Voci della Sanità 1 Giugno 2021 12:14

Libia, Cittadini (Aiop): «Pronti a collaborare per la ricostruzione della sanità libica»

L’Associazione italiana ospedalità privata è pronta a garantire un contributo concreto al rilancio della sanità libica, sia sotto il profilo delle strutture che dovranno essere ricostruite sia dal punto di vista della formazione professionale di medici, infermieri e operatori sanitari

«Le strutture associate all’Aiop sono pronte a collaborare con le proprie risorse umane e la qualità professionale dei propri operatori nella ricostruzione della sanità in Libia, trasferendo il know how necessario nell’ambito dei progetti che saranno avviati, in una prospettiva di sviluppo che veda la Libia, seppur con le persistenti difficoltà, ritrovare la necessaria fiducia nel proprio futuro». Lo ha detto Barbara Cittadini, presidente di Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, a margine del business forum ‘La nuova Libia si presenta alle imprese italiane‘, che si è svolto alla Farnesina, alla presenza del ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio, del ministro della Salute Roberto Speranza e con la partecipazione del premier libico, Abdul Hamid Dbeibah.

«La pandemia ci ha insegnato che la sanità ricopre un ruolo di fondamentale importanza negli equilibri e nello sviluppo a livello globale e, quindi, anche per la nuova Libia – ha sottolineato Cittadini, aggiungendo che – come emerso nel corso del business forum della Farnesina, lo stesso Primo Ministro libico ha tra i suoi obiettivi principali la modernizzazione delle strutture ospedaliere e la qualità dei servizi che esse potranno erogare».

La Presidente Aiop ha poi evidenziato: «Siamo a disposizione per garantire un contributo concreto al rilancio della sanità libica, sia sotto il profilo delle strutture che dovranno essere ricostruite sia dal punto di vista della formazione professionale di medici, infermieri e operatori sanitari, anche in un’ottica di gestione dell’emergenza pandemica. La transizione avviata dalla Libia apre a nuove opportunità di collaborazione e cooperazione sanitaria – ha concluso Cittadini – nei confronti delle quali offriamo la nostra massima disponibilità».

Articoli correlati
Formazione ECM, sanità territoriale e intesa pubblico-privato. La ricetta di D’Amato per non sprecare il PNRR
Sanità Informazione ha chiesto all’assessore alla Sanità del Lazio D'Amato cosa ci ha insegnato la pandemia e come utilizzare al meglio i fondi in arrivo dall’Europa
Costo energia, tetto di spesa e contratti: i nodi della sanità privata. Cittadini (AIOP): «Pandemia non ha insegnato nulla»
La presidente dell’Associazione italiana ospedalità privata chiede di rivedere il tetto che blocca al 2011 la spesa per il privato accreditato. E poi si dice preoccupata per la diminuzione della spesa sanitaria sul PIL: «Con il PNRR costruiamo le Case di comunità ma poi come le gestiremo con una spesa sanitaria inferiore a quella pre-pandemia?»
di Francesco Torre
Diabete, al via il corso di formazione per medici libici della Società Italiana di Diabetologia
Il corso a distanza prenderà il via il 16 maggio. Il diabete è in aumento esponenziale soprattutto nei paesi in via di sviluppo come quelli africani affacciati sul Mediterraneo
Ddl Concorrenza, Cittadini (Aiop): «Sanità trascurata, rischio fuga investitori e difficile programmazione investimenti»
Secondo la presidente AIOP «esiste il concreto rischio di una fuga all’estero degli imprenditori. Il Ddl Concorrenza interviene con l’articolo 13 sulla disciplina di accreditamento e convenzionamento delle strutture di diritto privato, con l’effetto di promuovere la concorrenza tra i soli erogatori di diritto privato e non tra quelli di diritto pubblico»
PNRR e case della salute, Aiop Lazio le boccia: «Pazienti preferiscono il PS. Pochi investimenti in formazione»
Secondo la presidente Faroni, il Piano nazionale di ripresa e resilienza «corre esclusivamente su binari di tipo edilizio. Le risorse andrebbero spese per i pazienti, non per le strutture»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 maggio, sono 527.393.956 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.283.228 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto