Voci della Sanità 3 Dicembre 2019

Allattamento al seno, due Ddl per promuoverlo. Mautone (M5S): «Raddoppiare periodo di riposo della madre nei primi sei mesi»

«Il latte materno è unico nel suo genere sottolinea il senatore e pediatra Cinque Stelle -. Per questo bisogna agire su due fronti: promuovere l’importanza di allattare al seno, laddove non vi sono patologie che lo impediscono, e aiutare le mamme a poterlo fare»

Istituire il 5 ottobre la Giornata nazionale per la promozione dell’allattamento al seno, all’interno della settimana mondiale per l’allattamento materno (SAM) dal primo al 7 ottobre di ogni anno, e raddoppiare, per i primi sei mesi di vita del bambino, la durata del periodo di riposo della mamma stabilendo riposi orari per allattamento di quattro ore, anzichè di due, come si prevede oggi. È questa la ricetta, contenuta in due disegni di legge, del senatore del MoVimento 5 Stelle, Raffaele Mautone, componente della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, per promuovere l’allattamento al seno.

I provvedimenti sono stati presentati oggi, durante la conferenza stampa “Allattamento al seno, un gesto naturale da promuovere.
Dal Parlamento arriva un aiuto per le mamme”, in Sala Caduti di Nassirya al Senato, con il presidente della Sip Alberto Villani, il vicepresidente nazionale Fimp Antonio D’Avino, il vicepresidente della Sip Campania Raffaele Maiello e il vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri.

«Da pediatra – ha spiegato Mautone – la mia azione politica è sempre stata rivolta al benessere dei bambini e delle mamme. Il mio obiettivo è creare una cooperazione costante tra società scientifiche, istituzioni e pediatri per rispondere a tutte le richieste dei cittadini e, nello specifico, dei neogenitori. Il latte materno è unico nel suo genere. Sappiamo che riduce il rischio di mortalità per malattie infettive, riduce l’allergia al latte vaccino, il rischio di obesità, di ipertensione e di ipercolesterolemia in età adulta. Per questo bisogna agire su due fronti: promuovere l’importanza di allattare al seno, laddove non vi sono patologie che lo impediscono, e aiutare le mamme a poterlo fare. Gli ultimi risultati del ‘Sistema di sorveglianza sui determinanti di salute nella prima infanzia‘, coordinato dall’Istituto superiore di Sanità (Iss) ci dicono che sono ancora pochi i bimbi allattati in modo esclusivo per il tempo raccomandato dall’Oms. Insomma, bisogna intervenire, sicuramente attraverso misure di promozione, ma anche aiutando chi vorrebbe farlo ma, per ragioni lavorative, non riesce a farlo».

Articoli correlati
Marialucia Lorefice (Affari Sociali): «Covid ci serva da lezione, tagli alla sanità un errore. Ora attenzione al sociale»
Colloquio con la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice (M5S) all’indomani della rielezione. Tra le priorità dei prossimi mesi il budget di salute per la presa in carico delle persone con disabilità e la legge sul fine vita
Specializzazioni, interrogazione di Tuzi (M5S) a Manfredi: «Perchè commissione di esperti e non nomina Osservatorio?»
«Abbiamo offerto al Ministro la possibilità di essere ulteriormente trasparenti. La questione prospettata nasce dal ruolo di vigilanza, giudizio e controllo sugli accreditamenti delle scuole di specializzazione ricoperto dall’Osservatorio» sottolinea IL deputato e medico del M5S Manuel Tuzi
Giornata vittime Covid, Lorefice: «È un dovere non dimenticare. Ora al lavoro per aumentare i fondi per la sanità»
«Nella nostra memoria rimarrà impressa in maniera indelebile la giornata del 18 marzo, durante la quale abbiamo assistito al corteo dei camion militari che trasportavano i feretri nelle strade di Bergamo» sottolinea la presidente della Commissione Affari Sociali nel giorno dell'approvazione del Ddl
Coronavirus, Sportiello (M5S): «Memoria collettiva necessaria. Negazionismo insulto insopportabile»
«Ricordare deve servire anche a elaborare insieme il trauma collettivo che abbiamo vissuto - commenta Gilda Sportiello, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari sociali - . Mi piacerebbe che non perdessimo quello straordinario senso di solidarietà che abbiamo fatto venir fuori soprattutto durante i giorni di lockdown»
Specializzazioni mediche, Tuzi (M5S): «Più trasparenza sulla nomina della Commissione per esperti»
Il deputato Manuel Tuzi (M5S) ha presentato una interrogazione al Ministero dell’Università e della Ricerca allo scopo di conoscere le ragioni per cui «si è preferito istituire una Commissione di esperti piuttosto che procedere alla nomina dei nuovi membri dell’Osservatorio nazionale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»