Gli Esperti Rispondono 27 Agosto 2018

Risarcimento danni per responsabilità medica: cosa deve provare il paziente per ottenere la condanna del medico?

Recentemente la Corte di Cassazione si è pronunciata delineando in maniera molto chiara proprio questa questione.  Con la sentenza 19204/18 ha infatti precisato che, stante la sussistenza del danno, il paziente non è tenuto a dimostrare la colpa del medico, ma quanto meno la connessione fra la condotta di quest’ultimo e le conseguenze dannose. Se […]

Recentemente la Corte di Cassazione si è pronunciata delineando in maniera molto chiara proprio questa questione.  Con la sentenza 19204/18 ha infatti precisato che, stante la sussistenza del danno, il paziente non è tenuto a dimostrare la colpa del medico, ma quanto meno la connessione fra la condotta di quest’ultimo e le conseguenze dannose. Se tale connessione non riesce ad essere dimostrata in sede di giudizio, la domanda di risarcimento deve essere rigettata.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Formazione

«Numero chiuso non sarà abolito, ma dal 2021 il test sarà dopo il primo anno». Parla il relatore della riforma Manuel Tuzi (M5S)

Il deputato Cinque Stelle, medico specializzando, presenterà a breve il testo base della riforma che andrà in discussione a settembre a Montecitorio. Accesso al primo anno comune a diverse facoltà ...