Voci della Sanità 12 Gennaio 2018

Cerveteri, incontro tra OMCeO Roma e sindaco Pascucci

«Come da preciso impegno preso nel nostro programma elettorale, iniziamo da subito a portare in maniera capillare l’Ordine sul territorio di nostra competenza, per essere a contatto diretto non soltanto con i medici che vi operano ma anche con i cittadini e le istituzioni locali». Così Antonio Magi, neo presidente dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi […]

«Come da preciso impegno preso nel nostro programma elettorale, iniziamo da subito a portare in maniera capillare l’Ordine sul territorio di nostra competenza, per essere a contatto diretto non soltanto con i medici che vi operano ma anche con i cittadini e le istituzioni locali». Così Antonio Magi, neo presidente dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri (OMCeO), eletto il 4 dicembre scorso con la lista “Medici Uniti”.

In questa ottica si è svolto l’incontro preliminare tra Il Sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, e il Consigliere e responsabile dell’Area Comunicazione e Affari Esteri dell’Ordine di Roma Foad Aodi. L’obiettivo? Programmare un convegno sulla Sanità e definire le linee di intervento sul territorio, coinvolgendo tutti gli altri amministratori locali nell’ambito della ASL Roma 4.

«Ringrazio il presidente Magi per avermi dato mandato di incontrare il Sindaco di Cerveteri, con il quale già esiste da anni un rapporto personale di proficua collaborazione nel campo della cooperazione internazionale» commenta Aodi. «Intendiamo ascoltare i residenti, i sindaci e gli amministratori locali del territorio per programmare insieme le attività dell’Ordine, intensificando la prevenzione e la collaborazione tra i medici di famiglia e quelli ospedalieri”, ha precisato l’esponente del nuovo Consiglio direttivo dell’OMCeO capitolino. «Per questo alla fine di gennaio organizzeremo insieme un convegno sulle tematiche della Sanità che si terrà a Cerveteri grazie alla disponibilità del suo Sindaco».

«Da parte nostra siamo soddisfatti per aver trovato interlocutori credibili e affidabili per affrontare le tematiche della sanità nel nostro territorio e siamo orgogliosi di poter ospitare questa iniziativa dell’Ordine dei Medici di Roma» ha affermato Pascucci.

«Finalmente anche sul nostro territorio, il difficile percorso dell’integrazione diviene realtà» ha dichiarato a tale proposito il D.G. della Asl Roma 4, Giuseppe Quintavalle.

«Il convegno voluto dal Sindaco di Cerveteri in collaborazione con il prof. Aodi, rappresenta un significativo passo avanti per una Sanità che affronta seriamente le tematiche più attuali di una società in evoluzione».

Articoli correlati
Medico scolastico. Sumai: «Utile per garantire sicurezza di alunni e personale»
La grave condizione di epidemia che viviamo ormai da mesi, legata al Sars-Cov 2, sta spingendo a ripensare ruoli e modelli assistenziali. Nel Lazio, la prossima riapertura delle scuole, vedrà il ritorno del medico scolastico. Figura che sta facendo molto discutere tra favorevoli e contrari, tra chi la vive come un’opportunità e chi invece come un problema, un ritorno al passato che no, non può tornare.
Coronavirus, Aodi (Amsi): «Il 40% nel mondo dei contagi sono d’importazione ma non è colpa dei migranti irregolari»
Amsi, UMEM e UXU: «Bene controllare tutti i provenienti dai Paesi in cui l'epidemia è in fase acuta ma urge intensificare anche gli accordi bilaterali»
«Care Regioni, assumete altri specialisti ambulatoriali altrimenti le liste d’attesa esploderanno»
di Antonio Magi, segretario generale SUMAI Assoprof
di Antonio Magi, segretario generale SUMAI Assoprof
Fase 2, Lazio osservato speciale. Magi (OMCeO Roma): «Regione in ‘zona arancione’, fare attenzione». Ma stop ai controlli a Termini
Nella regione leggero ma costante aumento di casi, colpa anche di un funerale che ha generato un cluster. Il presidente dell’Ordine dei Medici lancia l’allarme sulle liste d'attesa: «Rischiano di esplodere, serve un aumento dell’assistenza specialistica o a rimetterci saranno i più fragili»
Specialistica. Magi (Sumai): «Il 25 maggio contiamo di riaprire gli ambulatori»
Obiettivo la riapertura nel Lazio dei poliambulatori specialistici nella massima sicurezza per i Pazienti e gli Operatori
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

«La prima ondata? Non è mai finita. Ora però risparmiamoci un altro lockdown»

Intervista all'infettivologo Stefano Vella: «Doveva finire la fase del terrore, non della paura. La paura in questi casi ci salva la vita»