Voci della Sanità 4 Novembre 2019

Mozioni libere professioni, Orlandi (FNCF): «Bene impegno Governo in favore dei liberi professionisti Chimici e Fisici»

Consideriamo, dunque, questa presa di posizione ufficiale del governo e del parlamento in nostro favore come un primo, fondamentale atto finalizzato a dare la giusta attenzione alle richieste che portiamo sui tavoli istituzionali» sottolinea la presidente della Federazione Nazionale degli ordini dei Chimici e dei Fisici

«Apprendiamo con soddisfazione l’accoglimento da parte del Governo e la conseguente approvazione da parte della Camera dei deputati dell’impegno in favore dei professionisti chimici e fisici avanzato con la mozione parlamentare 1-00269 a firma Mandelli ed altri». Così la Presidente della Federazione Nazionale degli ordini dei Chimici e dei Fisici, Nausicaa Orlandi, commenta gli esiti dell’esame parlamentare delle mozioni recanti misure a sostegno delle libere professioni ed in particolare il punto 6 della mozione citata che impegna il Governo ad assumere iniziative, anche in collaborazione con la Federazione nazionale dei chimici e dei fisici, per valorizzare la figura professionale dei chimici e dei fisici.

«I chimici ed i fisici – prosegue Orlandi – sono portatori di competenze imprescindibili e strategiche nell’ambito ambientale, sicurezza sul lavoro, salute e sviluppo di prodotto e processo. Consideriamo, dunque, questa presa di posizione ufficiale del governo e del parlamento in nostro favore come un primo, fondamentale atto finalizzato a dare la giusta attenzione alle richieste che portiamo sui tavoli istituzionali».

Nella seduta del 29 ottobre 2019, la Camera ha infatti approvato cinque mozioni, presentate dai diversi gruppi parlamentari, concernenti iniziative a sostegno delle libere professioni e delle imprese (1-00269 FI; 1-00266 FdI; 1-00268 Lega; 1-00271 MISTO; 1-002731 PD-M5S).

«La Federazione – continua Orlandi – accoglie positivamente questi atti che impegnano il Governo ad assumere una serie di iniziative in accoglimento delle principali istanze manifestate dai professionisti in termini di difesa della propria specificità ed identità, di riduzione della pressione fiscale e di semplificazione delle incombenze burocratiche».

Tra i punti di maggiore interesse per i professionisti sanitari chimici e fisici, si evidenziano i seguenti impegni accolti relativi alla mozione n. 1-00269 (qui il testo integrale), presentata a primo firmatario On. Mandelli:

  • intraprendere ogni opportuna iniziativa, anche di carattere normativo atta a garantire la diffusa applicazione del principio dell’equo compenso per le prestazioni svolte da professionisti a favore delle pubbliche amministrazioni, grandi imprese, banche e assicurazioni, principio già contemplato all’articolo 13-bis della legge professionale forense, recepito nella legge di bilancio 2018 e ad avviare una mirata interlocuzione con tutte le professioni ordinistiche raccogliendo specifici contributi sulle peculiarità dei rispettivi regimi tariffari, onde poter elaborare una proposta normativa coerente ed unitaria sul tema (2);
  • proseguire il percorso di approfondimento avviato in ordine alla possibilità di revisione dei compensi per i consulenti tecnici d’ufficio (3);
  • assumere iniziative, anche in collaborazione con la Federazione nazionale dei chimici e dei fisici, per valorizzare la figura professionale dei chimici e dei fisici (6);

Su alcuni degli stessi punti (2 e 3 sopraccitati) si inserisce e li ribadisce anche la mozione rubricata al n. 1-00266 (qui il testo integrale), presentata a primo firmatario On. Meloni, insistendo anche su altre tematiche di interesse dei professionisti chimici e fisici quali:

  • promuovere tutte le iniziative di competenza atte a garantire un più facile accesso al credito per i liberi professionisti (6)
  • ad adottare un’iniziativa normativa volta a rafforzare la tutela del personale sanitario e sociosanitario nell’esercizio delle loro funzioni, attraverso la previsione di specifiche aggravanti per condotte di aggressione fisica, sia di un’aggravante a carattere generale per ogni fatto commesso con violenza o minaccia in loro danno (8)

«Da parte nostra – conclude la Presidente della FNCF – assicuriamo la massima disponibilità al governo ed al parlamento, sui temi di nostra competenza, allo scopo di dare effettiva e proficua attuazione al coinvolgimento della Federazione richiesto».

Articoli correlati
Covid-19, Orlandi (FNFC): «Chimici pronti a eseguire i test antigenici rapidi nei propri studi»
Nausicaa Orlandi, Presidente FNFC e membro del Comitato Tecnico Scientifico, offre la disponibilità dei professionisti dell’Ordine per aiutare le attività di testing. «In questo modo, si potrebbe venire incontro alle esigenze della popolazione tutta» spiega. Poi chiede ulteriori misure di sostegno ai Chimici e Fisici che lavorano in settori “temporaneamente fermi”
Professioni Sanitarie, la FNFC partecipa alla commissione sulle istruttorie per le professioni non organizzate in ordini o collegi
«Ringraziamo i Ministeri per l’istituzione di questo gruppo di lavoro consultivo e permanente», commenta Nausicaa Orlandi, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici
Chimici e Fisici incontrano il Ministro Speranza: focus su scuole di specializzazione, esame di stato e valorizzazione ruolo sanitario
Tra le proposte portate dalla Presidente della FNCF Nausicaa Orlandi e dal Segretario Daniela Maurizi le disposizione transitorie per la riforma del sistema ordinistico, l'attivazione di scuole di specializzazione, la definizione del trattamento economico per specializzandi di area non medica, la partecipazione ai tavoli di lavoro del Testo Unico sulla Sicurezza e potenziamento del ruolo nelle ARPA
Semplificazione, più scuole di specializzazioni per Chimici e esame di Stato per i Fisici: le proposte della FNCF durante gli Stati Generali dell’Economia
«Riteniamo che si possano migliorare insieme alcuni aspetti a vantaggio dei professionisti e della collettività tutta, nell’interesse specifico di garantire la salute nei luoghi di vita e di lavoro» sottolinea la Presidente della Federazione Nausicaa Orlandi
Stati Generali delle Professioni, Orlandi (FNCF): «Necessario sostegno economico per tutti gli iscritti, in particolare liberi professionisti »
Nel corso dell’evento è stato presentato il Manifesto per la ripartenza, un documento che serve a ricordare al Paese, e soprattutto al Governo, il ruolo sussidiario che le Professioni oggi esercitano. Tra i punti la richiesta di una programmazione idonea degli accessi universitari e appropriati percorsi formativi di specializzazione di tutti i professionisti sanitari medica e non medica
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 dicembre, sono 65.277.100 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.507.323 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 4 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli