Voci della Sanità 28 Aprile 2020 15:53

Coronavirus, Rostan e Occhionero (Iv): «Sostegno psicologico sia garantito a tutti»

«In diverse regioni italiane il rapporto tra numero di psicologi impegnati nel servizio sanitario e potenziali richiedenti aiuto è assolutamente sproporzionato. Bisogna impiegare tutte le risorse possibili per colmare questo gap» sottolineano Michela Rostan e Giuseppina Occhionero, deputate di Italia Viva

«Occorre garantire adeguato sostegno psicologico alla più ampia fascia di popolazione possibile, a partire dalle persone che hanno maggiormente sofferto il lockdown, se vogliamo che la Fase 2 riesca concretamente a far ripartire il nostro Paese. Sono tanti i segnali d’allarme registrati in questi giorni dagli esperti tra la popolazione: stati d’ansia, insonnia, paura d’uscire, stati d’angoscia legati alla mancanza di stabilità. Per molti nostri concittadini l’isolamento è stato traumatico e dobbiamo necessariamente farci carico di difendere il capitale umano prima ancora di quello economico. In diverse regioni italiane il rapporto tra numero di psicologi impegnati nel servizio sanitario e potenziali richiedenti aiuto è assolutamente sproporzionato. Bisogna impiegare tutte le risorse possibili per colmare questo gap». Lo hanno dichiarato Michela Rostan e Giuseppina Occhionero, deputate di Italia Viva .

«Sarebbe un grave errore – proseguono Rostan e Occhionero – pensare che con un semplice decreto tutti possono ritornare alla vita di prima senza alcuna conseguenza. Ci riferiamo in particolar modo a chi ha perso i propri cari senza nemmeno poterli salutare, agli anziani, agli studenti che hanno dovuto interrompere bruscamente l’attività scolastica, ai bambini che d’improvviso non hanno più frequentato i nidi e le scuole materne, a quanti hanno perso il posto di lavoro o hanno dovuto chiudere la propria attività definitivamente. Abbiamo il dovere di aiutare proprio chi ha subito di più la straordinarietà del dramma che stiamo vivendo perché la ripartenza deve riguardare tutti, nessuno escluso».

Articoli correlati
Carnevali (Pd): «Su sostegno psicologico fare di più, non può essere condizionato a possibilità economiche»
La capogruppo dem in commissione Affari sociali si dice soddisfatta dell’obbligo vaccinale per gli over 50: «La vaccinazione è lo strumento di prevenzione che più ci permette di contenere l’epidemia ma soprattutto di evitare i ricoveri e di finire in terapia intensiva»
di Francesco Torre
Giornata Mondiale Alzheimer, il 21 settembre Aima offre colloqui psicologici gratuiti alle famiglie
Il 21 settembre AIMA darà vita, inoltre, a una diretta streaming sui social ricca di appuntamenti da non perdere, con documentari, video e interviste ad autorevoli rappresentanti del mondo della scienza e della ricerca
Vaccini, Rostan (Misto): «Obbligo vaccinale per il personale scolastico è scelta di responsabilità»
«Introdurre l’obbligo vaccinale per il personale scolastico è una scelta di responsabilità assolutamente in linea con la strategia di prevenzione e contrasto adottata dal governo Draghi con il supporto del Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo. L’emergenza Covid-19 non è affatto superata e non possiamo consentirci l’esplosione di nuovi cluster alla ripresa dell’anno scolastico. Chi tenta […]
Dl Sostegni bis, Boldrini (Pd): «Importanti emendamenti su sostegno psicologico e servizi neuropsichiatria infantile»
«Nel decreto Sostegni bis che il Senato sta per approvare in via definitiva, come Pd siamo riusciti a ottenere importanti interventi di miglioramento per la sanità, che valgono svariati milioni di euro. Un buon inizio». Lo ha detto in Aula la senatrice del Pd Paola Boldrini, vicepresidente della Commissione Sanità. «Abbiamo lavorato molto – spiega […]
Covid 19, Rostan: «Seguire Macron su Green Pass, emergenza non è finita»
«La tutela della salute pubblica deve rimanere il primo e unico obiettivo per la nostra comunità» sottolinea la Vice Presidente della Commissione Affari Sociali
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 13 maggio, sono 520.120.789 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.260.307 i decessi. Ad oggi, oltre 11,39 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Se la linea del tampone rapido appare sbiadita significa che la carica virale è più bassa?

Il tampone rapido, oltre a verificare l'eventuale positività, è anche in grado di definirla in termini quantitativi?
di Valentina Arcovio
Salute

Epatite acuta pediatrica misteriosa. Caso del bimbo di Prato, Basso (Bambino Gesù): «Migliora spontaneamente»

Si sta facendo strada l’ipotesi che possa trattarsi non dei classici virus che danno vita alle epatiti A, B e C, ma di un adenovirus, spesso causa solo di banali raffreddori, che nei bambini pu&...