Voci della Sanità 4 Gennaio 2021 10:03

Covid-19, quotidiano “France Soir” premia gruppo di medici italiani impegnati nelle cure a domicilio

La scelta del quotidiano francese è ricaduta sui medici che da marzo si sono riuniti in chat per poter curare a domicilio i pazienti su iniziativa del dottor Andrea Mangiagalli, assistiti dall’avvocato Erich Grimaldi

Il quotidiano francese France Soir ha designato un “premio speciale” per le attività svolte nel 2020 al collettivo di medici di base italiani denominati “medici in prima linea“, per il merito di “unirsi per difendere la libertà di prescrivere l’idrossiclorochina davanti al tribunale amministrativo nei confronti dell’Agenzia sanitaria nazionale italiana (AIFA)” per la cura domiciliare precoce da Covid-19.

Il quotidiano, come si legge sul loro sito, ogni anno riconosce un premio a personalità francesi e straniere, per il loro apporto alla società. La scelta per lo “special prize”, è ricaduta sui medici che da marzo si sono riuniti in chat per poter curare a domicilio i pazienti su iniziativa del dottor Andrea Mangiagalli (Milano), assistiti dall’avvocato Erich Grimaldi e che, con altre centinaia di medici, sono arrivati fino al Consiglio di Stato per sostenere la libertà prescrittiva durante la pandemia.

«Una chat su Whatsapp di medici è il più coraggioso canale di terapia domiciliare anti Covid, nell’assenza dei protocolli degli enti regolatori», ha concluso la motivazione di ‘France Soir’.

«Siamo davvero onorati del riconoscimento», ha commentato l’avvocato Erich Grimaldi, Presidente del Comitato di scopo per il diritto alla cura tempestiva domiciliare nell’epidemia di Covid19 «anche perché in Italia pochi hanno dato risalto al lavoro di questi straordinari medici».

Da marzo, precisa il legale, «il loro, il nostro obbiettivo, è stato solo e sempre quello di aiutare gli italiani a guarire dal Covid-19 sostenendo il fondamentale diritto e dovere dei medici di prescrivere farmaci utili a sconfiggere la malattia».

«Si sono fatte battaglie in Tribunale per questo che potevano essere risparmiate. Hanno salvato vite e continueranno a farlo», ha concluso Grimaldi.

Articoli correlati
Covid-19, ecco i criteri di appropriatezza per i setting assistenziali di gestione ospedaliera dei pazienti
L’Agenas pubblica l’aggiornamento del documento elaborato dal gruppo di lavoro coordinato dal professor Matteo Bassetti
Variante Delta, l’ECDC: «A fine agosto responsabile del 90% dei casi in Europa. Non protetto chi ha ricevuto solo una dose»
La Direttrice del Centro Europeo per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie Andrea Ammon: «Ridurre l’intervallo tra la prima e la seconda somministrazione»
Come ottenere la Certificazione verde Covid-19. La guida completa
In Italia è il Ministero della Salute a rilasciare la Certificazione verde Covid-19 attraverso la Piattaforma nazionale, sulla base dei dati trasmessi dalle Regioni e Pa
Sostegni Bis, Ianaro (M5S): «Emendamento per prevedere sequenziamento Covid nelle strutture sanitarie»
«L’attività di sequenziamento ha consentito al mondo di identificare rapidamente il virus del Covid 19 ed è fondamentale un continuo monitoraggio della situazione epidemiologica per evitare il sovraccarico delle strutture ospedaliere che da oltre un anno sono sottoposte a stress indicibili. Purtroppo è molto carente e poco integrata nel nostro Servizio sanitario nazionale e per […]
Covid, nuovo report Cabina di regia: «Continua calo incidenza». Da lunedì solo Vda in zona gialla
Pubblicato il report settimanale di ISS-Ministero Salute: tutte le Regioni e Pa hanno Rt compatibile con scenario di tipo 1
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 179.601.602 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.891.974 i decessi. Ad oggi, oltre 2,73 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM