Meteo 17 ottobre 2017

Lotta al cancro, a Siena nasce il primo centro europeo di immuno-oncologia

Nel mese per la prevenzione del tumore al seno, nasce a Siena il CIO (Centro di Immuno-Oncologia), la prima struttura in Europa interamente dedicata alla cura dei tumori con l’immunoterapia, l’approccio terapeutico che mira a risvegliare il sistema immunitario per combattere il cancro. Come riportato sul sito dell’azienda ospedaliera universitaria senese, il centro è stato presentato […]

Nel mese per la prevenzione del tumore al seno, nasce a Siena il CIO (Centro di Immuno-Oncologia), la prima struttura in Europa interamente dedicata alla cura dei tumori con l’immunoterapia, l’approccio terapeutico che mira a risvegliare il sistema immunitario per combattere il cancro.

Come riportato sul sito dell’azienda ospedaliera universitaria senese, il centro è stato presentato ufficialmente in occasione del meeting internazionale di immunoncologia del NIBIT, Network Italiano per la Bioterapia dei Tumori. Si tratta di un ulteriore ampliamento e potenziamento del reparto di Immunoterapia Oncologica dell’AOU Senese diretto dal dottor Michele Maio, grazie anche al sostegno della Regione Toscana. La struttura ha sede presso il Policlinico Santa Maria alle Scotte ed è costituita da reparti di immunoterapia oncologica e laboratori per la sperimentazione clinica, di base ed avanzata. «Queste realtà devono essere in costante comunicazione fra loro» – dichiara il dottor Maio in qualità di Direttore dell’Immunoterapia Oncologica del Policlinico Santa Maria alle Scotte – . «Il CIO nasce dalla volontà di rendere sempre più competitivo, a livello internazionale, il programma di immunoterapia del cancro voluto e sostenuto dalla Regione Toscana a Siena. L’obiettivo – spiega il dottore – è unire i ricercatori pre-clinici e clinici in un’unica realtà operativa, per dare vita a nuove strategie nella lotta contro il cancro. Nel 2017 si prevede che al CIO afferiranno circa 3.000 nuovi pazienti. Al momento – prosegue il direttore – sono attive presso il CIO circa 40 sperimentazioni di immunoterapia in tumori di tipo diverso, dagli studi di Fase I alle Fasi III» conclude.

Il centro collabora attivamente con le principali istituzioni e network scientifici internazionali, come dimostra la partnership con il Parker Institute for Cancer Immunotherapy di San Francisco (USA) ed è l’unico centro europeo coinvolto attivamente nel progetto TESLA, mirato a sviluppare vaccini personalizzati per la cura del cancro.

Articoli correlati
Consiglio Nazionale FNOMCeO, Chersevani: «Comunicazione importante, migliorare rapporto medico e paziente»
Per la prima volta nella storia della FNOMCeO, la città di Siena è stata la culla che ha ospitatola la sede del Consiglio Nazionale, massimo organo esponenziale della Professione medica
Siena: il robot Da Vinci salva piccola paziente calabrese
Una piccola paziente di origini calabresi di appena 3 anni e mezzo è stata sottoposta con successo a un particolarissimo intervento di chirurgia robotica pediatrica, il primo in Toscana e tra i primi al mondo. Il quadro clinico era estremamente complesso, la bambina era infatti affetta da un reflusso gastroesofageo totale che le impediva l’alimentazione, […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...