Mondo 26 Gennaio 2018

Cantù, la paziente non si fa visitare dal medico nero. Solidarietà dal comparto

È quanto accaduto ad Andi Nganso a Cantù, in Brianza: «Capisco lo stupore, ma se diventa razzismo o intolleranza è inaccettabile

Andi Nganso, 30 anni, è un medico originario del Camerun in servizio a Cantù, in Brianza. Qualche giorno fa, una paziente, dopo aver visto che il medico di guardia era nero, se n’è andata dicendo «non mi faccio visitare da un medico di colore». Il dottor Nganso ha commentato ironicamente l’accaduto pubblicando un post su Facebbok in cui ha ringraziato la paziente per avergli concesso 15 minuti liberi per un caffè. Il post è stato immediatamente commentato da decine di persone che gli hanno espresso la loro solidarietà e vicinanza.

Sull’episodio è intervenuto anche il nuovo Presidente della FNOMCeO Filippo Anelli: «Esprimiamo solidarietà al collega Andi Nganso. Il nostro Codice deontologico afferma a chiare lettere che il medico ha il dovere di tutelare la vita, la salute psicofisica, di trattare il dolore e alleviare la sofferenza senza discriminazione alcuna. Lo stesso ci aspettiamo dai pazienti, per un’alleanza terapeutica che sia veramente reciproca e paritaria, fondata sulla condivisione delle rispettive autonomie è responsabilità».

«Sono medico da due anni – ha commentato il dottore al Corriere della Sera – e capita di rendermi conto che i pazienti sono sorpresi e magari un po’ incerti davanti ad un medico nero, ma una reazione tanto violenta non mi era mai capitata prima e mi ha veramente spiazzato. Posso capire lo stupore, davvero, ma se diventa razzismo o intolleranza allora questo è inaccettabile». Il dottor Nganso è in Italia da quasi 12 anni ed ha realizzato il suo sogno di diventare un medico e aiutare gli altri lavorando per la Croce Rossa in diversi centri di accoglienza per migranti, tra cui anche Lampedusa.

«Non ci sono parole per definire l’episodio di razzismo che ha colpito Andi Nganso – interviene Antonio Magi, Presidente dell’Ordine dei medici di Roma -. È triste però constatare che ancora oggi c’è chi giudica in base al colore della pelle. Mi auguro di non dover più sentire episodi del genere».

«Siamo stanchi del ripetersi di gravi episodi di razzismo – gli fa eco il Professor Foad Aodi, Presidente di AMSI e Uniti per Unire -. Ci rincresce riscontrare che le discriminazioni nei confronti del personale medico di origine straniera sono aumentati del 30% sul posto di lavoro e in luoghi pubblici. E se il razzismo cresce in Italia dobbiamo domandarci il perché. In previsione delle elezioni  – prosegue  – chiediamo prima di tutto alla classe politica  italiana una maggior moderazione nell’utilizzo di  parole che sono già di per sé discriminanti e possono influenzare negativamente l’opinione pubblica nei confronti dei cittadini stranieri».

 

Articoli correlati
Mascherine ai medici a prezzo calmierato, c’è l’accordo tra FNOMCeO e Arcuri
Concluso l'accordo quadro che permetterà ai medici di avere le mascherine a un prezzo molto vantaggioso. L'operazione conclusa tra il commissario straordinario per l'emergenza e la Federazione nazionale dei medici
Giornata contro la violenza sugli operatori sanitari. FNOMCeO: «Legge contro aggressioni sia primo passo»
Dal 24 settembre a proteggerli una legge contro le aggressioni. La giornata annuale contro la violenza sugli operatori sanitari continua a sensibilizzare. La Federazione dei medici: «Ora salto culturale che veda la sicurezza, a 360 gradi, come un diritto degli operatori sanitari e medico come alleato»
Vaccini antinfluenzali in farmacia. FNOMCeO dice no
La proposta di Federfarma, Fofi e Assofarm non piace alla Federazione degli Ordini dei Medici: « Un’idea che, a legislazione vigente, non può essere messa in pratica»
Piani terapeutici, FNOMCeO: «Estendere proroga fino al 15 ottobre e semplificare procedure prescrittive»
La validità dei piani era stata prorogata fino al 31 agosto. FNOMCeO: «MMG possano prescrivere i farmaci in modo efficace e assumersi la gestione dei pazienti». La posizione di Senior Italia FederAnziani: «Anziché prorogare si dia a MMG e specialisti del territorio facoltà di prescrivere»
Da oggi abolito il superticket in tutta Italia. Speranza: «Nessuno lo pagherà più»
Il provvedimento che cancella il superticket risale allo scorso anno ma entra in vigore oggi, primo settembre. FNOMCeO: «Grande atto di civiltà»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto