Politica 6 Ottobre 2022 15:48

Anelli (Fnomceo): «Dal prossimo governo ci aspettiamo attenzione ai professionisti»

Filippo Anelli, presidente FNOMCeO, presente al 79esimo Convegno FIMMG ha voluto parlare di Pnrr. «Il PNRR – ha detto – è uno strumento che viene messo nelle mani del SSN per ottimizzare alcuni processi come la digitalizzazione, e migliorare la medicina di prossimità»

Filippo Anelli, presidente FNOMCeO, presente al 79esimo Convegno FIMMG ha voluto parlare di Pnrr. «Il PNRR – ha detto – è uno strumento che viene messo nelle mani del SSN per ottimizzare alcuni processi come la digitalizzazione, e migliorare la medicina di prossimità. Non riguardano i professionisti, il processo si sarebbe dovuto concludere con un investimento anche a favore dei professionisti per riavviare la medicina del territorio e raggiungere tra l’8 e il 10% di assistenza domiciliare. Per farlo servono infermieri, fisioterapisti e medici che abbiano tempo. Un investimento che aumenti il numero dei professionisti e li metta in condizioni di lavorare in team, rende questo sistema più flessibile e capace di raggiungere quegli obbiettivi che tutti insieme condividiamo».

Il nuovo ministro, quale preferenza? «Preferiamo una figura politica – dice – in quanto le scelte che bisogna fare corrispondono agli obbiettivi che il governo si dà. La linea generale è sempre quella, laddove il governo ritenesse che per raggiungere quegli obbiettivi politici ci sia bisogno di un tecnico allora a quel punto si devono stabilire gli obbiettivi precisi che lo stesso dovrà raggiungere».

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 6 dicembre 2022, sono 645.938.366 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.642.462 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa