Salute 12 Giugno 2020

San Raffaele Pisana, 99 positivi e 5 decessi correlati. Unità crisi Lazio: «Destinati ad aumentare»

Salgono a 99 i casi legati al cluster dell’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma. Due donne sono decedute. I positivi sono stati trasferiti allo Spallanzani. D’Amato (assessore Salute Lazio): «Situazione sotto controllo»

San Raffaele Pisana, 99 positivi e 5 decessi correlati. Unità crisi Lazio: «Destinati ad aumentare»

Sono in totale 99 i casi positivi del focolaio dell’Irccs San Raffaele Pisana, destinati ad aumentare. Un cluster che, per l’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio «si dimostra impegnativo, ma il sistema dei doppi controlli sta funzionando, grazie alla tempestività degli interventi messi in atto sono stati individuati questi nuovi casi che erano negativi ai tamponi precedenti». “L’indagine epidemiologica andrà a ritroso a partire dal 1 di maggio e già sono stati chiamati i primi 200 pazienti dimessi dalla struttura presso i drive-in per effettuare i test sierologici L’attenzione resta altissima e i pazienti positivi sono stati tutti trasferiti. Proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine”, conclude l’assessore.

A distanza di cinque giorni dalla prima tornata di tamponi, sono emersi 16 nuovi casi positivi nell’ospedale romano. Si tratta di 14 pazienti, tutti collegabili ai primi positivi e due operatori. «I pazienti sono tutti in trasferimento verso l’Istituto Spallanzani – fanno sapere – ed è stato dato mandato alla struttura San Raffaele di comunicare tempestivamente le informazioni ai familiari». Sono, inoltre decedute due donne riferibile al cluster, una di 89 anni al Policlinico Gemelli e una di 82 all’ospedale militare del Celio. «I due dipendenti positivi – ha fatto sapere la Regione Lazio – sono un operatore sociosanitario e un fisioterapista in sorveglianza a domicilio».

LEGGI ANCHE COVID-19; IL VIRUS DELLA PAURA: IN UN DOCUFILM LA LEZIONE DA IMPARARE DALLA PANDEMIA

«La situazione al momento è sotto controllo, in quanto all’interno della struttura non vi sono più casi positivi», è quanto raccontava a “Omnibus” l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. «Abbiamo delle code che stiamo gestendo – ha proseguito– stiamo richiamando diverse migliaia di persone che sono andate in questa struttura. Abbiamo fatto oggi oltre 5 mila tamponi. Abbiamo una piccola zona rossa e l’abbiamo istituita in 6 ore. Attraverso un contatto immediato con il prefetto, dopo 6 ore c’era l’esercito a presidiare il San Raffaele».

Capire da dove nasce il contagio all’Irccs San Raffaele Pisana di Roma «è fondamentale per capire come si circoscrive il focolaio» di coronavirus Sars-CoV-2. «Noi lo facciamo ovviamente – ha proseguito D’Amato – non solo in questa occasione, ma in tutte quelle in cui c’è necessità di capire l’andamento virale e risalire a ritroso via via a colui o colei che hanno causato questo andamento dell’epidemia».

LEGGI ANCHE TAMPONI, CARTABELLOTTA (GIMBE): «TREND IN PICCHIATA. ATTIVITA’ DI TESTING NON E’ PRIORITARIA PER MOLTE REGIONI»

Cinque le zone rosse già istituite in Lazio: Fondi, Nerola, Contigliano, Compagnano e Celleno. «La tempestività – ha ribadito – è un elemento essenziale se vogliamo contrastare e limitare i danni. Questo è stato un po’ il modello che ci ha condotto: testare, tracciare e trattare. Ormai credo che sia questo l’indirizzo che deve essere seguito in tutte le regioni italiane».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Covid-19 e animali domestici, cosa c’è da sapere?
Posso contrarre l’infezione dal mio animale domestico? Esiste il rischio che il virus SARS-CoV-2 sia trasmesso dall’uomo agli animali o da animale ad animale? Cosa fare dopo la passeggiata con il cane? Il Ministero della Salute risponde ai principali quesiti
Covid, in Italia 45mila persone sorde non riescono a comunicare con il medico
Il 3 dicembre è la Giornata Internazionale delle persone con Disabilità. Il problema riguarda 7 milioni di persone con gravi difficoltà nella comunicazione e nell’interazione sociale. In collaborazione con Associazione Emergenza Sordi, Consulcesi lancia corso per migliorare dialogo in caso di necessità
Cure ospedaliere domiciliari, a Milano arriva il Virtual Hospital per seguire i pazienti da remoto
L’ideatore del progetto, il Preside della facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Statale, Gian Vincenzo Zuccotti, spiega: «Piattaforma per ospedali e medici di base per garantire visite specialistiche a tutti i pazienti da remoto. Modalità semplice, due sms e una tele visita. Al termine il referto viene inserito nel fascicolo sanitario elettronico»
di Federica Bosco
Torna Dottor Libro. Andrea Vianello racconta la sua rinascita dopo l’ictus
Il 3 dicembre all’Ospedale Israelitico all’Isola Tiberina il primo appuntamento dopo lo stop imposto dalla pandemia. Nell’opera del giornalista Rai il racconto della battaglia contro la malattia
Covid-19, Report ISS-Ministero: «Cala incidenza ma avanti con drastica riduzione contatti»
Speranza firma nuova ordinanza: area arancione per Calabria, Lombardia e Piemonte, area gialla per Liguria e Sicilia. Rinnovate le misure restrittive per Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche e Toscana
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 dicembre, sono 64.527.868 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.493.348 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 2 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli