Bollettino del Ministero 6 ottobre 2014

Il bollettino del Ministero

“Il punto sulla Global Health Security”

di Ministero della Salute

Il nostro Paese guiderà nei prossimi cinque anni le strategie e le campagne vaccinali nel mondo. Un risultato del quale sono fiera che ci è giunto alla riunione della Global Health Security Agenda alla quale sono intervenuta su invito del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Qui è stata ufficializzata la leadership del nostro Paese sulle vaccinazioni. E’ un importante riconoscimento scientifico e culturale al nostro Paese, si tratta di un’operazione che l’Italia intende condurre con il coinvolgimento attivo di tutti gli attori del sistema per prevenire la diffusione di malattie da tempo eradicate nei paesi occidentali e che, oltre all’impatto drammatico che hanno su decessi e patologie evitabili, impongono costi rilevanti ai sistemi sanitari.
Siamo i primi in questo settore perché l’Italia ha una grandissima esperienza di immunizzazioni e strutture già esistenti anche per gli animali, basate sul nostro concetto di ‘One Health’: nel nostro Paese un unico soggetto, il Ministero della Salute ha infatti in capo la prevenzione umana, la veterinaria e la sicurezza alimentare.
Il nostro Paese si trova al centro dell’area mediterranea e le molte crisi internazionali hanno portato a nuovi imponenti flussi migratori. E’ necessario rafforzare i controlli nei confronti di malattie endemiche riemergenti come polio, tubercolosi, meningite o morbillo. Se vogliamo evitare il collasso dei sistemi sanitari del Vecchio Continente dobbiamo rafforzare i processi di vaccinazione e le campagne informative verso tutte le persone che vivono in Europa dove sono in crescita fenomeni anti vaccinazioni.

Beatrice Lorenzin 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila