Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Benessere 19 settembre 2018

Dolore al piede, quali sono le cause?

Il dolore al piede è più diffuso di quello che si possa pensare. Come riporta l’Istituto Superiore di Sanità, le cause possono essere molteplici e, spesso, non c’è neanche bisogno di recarsi dal medico da consultare, però, se il dolore diventa intenso o persistente. Le cause più frequenti di dolore al piede sono: distorsioni e […]

Immagine articolo

Il dolore al piede è più diffuso di quello che si possa pensare. Come riporta l’Istituto Superiore di Sanità, le cause possono essere molteplici e, spesso, non c’è neanche bisogno di recarsi dal medico da consultare, però, se il dolore diventa intenso o persistente.

Le cause più frequenti di dolore al piede sono:

  • distorsioni e stiramenti
  • gotta
  • verruche
  • vesciche, calli e duroni
  • alluce valgo
  • unghie incarnite
  • fascite plantare (dolore al tallone)
  • neuroma di Morton
  • metatarsalgia
  • artrite
  • lesioni del tendine di Achille
  • edema
  • corpi estranei nella pelle
  • problemi legati al piede diabetico
  • osso incrinato o rotto (frattura)

Anche le distorsioni e gli stiramenti sono disturbi molto consueti; riguardano muscoli e legamenti. Si verificano, spesso, come conseguenza di accelerazioni improvvise dei movimenti, di cambi rapidi di direzione, di cadute o di scontri imprevisti con un oggetto o con una persona come può avvenire, ad esempio, praticando alcuni sport.

La distorsione si verifica quando uno o più legamenti subiscono un danno a seguito di una torsione. Lo stiramento, invece, si produce quando le fibre muscolari si distendono eccessivamente e subiscono un danno.

Sia la distorsione che lo stiramento possono causare gonfiorelividi e indolenzimento e impediscono di caricare il peso del corpo sul piede. La maggior parte delle distorsioni e degli stiramenti può essere curata a casa affidandosi alla terapia cosiddetta P.R.I.C.E.: protezione, riposo, ghiaccio (in inglese Ice), compressione e elevazione e, consigliandosi con il medico, a medicinali antidolorifici.

Una mela al giorno

Entra nella più grande comunità sulla salute
Dialoga direttamente con i lettori
Invia i tuoi consigli
per il benessere e la prevenzione
scrivi il tuo articolo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...