Mondo 13 Febbraio 2019

Sanità Informazione “a parole tue”

È con questo invito che da oggi alle prossime due settimane vi chiederemo aiuto per migliorare il nostro, e vostro, giornale on line. Si tratta di un sondaggio, una breve ricerca in cui abbiamo ridotto al minimo le domande perché sappiamo quanto il vostro tempo possa essere prezioso. Pochi minuti per capire chi siete e come migliorare la vostra informazione quotidiana sulla sanità

Immagine articolo

Sanità Informazione “a parole tue”. È con questo invito che da oggi alle prossime due settimane vi chiederemo aiuto per migliorare il nostro, e vostro, giornale on line. Si tratta di un sondaggio, una breve ricerca in cui abbiamo ridotto al minimo le domande perché sappiamo quanto il vostro tempo possa essere prezioso. Pochi minuti per capire chi siete e come migliorare la vostra informazione quotidiana sulla sanità.

Il portale Sanità Informazione è nato solo da qualche anno ed è quindi una delle ultime testate arrivate in un settore importante e dinamico come quello della sanità e della salute. Abbiamo voluto da subito avere un profilo diverso da tutti gli altri e questa espressione, “a parole tue”, è quella che forse meglio di tante altre ci definisce. Facciamo giornalismo. Non facciamo quasi mai editoriali e, difficilmente, ci inerpichiamo in analisi. Preferiamo le vostre parole e le riportiamo nel modo più fedele che la tecnologia ci ha dato, con i video, con il volto e la voce degli interlocutori. In pochi anni abbiamo intervistato oltre 3mila persone. La nostra linea editoriale, ovviamente, c’è ed è formata dalla selezione dei temi e dalla scelta delle personalità a cui diamo voce. Ma su tematiche che, legittimamente, possono far discutere preferiamo dare spazio a tutte le posizioni in campo.

Negli anni siamo cresciuti, e tanto. Su molte tematiche, e su molti canali, siamo il primo tra i media di settore. E sono proprio i dati di questo esponenziale aumento di lettori che ci hanno convinto a sottoporvi queste domande. Chi sono i nostri lettori? I nuovi e gli ‘storici’ affezionati. Cosa preferiscono leggere, quante volte ci consultano, su quale social network ci frequentano? Sappiamo che in questi anni al nucleo iniziale di medici si sono affiancati gli infermieri e tutti gli altri professionisti sanitari. E su questa idea di raccontare la sanità e la salute come un universo composito ma ricco di storie e di volti a cui dare voce è cresciuta, e continuerà a crescere, Sanità Informazione. Negli ultimi mesi sappiamo che anche molti “laici” o pazienti sono diventati nostri lettori e, di fronte alla colossale sfida rappresentata dall’informazione inattendibile sulla salute che circola sul web, la nostra risposta è stata, ancora una volta, quella di dare voce solo a medici, professionisti sanitari o istituzioni autorevoli. Ci apprestiamo a cambiare e migliorare ancora e se tu, caro lettore, ci aiuterai con questa ricerca, lo faremo, come sempre, “a parole tue”.

COMPILA IL SONDAGGIO

 

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone