OMCeO, Enti e Territori 15 Ottobre 2018

Sanità, a Milano nasce il nuovo Centro di Formazione Avanzata e Simulazione (CeFAeS)

Da tempo la formazione esperienziale ha raggiunto e abbracciato l’ambito sanitario. Non più solo lezioni teoriche di tipo frontale ma vere e proprie simulazioni di ciò che accade nella pratica clinica quotidiana. In quest’ottica, apre i battenti a Milano una struttura innovativa e unica nel suo genere. Verrà infatti inaugurato il 24 ottobre prossimo, a […]

Da tempo la formazione esperienziale ha raggiunto e abbracciato l’ambito sanitario. Non più solo lezioni teoriche di tipo frontale ma vere e proprie simulazioni di ciò che accade nella pratica clinica quotidiana.

In quest’ottica, apre i battenti a Milano una struttura innovativa e unica nel suo genere. Verrà infatti inaugurato il 24 ottobre prossimo, a partire dalle ore 18 in via Antonio da Recanate 2 Milano, il Centro di Formazione Avanzata e Simulazione (CeFAeS) destinato a mutare radicalmente lo scenario della formazione basato sulla simulazione in ambito medico. Il Centro infatti darà l’opportunità a chi opera nell’ambito di questa tipologia di formazione di trovare strumenti, strutture e professionalità uniche nel panorama italiano.

Il progetto nasce su iniziativa dell’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO) che, forte della sua decennale e consolidata esperienza nell’ambito della formazione rivolta al medico o, più in generale, all’operatore sanitario, ha deciso di condividere il know-how fin qui acquisito per proporlo ad ambiti più allargati rivolgendosi a tutte le specialità mediche. Un percorso, quello di AIPO, che negli ultimi anni ha guardato con profondo e sempre nuovo interesse a un tipo di formazione che potesse avvalersi del concetto di simulazione. “Apprendere facendo” attraverso l’interazione con una realtà che sia il più possibile vicina a quanto sperimentato dal medico nel lavoro quotidiano.

Presso il nuovo Centro formatori e discenti troveranno un contesto dinamico e innovativo in grado di stimolare la loro voglia di apprendere e rimanere aggiornati.  Il Centro, che occupa uno spazio di 380 MQ, dispone di due sale di simulazione, due sale regia, tre sale di de-briefing, una sala plenaria di 80 posti e un ufficio di segreteria. Presso il CeFAeS la tecnologia avanzata è l’elemento dominante. Il Centro è infatti dotato di sistemi audio-video avanzati che permettono la registrazione degli scenari di simulazione e la trasmissione, sia in streaming sia in sale di de-briefing, nonché nelle aule plenarie di cui è dotato il centro.

Per quanto concerne i simulatori sono da segnalare tre importanti strumenti: un simulatore per il controllo delle vie aeree difficili che simula l’ostruzione delle vie aeree, un simulatore Ecografico Avanzato, progettato per la diagnosi in movimento, e un simulatore per la toracentesi eco-guidata, composto da moduli indossabili per la puntura eco guidata.

Presso il nuovo Centro sarà possibile acquisire nuove competenze attraverso la cosiddetta “simulazione relazionale” che consente di affinare le abilità relazionali, definite anche non-technical skills, utili ai fini dei rapporti interpersonali tra professionisti della salute e cittadini e nella gestione di team interprofessionali.

Le metodologie utilizzate a questo scopo sono il gioco di ruoli e il Crisis Resource Management (CRM). Entrambe le metodologie prevedono regole ben precise a cui riferirsi nel loro svolgimento e che vanno acquisite dai formatori nella fase di organizzazione della attività formativa del centro.

I radicali progressi della tecnologia hanno influenzato il nostro modo di vivere e di fare formazione. Chi ha realizzato il centro, consapevole dei tanti vantaggi apportati dalla tecnologia nell’ambito della formazione, ritiene però quanto mai importante, ai fini di un reale apprendimento, un coinvolgimento del discente, destato dall’incontro clinico simulato, non solo intellettuale ma anche emozionale.

Articoli correlati
Migranti e salute: prevenzione, cura e false notizie. L’evento all’Ordine dei Medici di Palermo
Secondo i dati del Forum Sociale delle Migrazioni 2018, svoltosi in Mexico, una persona su sette sul pianeta è migrante, avendo sperimentato una qualche forma di mobilità umana. Nel passato le migrazioni erano favorite, in Italia dal sud verso le industrie del Nord, e similmente in altre parti del mondo che soffrono denatalità e scarsa […]
Procreazione medicalmente assistita, Baldini (Pma Italia): «Educazione, informazione, preservazione e prevenzione: così si combatte calo demografico»
Il 20% delle coppie lamenta problemi di infertilità e sterilità; tra le cause, la mancanza di prevenzione ed educazione sui temi della fertilità. È nata, per questo, “La campagna del Cavolo” di Pma Italia (Procreazione Medicalmente Assistita)
di Viviana Franzellitti e Giovanni Cedrone
Dalla sanità alla formazione, la Blockchain si studia all’università e apre nuovi posti di lavoro. Scotti (Link Campus): «Primo master ad offrire competenze tecniche, presto laurea specifica»
Cresce la richiesta di esperti in questo settore. Carlo Maria Medaglia, direttore del Dipartimento di Ricerca alla Link Campus University: «Tutti noi, quando andiamo dal medico, vogliamo sapere che non solo ha fatto una serie di corsi, ma che la sua formazione nel day-by-day sia certificata – specifica il professor Carlo Maria Medaglia, direttore del Dipartimento di Ricerca alla Link Campus University -. Questo vale per tutte le professioni, ancora di più per quella medica»
Roncopatia e apnee del sonno, ne soffre uno su due. Salamanca (otorinolaringoiatra): «Ecco le novità nella diagnosi e nei trattamenti»
Sono oltre 5 milioni le persone che in Italia soffrono di roncopatia. Studi recenti, realizzati in Svizzera, parlano addirittura di un disturbo che interessa una persona su due, con forme di apnea del sonno anche gravi. Al centro Humanitas San Pio X di Milano il dottor Salamanca con la sua équipe studia nuove tecniche per […]
di Federica Bosco
Innovazione e sanità, la “Blockchain Island” è Malta. Charles Scerri: «Primo stato europeo a regolamentare settore»
Dalla medicina personalizzata alla formazione certificata: «Con la Blockchain, i crediti formativi sono accessibili, immutabili e immediatamente verificabili. La sanità diventa più efficiente ed è una garanzia per tutti: pazienti, medici e cittadini» l’intervista al dottore commercialista Charles Scerri
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone