Voci della Sanità 23 Aprile 2020

Borse di specializzazione, Tuzi (M5S): «Ministro Manfredi dia risposte, sotto 5mila sono insufficienti»

Il deputato M5S interviene a margine dell’audizione del Ministro dell’Università: «Come Movimento 5 Stelle abbiamo un elenco di proposte per le lauree da rendere abilitanti, tra le quali Farmacia e Odontoiatria. Ora si può fare di più, semplificando e dando l’abilitazione più velocemente»

Al termine dell’audizione con il ministro dell’Università Gaetano Manfredi, il deputato e medico del Movimento 5 Stelle Manuel Tuzi, che da tempo lavora sulle borse di specializzazione e la laurea abilitante commenta: «Spiace che il Ministro dell’Università Gaetano Manfredi non abbia dato risposte certe sullo svolgimento del concorso per le specializzazioni mediche di luglio, né sul numero di borse di studio che saranno messe a disposizione. Un aumento inferiore alle 5mila borse, risulterebbe totalmente insufficiente, vista la normativa attuale, che permetterebbe la partecipazione dei laureati di giugno al prossimo concorso nazionale».

«La Laurea abilitante – continua Tuzi – rappresenta una conquista che come Movimento 5 Stelle sosteniamo da oltre due anni.  Come Movimento 5 stelle abbiamo un elenco di proposte per le lauree da rendere abilitanti, tra le quali Farmacia e Odontoiatria, quindi bene che il ministro le abbia indicate, ma possiamo fare di più, semplificando e dando l’abilitazione più velocemente».

«La laurea abilitante va pensata nel contesto della nuova platea di possibili partecipanti. Più partecipanti vuol dire uno sforzo ulteriore in termini di numero di borse di specializzazione medica. Si deve fare presto, abbiamo la necessità di dare delle risposte concrete su date e modalità di svolgimento», conclude Manuel Tuzi a margine dell’audizione del Ministro dell’Università e della Ricerca.

Articoli correlati
Lauree abilitanti, Tuzi (M5S): «Al lavoro per ridurre al minimo fase transitoria»
La normativa approvata dal Consiglio dei Ministri prevede una radicale semplificazione dell’accesso all'esercizio delle professioni con lo svolgimento del necessario tirocinio pratico-valutativo nei corsi di laurea
Test Specializzazione, la voce dei ragazzi: «Un quiz difficile ma ci crediamo». E sull’imbuto formativo ormai c’è rassegnazione
Sono 14455 i posti messi a disposizione quest’anno per entrare nelle scuole di specializzazione. Stimati oltre 26mila candidati. Tra le specializzazioni più gettonate c’è Pediatria. Preoccupa la «sovrapposizione di annate» che ha caratterizzato la prova di quest’anno facendo aumentare il numero di iscritti
Università, Manfredi: «A settembre torneremo in aula, ma didattica a distanza resterà»
Il ministro ha sottolineato che saranno privilegiati i nuovi immatricolati, con più lezioni in presenza, e ha rassicurato sul crollo di immatricolazioni nelle università d'Italia
La riforma dell’accesso a Medicina non decolla. Ma si pensa ad un nuovo sistema di preparazione al test
Il relatore del testo di riforma Manuel Tuzi (M5S): «Il Ministro non sembra orientato a procedere alla riforma ma insisterò». Il Ddl prevede l’abolizione del test di ingresso e un “anno sanitario” comune. E arriva la richiesta di sospendere i quiz per evitare i contagi
Specializzazioni, interrogazione di Tuzi (M5S) a Manfredi: «Perchè commissione di esperti e non nomina Osservatorio?»
«Abbiamo offerto al Ministro la possibilità di essere ulteriormente trasparenti. La questione prospettata nasce dal ruolo di vigilanza, giudizio e controllo sugli accreditamenti delle scuole di specializzazione ricoperto dall’Osservatorio» sottolinea IL deputato e medico del M5S Manuel Tuzi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 ottobre, sono 41.705.699 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.137.333 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare