Voci della Sanità 17 Febbraio 2023 13:15

“Accordi che curano”, Fondazione Alberto Sordi ricorda l’importanza di una vera integrazione socio-sanitaria

In occasione della Giornata Internazionale della Giustizia Sociale un workshop che intende sottolineare la necessità di un’assistenza domiciliare integrata sociosanitaria e sociale. L’evento si terrà il 20 febbraio presso l’Aula Magna dell’Università Campus Bio-Medico di Roma

“Accordi che curano”, Fondazione Alberto Sordi ricorda l’importanza di una vera integrazione socio-sanitaria

Il 20 febbraio è la Giornata Internazionale della Giustizia Sociale: istituita dalle Nazioni Unite ha l’obiettivo di evidenziare «quanto lo sviluppo e la giustizia sociale siano indispensabili per il mantenimento della pace e della sicurezza, sia tra gli Stati che a livello nazionale».

Proprio in occasione di questa importante ricorrenza, la Fondazione Alberto Sordi – in collaborazione con Regione Lazio – propone “Accordi che curano” un workshop che intende sottolineare la necessità di un’assistenza domiciliare integrata sociosanitaria e sociale.

L’evento si terrà presso l’Aula Magna dell’Università Campus Bio-Medico di Roma: i lavori saranno introdotti da Paolo Matteucci, Direttore della Fondazione Alberto Sordi, e Lorenzo Sommella, Direttore Sanitario della Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico.

Il workshop sarà strutturato in due distinte tavole rotonde. La prima tratterà il tema della cura nell’unità dei bisogni cercando di chiarire la possibilità tangibile di una reale integrazione tra assistenza sanitaria e sociale.

La sessione sarà moderata dal giornalista Francesco Giorgino (Luiss School of Government) e vedrà la partecipazione di importanti rappresentanti istituzionali: Barbara Funari (Assessora Politiche Sociali di Roma Capitale), Luisa Laurelli (Assessora Politiche Sociali e della Salute del Municipio IX), Alberto Ricci (Coordinatore Osservatorio Oasi, Cergas – Università Bocconi), Giuseppe Milanese (Presidente ConfCooperative Sanità), Paola Rizzitano (Delegata Tavolo Tecnico ADI Regione Lazio), Giovanni Capobianco (Direttore UOC Transmurale Geriatria Integrazione Ospedale Territorio – ASLRM2), Elena Megli (Direttore Sanitario Distretto 9 – ASLRM2), Antonio Mastromattei (Dirigente Area Rete Integrata del Territorio Regione Lazio), Leonardo Palombi (Segretario Commissione per la Riforma dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana).

La seconda sessione si aprirà invece alle ore 12 e tratterà l’esperienza di servizi sociosanitari e sociali che, integrati, rappresentano risposte unitarie ai bisogni di cura.

A questa tavola rotonda – moderata da Daniela Tartaglini (Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico) – parteciperanno Bianca Di Francesco (Associazione Alberto Sordi), Giancarlo Penza (Comunità Sant’Egidio), Alessia Fiandra (Fondazione Sanità e Ricerca), Leandro Pecchia (Università Campus Bio-Medico di Roma), Chiara Mastroianni (Centro Cure Palliative “Insieme Nella Cura” Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico) e Maria Vittoria Levi De La Vida (Presidente Azione Parkinson Ciociaria).

Sarà una giornata densa di momenti significativi dalla quale emergeranno visioni e proposte per un approccio di cura all’anziano sempre più integrato e funzionale alla valorizzazione della persona, della sua dignità e delle sue peculiarità: un evento preparato «con entusiasmo e impegno, perché in Fondazione Alberto Sordi – ha sottolineato il direttore Paolo Matteucci –  siamo convinti della crucialità della promozione del lavoro di rete tra i servizi sociali e sanitari per le persone anziane, affinché esse possano ricevere un’assistenza equa attraverso le varie modalità offerte dal sistema sanitario e sociale».

Articoli correlati
Giornata della Giustizia Sociale, l’importanza dell’integrazione tra assistenza sanitaria e sociale
Al Campus Bio-Medico di Roma "Accordi che curano: Verso un'Assistenza Domiciliare, Integrata, Sociosanitaria e Sociale", workshop organizzato da Fondazione Alberto Sordi con Regione Lazio per un'assistenza domiciliare integrata
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...