Stop Ingiustizie Bancarie 19 Settembre 2016

“Salva Banche”: al via i rimborsi forfettari, ma dei decreti per l’arbitrato neanche l’ombra

Lunedì 19 settembre, con un ritardo di quasi tre mesi rispetto al termine del 30 giugno fissato dal premier,  è il giorno previsto per i rimborsi forfettari per gli oltre 10mila obbligazionisti coinvolti nel fallimento di Banca Etruria, Banca Marche, Carife e CariChieti. Ancora nessuna novità, invece, riguardo ai decreti attuativi dell’arbitrato bancario, il cui ricorso rimane dunque ancora precluso.

Dieci mesi fa, in seguito alla risoluzione delle quattro banche, le azioni subordinate degli sfortunati clienti venivano azzerate per fare parzialmente fronte alle perdite registrate dagli istituti di credito. I clienti potranno ottenere il rimborso forfettario dell’80% dell’importo investito nell’acquisto dei titoli delle banche salvate, ma dovranno dimostrare l’esistenza di una serie di parametri tra cui: la data d’acquisto dei titoli – non oltre il 12 giugno 2014 – il mantenimento dei titoli in portafoglio sino alla data della risoluzione delle banche – il 22 novembre 2015 – un patrimonio mobiliare inferiore ai 100mila euro nel 2015 e un reddito complessivo non superiore ai 35mila euro nel 2014.

I rimborsi rappresentano, però, un’arma a doppio taglio: chi ne farà richiesta, anche se questa non verrà accolta, non potrà fare ricorso alla procedura di arbitrato, possibilità peraltro ancora esclusa per via della mancanza dei decreti attuativi. Questo ennesimo ritardo comporterà una conseguenza prevedibile: chi ha urgente bisogno di liquidi, e ha atteso il rimborso quasi per un anno intero, rinuncerà probabilmente alla  procedura di arbitrato e accetterà la cifra forfettaria. Anche questa volta, insomma, saranno i clienti a pagare le conseguenze di un fallimento bancario.

Articoli correlati
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 27 novembre, sono 60.997.052 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.432.299 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 27 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli