincolati dagli equilibri di bilancio delle singole Regioni, in questo modo ciascuna di esse potrà beneficiarne concretamente, senza differenze su tutto il territorio nazionale».

Cittadini precisa: «Condividiamo e comprendiamo, quindi, la preoccupazione delle Regioni e riteniamo che vadano ascoltate ma, soprattutto, che si trovi il modo affinché le persone abbiano l’opportunità di trovare un’adeguata risposta alla loro domanda di salute, come diritto costituzionalmente garantito. Esiste la possibilità che i sistemi sanitari regionali vadano in disavanzo e questo, fanno notare i Governatori, non per una cattiva gestione finanziaria delle sanità regionali ma per un oggettivo aumento multi fattoriale dei costi, che, per altro, investe tanto la componente di diritto pubblico quanto quella di diritto privato del SSN».

Prosegue la presidente di Aiop: «La sicurezza finanziaria deve arrivare dal vincolo di destinazione delle risorse aggiuntive, dal rispetto della specificità dei fondi e dall’ammontare predeterminato della spesa. Occorre, infatti, vigilare sul rispetto di questi vincoli e porre i giusti limiti sui vari capitoli dei bilanci delle Regioni che hanno precari equilibri a causa di deficit strutturali accumulati nel tempo, ma bisogna anche agevolarle nella spesa per la risoluzione di problematiche urgenti come l’accumulo emergenziale delle liste d’attesa. Non consentendo la spesa in deficit per questi specifici obiettivi – sottolinea – se è vero che oggi abbiamo compreso che la spesa in sanità può essere considerato un investimento, il rischio potrebbe essere quello di generare ulteriori disagi, aumentando ad esempio la mobilità sanitaria verso le Regioni senza disavanzi, creando disequilibri di bilancio maggiori nel medio periodo di quelli che nel breve si tenta di arginare».

«L’Aiop – conclude – rinnova la completa disponibilità delle strutture associate a collaborare in modo efficace e costruttivo per assicurare a tutti gli italiani, senza distinzioni regionali, cure efficaci, efficienti e tempestive».

Articoli correlati
Cittadini (Aiop): «Al SSN serve una nuova programmazione sanitaria, valorizzare ruolo componente privata»
Incontro sul PNRR per fare il punto sui fondi europei e sulle politiche nazionali dedicate alla salute. Nel corso dei lavori è stata presentata una ricerca dell’Università Bocconi sul “ruolo della componente di diritto privato del SSN per l'implementazione di Next Generation EU
Sanità, Cittadini (Aiop): «Bene indennità che valorizzi i professionisti dell’area di emergenza del SSN»
«La proposta del Ministro della Salute Speranza di un’indennità accessoria di 90 milioni di euro alle retribuzioni di medici, infermieri e altri operatori sanitari impegnati nei Pronto Soccorso e nelle strutture di emergenza è il segnale di un cambiamento reale della politica sanitaria del Governo, che va sostenuto in una prospettiva di miglioramento strutturale complessivo […]
Liste d’attesa, contratti, personale, Cittadini (Aiop): «Stato coinvolga privati in prestazioni non erogate per Covid»
La Presidente dell’Associazione Ospedalità privata contesta la legge voluta dal governo Monti che blocca i tetti di spesa per il privato accredito: «Per noi è una legge incostituzionale». Sui contratti bloccati, a partire da quello dei medici, spiega: «Dopo quanto successo con il comparto, stiamo aspettando che il governo rinnovi le tariffe»
di Francesco Torre
Manovra, Cittadini (Aiop): «Con risorse stanziate avviare nuova programmazione sanità»
«Le risorse stanziate per la sanità, con la legge di Bilancio, consentono nuove prospettive di sviluppo in un settore che, per troppo tempo, è stato interessato da tagli lineari alla ricerca scientifica, al personale precario, alla formazione, ai posti letto e ai budget». Così Barbara Cittadini, presidente di Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, che aggiunge: «I […]
Sanità, Cittadini (Aiop): «Incremento Fondo sanitario fondamentale, prioritario intervenire su liste di attesa»
«L’incremento del Fondo sanitario nazionale, annunciato dal ministro della Salute Roberto Speranza, è una notizia importante, che apre nuove prospettive in un settore fino ad oggi interessato solo da tagli e chiusure». Lo afferma Barbara Cittadini, presidente di Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, commentando le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha annunciato […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 3 dicembre, sono 264.261.428 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.235.680 i decessi. Ad oggi, oltre 8,08 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

«A Natale 25-30mila casi al giorno e 1000 decessi settimanali. Tutto dipenderà dal Governo». L’analisi del fisico Sestili

L’intervista al divulgatore scientifico Giorgio Sestili: «La curva continuerà a crescere di un 25-30% settimanale. Lo scenario drammatico in Austria e Germania si può ripropo...