Voci della Sanità 20 Maggio 2020

Covid19, Fondo di solidarietà esteso a tutte le professioni sanitarie. Beux: «Ora tavolo di confronto con gli Ordini»

«In vista dei decreti attuativi, è necessario convocare senza indugio il tavolo di confronto per realizzare la procedura di conciliazione» sottolinea il Presidente della FNO TSRM e PSTRP Alessandro Beux

Dopo una fitta corrispondenza con le Istituzioni, finalmente si è giunti alla pubblicazione del DL Rilancio che estende il Fondo di solidarietà per il risarcimento ai famigliari degli operatori sanitari vittime di Covid-19, aggiustando le omissioni della prima stesura. «Tutto è bene quel che finisce bene – ha commentato il Presidente della FNO TSRM e PSTRP Alessandro Beux – dato che la Federazione nazionale delle Professioni Sanitarie è stata la prima a chiedere un intervento dello Stato con questa finalità, proponendo un tavolo di conciliazione, salvo poi essere beffata dalla formulazione dell’art. 22-bis del DL precedente, cosiddetto Cura Italia, che aveva previsto che del fondo potessero beneficiare solo i familiari di medici, infermieri e operatori socio-sanitari. La pronta e puntuale denuncia delle FNO ha creato i presupposti necessari a determinare la pubblicazione dell’art. 10 del DL Rilancio che corregge l’errore estendendo il fondo a tutti gli esercenti le professioni sanitarie».

«A questo punto, data la necessità dei decreti attuativi – sottolinea l’avvocato Laila Perciballi, referente della Federazione – è ancor più evidente l’utilità di un tavolo di confronto per consentire ai famigliari degli operatori sanitari vittime di Covid-19 di accedere al Fondo di solidarietà e scongiurare altri errori».

«Ebbene – commenta il Presidente Alessandro Beux – dato che il 14 aprile Stefano Bonaccini, in rappresentanza delle Regioni italiane, aveva ribadito la propria disponibilità all’apertura del tavolo di confronto vincolandola alla presenza delle Amministrazioni centrali e della Protezione civile e dato che lo scorso 5 maggio il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha comunicato che il Dipartimento non ha profili di competenza sul tema, la Federazione rivendica il diritto a un immediato chiarimento tra tutte le parti su chi abbia competenza in materia, affinché una questione tanto delicata non si risolva in un rimbalzo di responsabilità che risulterebbe offensivo per le vittime ed i loro famigliari».

«Ora, in linea con le precedenti note – commenta Laila Perciballi – si attende la tempestiva convocazione del tavolo di confronto così da concordare, in un dialogo che veda coinvolte tutte le Federazioni nazionali degli Ordini interessate e i soggetti a diverso titolo coinvolti, le modalità di attuazione e di implementazione del Fondo di solidarietà così da porre in essere agevoli procedure di conciliazione per l’accesso dei famigliari delle vittime, la verifica dei presupposti, la quantificazione dei risarcimenti».

Articoli correlati
Professioni sanitarie, i numeri della FNO TSRM e PSTRP: oltre 151mila iscritti agli Albi, quasi 22mila agli elenchi speciali
In una lettera ai presidenti provinciali e al Ministero della Salute il Presidente Alessandro Beux ha voluto ricordare l'anniversario del primo luglio 2018, giorno dell'apertura delle iscrizioni: «Numeri impressionanti, in termini assoluti e relativi; numeri che testimoniano l’affidabilità sia di coloro che, prima, li hanno stimati sia di coloro che, dopo, li hanno determinati»
Covid-19, Regimenti (Lega): «Plasma iperimmune, Ue lanci appello e raccolta fondi per sostegno terapia»
«Vogliamo conoscere la posizione ufficiale della Commissione sulla terapia al plasma iperimmune, ottenuto dal sangue dei guariti su pazienti affetti da forme molto gravi di coronavirus» si legge nella missiva inviata dall'eurodeputata Luisa Regimenti al Commissario Ue alla Salute Stella Kyriakides
Infermiere di famiglia, De Palma: «Non limitarlo ad assistenza domiciliare». Beux: «Attenti a sovrapposizioni con assistente sanitario»
Nel corso delle audizioni in Senato, il presidente del sindacato Nursing Up Antonio De Palma chiede l’istituzione di una “Convenzione nazionale” sul modello dei medici di famiglia. Per il presidente del maxi ordine delle professioni sanitarie Alessandro Beux il territorio va rafforzato anche con altre figure professionali che garantiscano un ampio ventaglio di prestazioni, dalla riabilitazione alla diagnostica
Migliorare la gestione delle risorse, alleggerire la burocrazia e più meritocrazia: le proposte della FNO TSRM PSTRP agli Stati Generali
Per il maxi Ordine delle Professioni sanitarie era presente il Presidente Alessandro Beux. Al primo punto la necessitò di «dare piena attuazione a quanto negli anni è stato scritto in autorevoli atti d’indirizzo: Patto per la Salute, Patto per la sanità digitale, Piano nazionale della prevenzione, Piano nazionale della cronicità»
UGL Sanità ricevuta al Ministero della Salute: «Detassare al 10% emolumenti 2020 degli operatori sanitari in prima linea contro Covid»
Tra le richieste della delegazione UGL Sanità anche quella di puntare sullo sblocco del turn over, contrastare le privatizzazioni, bloccare il costante ricorso alle esternalizzazioni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 14 luglio, sono 13.106.569 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 573.042 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 14 luglio: nell’ambito de...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»