Salute 19 ottobre 2018

“Estate Tranquilla”, parla il Comandante dei NAS Generale Lusi: «Molti casi di esercizio abusivo della professione infermieristica»

Presentato il report sui controlli estivi del Nucleo Anti Sofisticazioni dell’Arma dei Carabinieri. 3700 le ispezioni, 14 strutture socio-sanitarie chiuse. Grillo: «I nostri cittadini più fragili non possono vivere in strutture igienicamente carenti o in cui la manutenzione dei locali è scarsa o, peggio ancora, in cui le cure non sono erogate come previsto»

di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone

A dispetto del nome dell’operazione, non è stata proprio una Estate tranquilla” quella del 2018. Lo testimoniano i dati del Nucleo Anti Sofisticazioni dei Carabinieri che questa estate hanno realizzato 3741 ispezioni in tutto il territorio nazionale, sia su strutture della filiera alimentare e turistica (dalla produzione primaria fino agli agriturismi e alla ristorazione) che del settore della sanità pubblica e privata e della ricettività socio-assistenziale.

Il report è stato illustrato dal Generale Adelmo Lusi, Comandante dei Nas, al Ministero della Salute: sono state riscontrate irregolarità nel 30% delle strutture oggetto di ispezione, 127 le sanzioni penali e comminate oltre 1.500 violazioni amministrative, per un totale di un milione e 300 mila euro di sanzioni pecuniarie. In particolare, 117 aziende presentavano gravi irregolarità strutturali o igieniche da rendere necessario un immediato provvedimento di sospensione dell’attività o di sequestro. I Nas hanno inoltre eseguito ulteriori interventi cautelari individuando e operando il sequestro di quasi 15.000 kg di prodotti alimentari irregolari, impedendone la commercializzazione e il consumo finale. Riscontrate principalmente carenze igienico sanitarie, irregolarità nell’etichettatura e tracciabilità degli alimenti, inosservanza al divieto di fumo, frode in commercio e problemi sull’igiene degli alimenti.

LEGGI ANCHE: VACCINI, IN 10 GIORNI NAS SCOPRONO 55 AUTOCERTIFICAZIONI FALSE. QUASI 1500 GLI ISTI>TUTI CONTROLLATI

Nel comparto socio sanitario, soprattutto nelle case di riposo, le violazioni più frequenti sono l’abbandono di incapaci, maltrattamenti, l’omessa notifica alle autorità di persone alloggiate e la detenzione di farmaci scaduti, l’esercizio abusivo della professione sanitaria oltre che, sul fronte amministrativo, inadeguatezze strutturali, assistenziali autorizzative. «Come ministro della Salute – ha detto Giulia Grillo – mi preme sottolineare l’importanza del lavoro dei carabinieri del Nas nelle strutture socio-sanitarie. I nostri cittadini più fragili, gli anziani, le persone portatrici di disabilità, non possono vivere in strutture igienicamente carenti o in cui la manutenzione dei locali è scarsa o, peggio ancora, in cui le cure non sono erogate come previsto. Le persone non autosufficienti hanno diritto a un’assistenza adeguata e non possono essere tollerati atti di incuria».

Ne abbiamo parlato con il Generale Adelmo Lusi che ha sottolineato l’impegno profuso dai suoi uomini nel corso della stagione estiva.

Generale, nei controlli che avete effettuato questa estate avete controllato anche tante strutture socio-sanitarie. Sul tema dell’esercizio abusivo della professione, cosa avete riscontrato maggiormente?

«Beh, soprattutto per quanto riguarda la parte infermieristica. Molte case di cura assumono personale che vanta diplomi non riconosciuti dal nostro Ministero oppure diplomi che non consentono di accudire persone non autosufficienti. C’è molta confusione in questo settore e noi cerchiamo di individuare queste cose per poter intervenire e garantire ai nostri anziani un’assistenza adeguata e conforme alle leggi che pure ci sono e sono leggi stringenti e molto puntuali».

Lei ha parlato soprattutto di case di riposo per anziani, ma avete controllato anche cliniche private o ospedali?

«Questo rientra non tanto nell’attività di estate sicura, quella che noi abbiamo rapportato. Ma lo facciamo tutto l’anno: spesso facciamo controlli a sorpresa nei Pronto soccorso o anche a seguito di segnalazioni da parte di cittadini o associazioni di consumatori. Quindi gli ospedali sono anche loro un nostro settore, un nostro ambito strategico sul quale non abbassiamo mai il livello di guardia».

Continuano i controlli sulle autocertificazioni per i vaccini?

«Assolutamente sì. L’ultimo caso che posso ricordare in Sardegna, abbiamo individuato alcuni genitori che avevano fatto delle autocertificazioni infedeli e che quindi sono state segnalati all’autorità giudiziaria».

Articoli correlati
Giulia Grillo mamma di un maschietto, il parto al Policlinico Gemelli di Roma
Il Ministro e il suo compagno Gianluca hanno voluto ringraziare in una nota la ginecologa Lucia Masini e tutta l’équipe di ginecologi, anestesisti, ostetriche e neonatologi del nosocomio romano
Fertilità Sostenibile, al via il Congresso Siru a Catania
L’Italia è il fanalino di coda per denatalità nel mondo, un problema noto da decenni che sta diventando una vera e propria emergenza, come dimostrano le recenti misure inserite nella proposta di manovra del governo e le dichiarazioni del Ministro della Salute Giulia Grillo. I dati, tra i peggiori nel mondo, parlano chiaro: nel nostro […]
Il ministro Grillo incontra i rappresentanti del Patto delle Società Scientifiche: impegno per accreditamento, linee guida e decreto assicurazioni
Tra gli obiettivi dell'incontro, la piena attuazione della Legge Gelli, l’analisi dell’evoluzione epidemiologica nazionale, la definizione dei criteri per il calcolo dei fabbisogni di personale specialistico, la programmazione delle reti formative post-laurea, l’analisi dei bisogni di informatizzazione e innovazione tecnologica e la definizione degli standard appropriati a sostenere la prevenzione, le cure materno-infantili, le cure oncologiche, le terapie chirurgiche e interventistiche e le cure intensive
Giornate della Ricerca, Bartolazzi: «È unico antidoto a fake news e a cure miracolose, al lavoro per trovare risorse»
Il Presidente della Repubblica ha aperto ufficialmente “I Giorni della Ricerca” al Palazzo del Quirinale ricevendo i più autorevoli rappresentanti del mondo dell’oncologia italiana e una rappresentanza dei sostenitori di AIRC, l’associazione che promuove l’evento dal 1995 quale momento fondamentale per informare e sensibilizzare il nostro Paese sui principali progressi compiuti nella lotta contro il cancro. È […]
Ministero Salute, Guido Carpani nominato nuovo capo di gabinetto
Subentra ad Alfonso Celotto che aveva lasciato il Ministero il mese scorso. Guido Carpani era già stato capo di gabinetto per il ministro Renato Balduzzi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...
Formazione

Caos numero chiuso: tra annunci di abolizione e ondate di ricorsi

Governo vara stop ai test medicina, poi la retromarcia. Spiazzati Grillo (Salute) e Bussetti (MIUR): «Aumento accessi e borse di studio». Anelli (FNOMCeO): «Risolvere imbuto formativo». Ma l’esa...
Formazione

Rivalidazione, controlli, autoformazione e crediti FAD: tutte le novità ECM in arrivo entro la fine dell’anno

Si avvicina infatti la scadenza del secondo segmento del triennio formativo 2017-2019: la verifica dei crediti ECM raccolti dai medici per il triennio 2014-2016 comincerà con l’inizio del 2019. Ane...