Mondo 21 Gennaio 2021 17:11

La commissione nominata dall’Oms critica la Cina: «Poche azioni forti e incisive all’inizio dell’epidemia»

Il documento prodotto dal gruppo indipendente nominato dall’Oms sottolinea le inefficienze ed i fallimenti della risposta internazionale e nazionale alla pandemia. La stessa Oms «avrebbe dovuto dichiarare in anticipo un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale»

Capire l’accaduto e tracciare la strada per un percorso futuro. Un percorso fondato sulle lezioni apprese durante la pandemia che ha sconvolto il mondo intero, in previsione della prossima assemblea, attesa per il 2021.

È questo l’obiettivo per cui l’Organizzazione mondiale della Sanità ha costituito l’“Independent Panel for Pandemic Preparedness and Response” in occasione della sua 73ma Assemblea generale, nel maggio scorso. Mettere in luce gli errori ricavati dall’esperienza trascorsa può contribuire a costruire un futuro migliore. Per questo, di recente, la Commissione indipendente nominata dall’Oms ha prodotto un resoconto intermedio nel quale ha sottolineato le inefficienze ed i fallimenti della risposta internazionale e nazionale alla pandemia.

In particolare, il documento critica non solo la Cina per non aver intrapreso azioni più forti e incisive all’inizio dell’epidemia, ma anche la stessa Oms, perché avrebbe dovuto dichiarare in anticipo un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale.

Sempre riguardo all’Oms, la commissione ha rilevato inoltre, come gli stati che oggi la accusano di mancanza di forza e leadership nel contrastare la pandemia siano gli stessi che, per anni, le hanno negato le risorse e i poteri per poter svolgere al meglio questo ruolo.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Gli anelli deboli della crisi? Rasi (Consulcesi): «Frammentarietà e implementazione delle decisioni del governo»
«La colpa dei 133 mila morti di Covid-19 in Italia è da ritrovare anche nell’assenza di standardizzazione del trasferimento delle conoscenze che man mano si acquisivano, che invece doveva essere rapido e immediato»
Al via il Forum Risk Management. Al centro la riforma del Ssn e la formazione dei professionisti sanitari
Giannotti: «Da Arezzo idee e proposte per la sanità del futuro». Brusaferro: «Imparare dalla pandemia»
Al via “Serendipity”, progetto multidisciplinare sulla salute mentale post Covid
Lo tsunami emotivo subito a livello mondiale fa temere una ‘coda lunga’ di disagi a causa dello stress cronico, l’incertezza, ricadute di disturbi preesistenti, ansia e fattori scatenanti di tipo ambientale. Il progetto vuole verificare quanto l’impatto della pandemia in Italia abbia avuto le stesse ricadute del resto del mondo
Covid-19, allarme Oms: «Oltre 2,2 milioni di morti in Europa entro primavera»
La previsione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla base delle tendenze attuali
Perché l’Europa sta tornando ai giorni più bui della pandemia da Covid-19?
Il vecchio continente è l’epicentro della nuova ondata. Come si stanno attrezzando i Paesi europei per contrastare il nuovo aumento dei contagi? Se lo chiede il The Guardian
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 9 dicembre, sono 267.880.128 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.280.456 i decessi. Ad oggi, oltre 8,28 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Perché nonostante i vaccini i casi di Covid-19 aumentano?

di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi
di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi