Voci della Sanità 11 Febbraio 2022 11:28

Formazione medica online, parte quella ‘asincrona’ dell’Ordine di Milano

Corsi di aggiornamento on line, riconosciuti da Agenas che si possono svolgere comodamente e in forma gratuita in ogni momento dell’anno. Primo corso a partire dal 14 febbraio e disponibile fino al 31 dicembre

Formazione medica online, parte quella ‘asincrona’ dell’Ordine di Milano

Dal lunedì 14 febbraio i medici e gli odontoiatri potranno sperimentare la formula di corsi di Formazione a Distanza (Fad) in modalità ‘asincrona’: si tratta di un tipo formazione che consente di organizzare il tempo dedicato all’apprendimento in base alle proprie esigenze. Il primo corso, di questa tipologia, rilancia la tradizione della Scuola di Deontologia Medica ed Etica del Comportamento Professionale, fiore all’occhiello dell’OMCeOMI: “Antropologia medica e medicina narrativa”. A questo ne seguiranno altri.

L’Ordine di Milano è stato costantemente promotore di momenti formativi che erogano crediti ECM agli iscritti, diventando prima Provider per eventi residenziali e dal settembre 2021 ha concluso il difficile e rigoroso percorso di accreditamento per diventare anche provider nazionale per la FAD. I corsi dell’OMCeOMI trattano temi di deontologia, attualità medico-scientifica, giuridica, sanitaria, anticipando e spesso contribuendo alla formazione delle linee guida, che di prassi costituiscono l’insieme delle buone pratiche mediche. La piattaforma dedicata alla formazione è organizzata dall’Ordine dove i professionisti possono fruire dei percorsi formativi a distanza, webinar e FAD asincrone.

«Che la formazione organizzata dall’Ordine di Milano si sarebbe arricchita della formula ‘a distanza’, ovvero i webinar on-line, era nelle cose e in cantiere già da un lustro – spiega Roberto Carlo Rossi, presidente Omceomi –. Nei fatti questo si è concretizzato in piena emergenza sanitaria generata dalla pandemia da Covid 19. Quando la categoria era squassata dai contagi, impegnata a gestire l’emergenza sanitaria, l’Ordine di Milano non solo ha provveduto ad organizzare la formazione obbligatoria per legge, ma ha spesso fornito aggiornamenti che sono risultati essenziali nel lavoro quotidiano di migliaia dei molti medici in prima linea durante l’emergenza di cui solo oggi si percepisce una via d’uscita. Almeno si spera».

In meno di due anni l’OMCeOMI è stato in grado di organizzare mensilmente dai 3 ai 6 webinar della durata di due ore (il lunedì o martedì sera e il sabato mattina) attraverso la propria piattaforma. Dal 14 febbraio gli scritti all’Ordine potranno sperimentare anche la formula dei corsi di formazione a distanza (Fad) in modalità asincrona: moduli di apprendimento pre registrati che saranno a disposizione per la formazione nell’arco dell’anno.

«Il primo corso porta on line la scuola di deontologia, altro fiore all’occhiello della formazione organizzata dall’OMCeOMI– aggiunge il presidente Rossi –. Il titolo è ‘Antropologia medica e medicina narrativa’ e si occupa della malattia, non solo come un’alterazione dell’integrità anatomica e funzionale della persona ma spesso come esperienza che sovverte l’ordine esistenziale e il suo stato emotivo. Il corso si propone attraverso la trattazione dei vari temi ed esperienze di promuovere nei partecipanti una riflessione culturale ma anche una riformulazione personale del ruolo del medico nella dimensione della relazione con il paziente. A marzo sarà pronto un corso interamente dedicato a medici che muovono i primi passi nella professione. Ad aprile il corso sulla medicina di genere, che va nella direzione della personalizzazione della cura».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
La medicina legale con Anelli. Palermo (Comlas): «Formazione continua indispensabile, non si finisce mai di studiare»
Vincenza Palermo (Presidente Comlas), Alessandro Dell’Erba (Presidente Famli) e Raffaele Migliorini (Medico legale Inps) concordano con il Presidente Fnomceo sulla importanza dell’aggiornamento professionale nell’ambito della medicina legale e della responsabilità sanitaria
ECM, Leoni (Fnomceo): «Prima responsabilità verso il paziente. Per deontologia e per legge»
L’intervista a tutto tondo a Sanità Informazione: «Formazione ECM uno stimolo ogni giorno. Investire sul personale medico e infermieristico, riprogrammare le risorse per la sanità territoriale. Bisogna considerare la sanità come un investimento e non come un costo in termini di salute dei cittadini»
In Italia è Padel-mania, ma gli esperti avvertono: «Contro i traumi in aumento, più prevenzione e preparazione fisica»
Al via i corsi Consulcesi con la collaborazione del dott. Andrea Grasso per formare medici e operatori sanitari a riconoscere e contrastare i danni fisici legati allo sport
Formazione ECM, Monaco (Co.Ge.A.P.S.): «Obbligo morale e deontologico scritto nel DNA del medico»
L’inadempienza potrebbe comportare ricadute assicurative. «Al di là dell’obbligo di legge, ogni medico deve formarsi per dare al cittadino il massimo della professionalità e delle competenze». Così Il segretario della Federazione degli ordini dei medici sull'ECM
Ecm, Anelli: «Formarsi significa garantire la qualità delle prestazioni»
Il Presidente Fnomceo incentiva la formazione medica e invita ad assolvere l’obbligo formativo in vista della stretta sulle polizze assicurative. «Oggi il professionista sanitario non formato si trova di fronte a delle difficoltà di carattere medico legale. Né le assicurazioni, né i giudici potranno comprendere perché non si è formato»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...