Lavoro 7 Giugno 2019

Blockchain e diritti, a Milano la nuova tecnologia che misura la “patient satisfaction” per ridurre i contenziosi

Permette di raccogliere in tempo reale le opinioni di pazienti sulle cure ricevute nelle strutture sanitarie e negli studi medici. Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «Cambierà completamente il paradigma nel mondo sanitario»

Immagine articolo

Innovazione tecnologica e diritti di medici e pazienti, si ampliano gli strumenti per riportare la serenità nel rapporto tra camici bianchi e cittadini. A Milano è stato lanciato l’Arbitrato della Salute, la soluzione conciliativa ideata dal Gruppo Consulcesi, network legale leader in ambito sanitario, e trasformata in una iniziativa legislativa annunciata dal Presidente della Commissione Sanità del Senato, Pierpaolo Sileri.

Al centro del dibattito la tecnologia blockchain applicata alla “Patient Satisfaction”. Il nuovo strumento, presentato da IQVIA e dalla hi-tech company Consulcesi Tech, permette di raccogliere in tempo reale le opinioni di pazienti sulle cure ricevute nelle strutture sanitarie e negli studi medici. La puntualità del servizio, l’efficacia della comunicazione, l’accessibilità della struttura, la qualità delle cure e la professionalità del personale saranno censiti e raccolti in un database condiviso da tutte le strutture per garantire analisi confrontabili nel pieno rispetto della privacy e validati dalla blockchain.

«La blockchain è il futuro, un po’ come è stato nel passato internet», spiega Massimo Tortorella, presidente Consulcesi. «È la soluzione a tutto quello che riguarda la certificazione, dal dato sanitario al farmaco, in un mondo in cui si creano purtroppo farmaci contraffatti, in cui le cartelle cliniche spesso non corrispondono alla verità, perché vengono modificate. Attraverso la blockchain si può avere un sistema digitale che non può essere mai modificato perché ovviamente lo stesso dato viene inserito in una community e quindi allargato a tutti i possessori dell’informazione. Modificare un computer non ti permette di modificare tutta la rete e questo rappresenta la garanzia che il dato è assolutamente certo e modificabile. Cambia completamente il paradigma nel mondo sanitario: pensiamo al mondo delle survey per la parte che riguarda anche la creazione dei farmaci, quindi lo studio delle casistiche. Oggi abbiamo delle informazioni certe grazie proprio alla blockchain».

LEGGI: 300MILA CAUSE CONTRO I MEDICI, A MILANO UNA DENUNCIA AL GIORNO. ARBITRATO DELLA SALUTE E INNOVAZIONE COME SOLUZIONI

Nel corso dell’evento è stato dato spazio anche alle numerose vertenze e criticità che affliggono il comparto medico sanitario: dai turni massacranti alle borse di studio non corrisposte regolarmente agli specializzandi ‘78-2006 e ai colleghi di Medicina Generale fino appunto al sempre più preoccupante contenzioso medico-paziente. Alla presenza del segretario generale della FNOMCeO Roberto Monaco e del presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano, Roberto Carlo Rossi.

«Noi siamo qua per testimoniare attraverso una tecnologia innovativa – continua Massimo Tortorella – che con Consulcesi Tech siamo in grado di fornire a tutti gli operatori della sanità e a tutti gli stakeholder che lavorano in questo settore, quindi parliamo del mondo del farmaco, delle strutture sanitarie e del mondo dei singoli medici, applicandolo a qualsiasi elemento che riguarda i processi. Quindi la certezza dei processi, delle informazioni, della cartella clinica, del consenso informato, tutto ciò che in qualche modo appartiene ad una certificazione di carattere legale ma anche tecnico, attraverso la blockchain abbiamo la possibilità di applicare questa tecnologia per modernizzare i sistemi ancora un po’ obsoleti che la sanità italiana ancora porta con sé».

Articoli correlati
De Paolis (SIC): «Chirurgia italiana parli con voce unica. Avviato percorso tra le varie associazioni per rilancio professione»
In occasione del 121° Congresso della Società Italiana di Chirurgia, il presiedente Paolo De Paolis ha poi sottolineato il tema delle eccessive aspettative dei pazienti nei confronti del medico chirurgo: «Le possibilità del chirurgo sono moltissime, sono cresciute grazie alle nuove tecnologie ma ci troviamo sempre di fronte a un nemico terribile che è la malattia, il tumore»
Congresso Sumai, Magi: «Assumere specialisti ambulatoriali per risolvere carenza». Sileri apre: «Servono risorse»
 «Ci sono 20mila medici specialisti al di sotto dei 45 anni pronti a entrare nel Servizio sanitario nazionale ai quali si aggiungono altri 34.400 specializzandi. Nei prossimi anni andranno in pensione 52mila medici quindi, facendo i conti, tra specializzandi e specialisti si coprirebbe il turnover».  Questo uno dei passaggi centrali della relazione del Segretario generale del SUMAI Assoprof dal palco del 52° Congresso nazionale apertosi oggi a Gardone Riviera (BS)
Farmaceutica, come l’innovazione può cambiarne il passo. Liberatore (IQVIA): «Processo da velocizzare»
«In Italia l'accesso all'innovazione non è rapidissimo. Il Sistema Paese deve aiutare le aziende a renderla disponibile ai pazienti nel più breve tempo possibile e ai costi più ragionevoli». Così il general manager di IQVIA
di Federica Bosco
Superamento test numero chiuso? Speranza: «Va affrontato, tra le questioni fondamentali»
Lo ha ribadito il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine del 76esimo Congresso della Fimmg che si sta svolgendo in Sardegna. Di ieri, la notizia della sentenza del Consiglio di Stato che ha riammesso circa 250 studenti esclusi per mancanza di posti
di Diana Romersi e Giulia Cavalcanti
Numero chiuso, ordinanza del Consiglio di Stato: riammessi centinaia di studenti a Medicina
Le motivazioni: posti indicati dagli Atenei inferiori a capacità ricettiva e fabbisogno Ssn. Massimo Tortorella (Presidente Consulcesi): «A questo punto giusto mettere in dubbio l’esattezza dei posti assegnati anche per l’anno accademico 2019/2020. Test inadeguato, non si possono scegliere i medici del futuro con “quiz cabala” commissionati a una società privata»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...