Voci della Sanità 11 Marzo 2020 18:00

Coronavirus, Federazione Chimici Fisici si appella al governo: «Chiediamo sostegno chiaro e tangibile ai professionisti»

La presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici Nausicaa Orlandi chiede all’esecutivo necessarie misure straordinarie: «I professionisti sono il motore pulsante della nostra nazione. Ci auguriamo che il Governo li aiuti a continuare a pulsare con lo stesso ritmo»

La Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici (FNCF) scende in campo per chiedere al governo aiuti concreti per i professionisti del settore colpiti dalla crisi generata dall’emergenza coronavirus.

«A seguito del nuovo Dpcm 10/03 recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 su tutto il territorio nazionale, il lavoro dei liberi professionisti, degli studi professionali, delle imprese, dei loro dipendenti e collaboratori sta vivendo un momento di forte crisi che necessita nell’immediato di azioni reali di sostegno da parte del Governo» si legge in una nota della Federazione presieduta da Nausicaa Orlandi.

«L’emergenza Coronavirus coinvolge direttamente il lavoro dei professionisti, dei liberi professionisti, degli studi professionali, delle imprese, dei loro dipendenti e collaboratori che non possono restare senza reali azioni di sostegno in un momento così critico. Una criticità destinata a pesare fortemente sull’economia, e gli effetti stanno già avvenendo sui professionisti, in particolare i liberi professionisti che si troveranno a fare i conti sin da subito con le problematiche delle liquidità di cassa. Chiediamo in questo frangente un segnale chiaro da parte del Governo al fine di sostenere i professionisti, evitando di ingenerare crisi di liquidità dovute da un lato a mancate entrate e dall’altro a uscite legate all’emergenza sanitaria ed al versamento di tributi e contributi».

«Considerando che l’emergenza si riversa su tutto il territorio nazionale, e che gli scenari sono quelli di un’incertezza lavorativa senza precedenti, chiediamo di:

  • sospendere i versamenti e gli adempimenti tributari, contributivi e assistenziali e relativi all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni, compresi quelli relativi alle ritenute e ai tributi locali, e, alla scadenza, previsione di un periodo congruo di rateazione dei pagamenti sospesi;
  • estendere a tutto il territorio nazionale l’indennità mensile per i professionisti, e titolari di studio professionale o impresa prevista dall’art.16 del Decreto Legge 2 marzo 2020 n. 9, valutando la possibilità di aumentare l’importo previsto di 500 euro per un massimo di tre mesi in quanto non sufficiente stante la situazione attuale che prevede forti limitazioni di spostamento con conseguente perdita di attività;
  • estendere i fondi previsti a sostegno delle PMI anche ai professionisti all’accesso alla CIG in deroga per studi professionali;
  • riduzione al 50% della base imponibile IMU per i fabbricati utilizzati per l’attività professionale;
  • garantire a tutti i professionisti sanitari che operano nelle strutture e che tanto stanno contribuendo per l’emergenza dispositivi di protezione individuale in numero adeguato e sufficiente oltre al sostegno necessario per garantire;
  • prorogare il termine per l’approvazione del bilancio consuntivo degli enti pubblici, quali, ad esempio, quelli degli enti territoriali e degli Ordini professionali».

L’azione della FNCF per i propri iscritti e l’appello al Governo

In prima linea la Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici (FNCF), che sin dall’inizio ha seguito questa situazione di criticità sanitaria prevedendo un immediato spostamento del pagamento del tributo per l’iscrizione all’Albo per coloro che si trovavano nei comuni della cosiddetta “zona rossa”, e allo stesso tempo, chiedendo al Governo che i professionisti abbiano parimenti diritto ad adeguate misure compensative, tenendo conto dei vari ambiti in cui operano. Successivamente, in considerazione della situazione in cui versa tutto il territorio nazionale, la Federazione, con determina del Presidente Nausicaa Orlandi, ha ritenuto fondamentale supportare tutti gli iscritti del territorio nazionale spostando al 30 giugno 2020 la scadenza del pagamento del contributo annuale dovuto alla FNCF per l’iscrizione all’Albo dei chimici e dei fisici. 

«Riteniamo fondamentale un intervento da parte dello Stato a sostegno dei professionisti tutti, ed in particolare dei liberi professionisti e degli studi professionali che sono ora in prima linea, insieme ai nostri professionisti che quotidianamente operano sul fronte sanitario ospedaliero, a cui va il nostro grazie. I professionisti sono il motore pulsante della nostra nazione. Ci auguriamo che il Governo li aiuti a continuare a pulsare con lo stesso ritmo», dichiara il Presidente Orlandi.

«Stante l’attuale situazione di emergenza – prosegue – chiediamo al Governo che i professionisti abbiano parimenti diritto ad adeguate misure compensative, tenendo conto della situazione reale di emergenza e degli scenari che dalla stessa derivano. È fondamentale che il Governo garantisca immediatamente un sostegno economico chiaro e tangibile. Un contributo a questi professionisti è doveroso».

La FNCF ribadisce la volontà di richiedere agli enti preposti, e nello spirito della massima collaborazione, alle Istituzioni provvedimenti a tutela dei professionisti che, in questo momento di difficoltà, sono fra le poche categorie a non beneficiare di concreti aiuti.

Articoli correlati
Sicurezza sul lavoro, lettera FNCF al governo: «Esperti chimici e fisici siano presenti nelle aziende e negli enti preposti al controllo»
«Le morti bianche non vedono flessione e nei vari settori del mondo manifatturiero e dei servizi si registrano continui incidenti sul lavoro con esiti fatali e preoccupano gli infortuni e le malattie professionali che colpiscono silenziosamente i lavoratori di comparti diversi». Così si legge nell’incipit di una lettera inviata dalla Federazione degli Ordini dei Chimici […]
FNCF e Società Italiana di Fisica insieme per la divulgazione e la formazione scientifica 
Un accordo che vedrà la costituzione di un Comitato di Indirizzo per la realizzazione di importanti iniziative nel mondo della Fisica rivolte a giovani e professionisti
Chimici-Fisici e Società Chimica Italiana insieme per la divulgazione e la formazione scientifica 
L'accordo vedrà la costituzione di un Comitato di Indirizzo per la realizzazione di importanti iniziative nel mondo della Chimica rivolte a giovani e professionisti
Moneta dedicata alle professioni sanitarie, Orlandi (FNCF): «Importante segno di gratitudine»
La moneta da 2 euro in edizione speciale, raffigura un operatore e un’operatrice in rappresentanza dell’intero settore dei professionisti della Salute
Chimici-Fisici, Orlandi (FNCF): «Bene 38mila medici specializzati in più, ma ora investire nella formazione di tutti i professionisti sanitari»
Nausicaa Orlandi, Presidente della FNCF: «Un importante traguardo per i medici, una rampa di lancio per Chimici, Fisici e per tutte le altre professioni sanitarie»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 14 gennaio, sono 320.249.932 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.521.977 i decessi. Ad oggi, oltre 9,56 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre