Salute 19 Ottobre 2019 09:28

“La sinfonia degli elementi”, a Roma la celebrazione della Tavola periodica. Orlandi (FNCF): «Dalla sostenibilità alla salute, chimici e fisici protagonisti»

Si è aperto con uno spettacolo di danza a tema l’evento celebrativo organizzato dalla Federazione degli Ordini dei Chimici e dei Fisici. Presente anche il chimico e deputato M5S Marco Bella: «Dobbiamo ricordarci che il mondo è chimica. L’aria che respiriamo è chimica, il pavimento dove ci poggiamo è chimica. A volte c’è la tendenza a pensare che la parola chimica abbia una connotazione negativa ma in realtà è il nostro mondo

Corpi che danzano in modo sincronico al ritmo di una musica ammaliante per ricordarci che gli elementi chimici ‘danzano’ nel grande palcoscenico della vita come su uno spartito musicale che poi altro non è che la tavola periodica degli elementi. È stato questo lo spettacolo di apertura del convegno “La sinfonia degli elementi” al Life Hotel di Roma organizzato dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici (FNCF) presieduta da Nausicaa Orlandi.

Un evento nato per celebrare l’Anno Internazionale della Tavola Periodica degli Elementi Chimici proclamato dall’Unesco che si è aperto con l’annullo filatelico: il francobollo dell’Anno Internazionale della Chimica, emesso nel 2011, è stato affisso sulla cartolina dedicata all’evento e poi annullato con un timbro riportante la data del convegno e la sigla della Federazione. Un momento speciale a cui sono seguiti i saluti istituzionali del deputato M5S e professore di Chimica Marco Bella, Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei deputati, e del Professor Christopher Brett, Vicepresidente International Union of Pure and Applied Chemistry (IUPAC).

LEGGI ANCHE: GIORNATA DEL CHIMICO-FISICO, ORLANDI (FNCF): «AMBIENTE E SALUTE, NOSTRO RUOLO DECISIVO. POLITICA NE TENGA CONTO»

«Questo evento ricade tra gli eventi conclusivi rivolti a tutti, quindi anche al pubblico, per far capire l’importanza della Tavola periodica degli elementi scoperta da Mendeleev. Una tavola che non è ferma a 150 anni fa ma che è in continua evoluzione e che ci dà prospettive di ricerca di nuovi elementi, nuovi utilizzi e nuove applicazioni. La chimica è alla base di tutto – sottolinea la presidente dell’Ordine FNCF Nausicaa Orlandi – Noi siamo chimica ma anche fisica e quindi le celebrazioni per la tavola periodica sono per noi un momento di incontro tra professionisti chimici e fisici. La tavola è punto di partenza e chiave di lettura, così come dichiarata anche dall’Unesco, per la vita e quindi ritenuta patrimonio dell’umanità».

Orlandi ha poi sottolineato il ruolo cruciale che chimici e fisici ricoprono nella società di oggi, in primis in quello della tutela della salute: «Chimici e fisici sono professioni che lavorano per la prevenzione della salute, quindi diciamo che siamo in buona forma ma naturalmente si può sempre migliorare. Facciamo tanti eventi e ne faremo sempre di più. Riteniamo importante che si comprenda a livello dell’opinione pubblica che è necessaria la presenza di chimici e fisici per far crescere questo Paese, a cominciare dalle tecnologie green e dalla sostenibilità, dalla sicurezza alimentare alla salute in ospedale se pensiamo ai chimici clinici e ai fisici medici. Quindi la chimica e la fisica sono fondamentali per poter crescere e per il benessere e la qualità della nostra vita».

Molti gli esponenti nazionali ed internazionali di spicco protagonisti nella prima parte del convegno, tra questi il Prof. Luigi Dei, Rettore dell’Università degli Studi di Firenze che ha tenuto una Lectio Magistralis dal titolo “Primo Levi e il sistema periodico: chimica, letteratura e memoria”. Il suo contributo ha voluto offrire una lettura in chiave scientifica, e con alto tasso divulgativo, di un racconto di Primo Levi presente nel volume ‘Il Sistema Periodico’, in cui il lettore è accompagnato nella storia entrando nelle pieghe dei periodi che rimandano a leggi, fenomeni e scoperte scientifiche.

Sul palco anche Alessandro Bacaloni, Direttore del Museo Primo Levi di Roma, e la professoressa Pilar Goya Laza, Presidente dell’European Chimical Society, l’associazione sovranazionale che coinvolge 48 società chimiche di 33 paesi diversi e circa 150mila chimici, e che ha l’obiettivo di promuovere il ruolo e l’immagine delle scienze chimiche tra i responsabili politici e il pubblico in generale, oltre che presentare la Chimica come fornitore essenziale e indispensabile di soluzioni alle sfide globali.

«Quando io ero uno studente – sottolinea a Sanità Informazione l’onorevole chimico Marco Bella – la prima cosa che ci regalarono all’Università fu la tavola periodica e quello fu un gesto piccolo di accoglienza. A volte il cambiamento si fa con piccole cose. Basta poco per sentirci una comunità. È stata una cerimonia con cui la chimica ci ha accolto nella sua comunità. Dobbiamo ricordarci che il mondo è chimica. L’aria che respiriamo è chimica, il pavimento dove ci poggiamo è chimica. A volte c’è la tendenza a pensare che la parola chimica abbia una connotazione negativa ma in realtà è il nostro mondo».

Articoli correlati
ARPA, Orlandi (Chimici e Fisici) ribadisce: «Controllo dei fattori di rischio ambientale fa parte della prevenzione della salute»
Secondo molti Direttori Generali le ARPA ed il Sistema delle Agenzie, non svolgono attività sanitaria, non essendo Enti appartenenti al SSN anche se finanziate dallo stesso. Orlandi (FNCF): «Mio dovere istituzionale tutelare la dignità professionale dei Chimici e dei Fisici al fine di garantire la tutela della salute individuale e collettiva»
Vaccino Covid-19, Chimici e Fisici a Speranza: «Ci inserisca tra le categorie prioritarie da vaccinare»
«Nessun professionista sanitario deve essere escluso dalla lista delle categorie prioritarie da vaccinare» sottolinea la Presidente della FNCF, Nausicaa Orlandi
Tutela ambientale, riformulato emendamento alla legge di bilancio che riduceva il ruolo dei professionisti sanitari
Nausicaa Orlandi (FNCF): «Auspico che venga individuata una soluzione coerente con le osservazioni indicate dal Ministero della Salute per garantire il funzionamento delle ARPA, per la salvaguardia dei professionisti chimici, fisici e biologi, anche al fine di facilitarne l’ingresso in questi enti e garantire il giusto equilibrio di competenze»
Bilancio, Biologi, Chimici e Fisici e Tecnici della prevenzione: «No all’emendamento in favore di AssoArpa»
«L'emendamento presentato dall'onorevole Braga corre il rischio di avallare una disparità con le altre figure che operano nel comparto ambientale, e tra gli stessi professionisti sanitari appartenenti alla medesima categoria» spiegano in una nota congiunta le tre professioni
Covid-19, Orlandi (FNFC): «Chimici pronti a eseguire i test antigenici rapidi nei propri studi»
Nausicaa Orlandi, Presidente FNFC e membro del Comitato Tecnico Scientifico, offre la disponibilità dei professionisti dell’Ordine per aiutare le attività di testing. «In questo modo, si potrebbe venire incontro alle esigenze della popolazione tutta» spiega. Poi chiede ulteriori misure di sostegno ai Chimici e Fisici che lavorano in settori “temporaneamente fermi”
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 24 febbraio, sono 112.116.627 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.485.601 i decessi. Ad oggi, oltre 212,15 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata da...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Cause

Perde causa contro due medici, Tribunale chiede 140mila euro di spese legali

La vicenda di una dottoressa che ha fatto causa a due colleghi perché convinta delle loro responsabilità nella morte del padre. «L'esborso mi ha messo in difficoltà ma ho proseguito in appello per...