OMCeO, Enti e Territori 4 Luglio 2019

Sifi annuncia l’espansione sul mercato francese con l’acquisizione di Dacudoses e Novoptine

SIFI, la principale società farmaceutica oftalmica italiana, è lieta di annunciare l’acquisizione da Laboratoire Gifrer Barbezat di Dacudoses e Novoptine, marchi leader tra gli antisettici oftalmici in Francia, con un fatturato totale di circa 6 milioni di euro. Dacudoses è il marchio leader negli antisettici da prescrizione rimborsati in Francia, prescrivibile da oftalmologi e medici […]

SIFI, la principale società farmaceutica oftalmica italiana, è lieta di annunciare l’acquisizione da Laboratoire Gifrer Barbezat di Dacudoses e Novoptine, marchi leader tra gli antisettici oftalmici in Francia, con un fatturato totale di circa 6 milioni di euro.

Dacudoses è il marchio leader negli antisettici da prescrizione rimborsati in Francia, prescrivibile da oftalmologi e medici di medicina generale. Dacudoses viene, infatti, comunemente utilizzato come collirio in caso di congiuntivite lieve e / o altre infezioni, e gode di una grande considerazione in Francia.

Novoptine è un collirio antisettico da banco, utilizzato per il trattamento delle infezioni oculari e della congiuntivite.

SIFI commercializzerà direttamente entrambi i prodotti attraverso la sua controllata SIFI France S.A.S. a partire da gennaio 2020. Si prevede che il segmento di mercato di riferimento crescerà per l’incremento dell’incidenza di patologie oculari, come la congiuntivite batterica e quella allergica.

Secondo le Linee Guida sulle Infezioni della Superficie Oculare della AFSSAPS (Agence Française de Sécurité Sanitaire des Produits de Santé), la congiuntivite batterica lieve negli adulti, in assenza di fattori di rischio, deve essere trattata lavando l’occhio con soluzione salina associata a soluzioni antisettiche, da preferire all’utilizzo degli antibiotici.

 

“Questo accordo strategico rappresenta una pietra miliare significativa per la nostra azienda, essendo la prima acquisizione realizzata sin dalla nostra fondazione, e accelererà la nostra penetrazione in Francia, uno dei mercati più ampi e competitivi dell’Europa occidentale” ha dichiarato Fabrizio Chines, Presidente e Amministratore Delegato SIFI “Dacudoses® e Novoptine® sono prodotti complementari al nostro portafoglio proprietario, che prevediamo di lanciare tramite SIFI France a partire dal 2020, in linea con una ben bilanciata strategia regolatoria, di accesso al mercato e di marketing.”

“SIFI è un esempio d’eccellenza del nostro portafoglio che accompagniamo con orgoglio e determinazione nel suo processo di internazionalizzazione” afferma Alessandro Benetton, Founding Managing Partner di 21 Invest. “Questa operazione è strategica per sviluppare l’ambizioso progetto di creazione di un’azienda leader nel mercato oftalmico internazionale”

Il finanziamento per l’acquisizione, insieme ad altre linee di rifinanziamento, è stato assicurato da un consorzio di banche tra cui Banco BPM SpA, che ha anche operato come Agente, Mediocredito Italiano SpA (Gruppo Banca Intesa San Paolo), Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno SpA., Banca IFIS SpA, Credito Valtellinese SpA e BPER Banca SpA.

 

Articoli correlati
Oftalmologia, Piovella (SOI): «Siamo una Ferrari ferma ai box perché ha le ruote sgonfie»
In occasione del 99° Congresso nazionale della Società Oftalmologica Italiana, il presidente Matteo Piovella lancia l’allarme: «Siamo tra i più bravi al mondo, ma senza maggiori risorse e migliore organizzazione potremmo non essere più in grado di garantire le cure migliori per salvare la vista degli italiani»
Oculistica, Registro di Ottici e Optometristi (Tavolo TiOPTO): «Nostro impegno per protocollo d’intesa con oftalmologi»
Lettera del Tavolo Interassociativo TiOPTO (Federottica-AdOO, Società Optometrica Italiana SOptI, AILAC, ALOEO, AIOC e Assogruppi Ottica
Più di 200 ceppi batterici abitano la superficie oculare: scoperto il microbioma degli occhi
Tra i principali temi di discussione del 6° Congresso su Nutraceutica e Occhio che si è svolto a Roma, si tratta di un’area di ricerca emergente da cui ci si aspetta nuovi approcci terapeutici per il trattamento e la prevenzione di malattie e condizioni oculari
Salute visiva, Stirpe (Fondazione Bietti): «La superficie oculare risente dell’ambiente inquinato»
«Il 30% degli over 70 può sviluppare maculopatie. Possono nascondersi dietro a fattori ambientali o genetici: fumo, stile di vita errato. I danni del fumo e dell’inquinamento sono simili: ma ricercando le cause delle patologie non si puntualizza mai quanto sia importante vivere in un ambiente verde» così Mario Stirpe, Presidente Fondazione Bietti Onlus
Giornata mondiale vista. “Guarda che è importante!”, lo slogan di IAPB Italia per tutelare la salute visiva
Oggi 10 ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Vista promossa dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità IAPB Italia Onlus, in collaborazione con la Società Oftalmologica Italiana (SOI). Stamattina al convegno “Inquinamento ambientale e salute visiva”, nella Sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si è parlato di come mantenere il benessere dei nostri occhi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...
Lavoro

«Mi sono licenziato dopo 11 anni ma nessuno mi ha chiesto perché…». Diventa virale lo sfogo di un medico su Facebook

Nel lungo post pubblicato nei giorni scorsi il dottor Luigi Milandri elenca i motivi per cui fare il medico in Italia è un lavoro che spesso non ripaga: «Ho scritto questo post perché avrei voluto ...