Formazione 7 Febbraio 2019 13:16

Formazione, Vanja Ciolli (CeOR): «Aggiornamento fondamentale, tecnico ortopedico responsabile sicurezza dispositivi e qualità processi di produzione»

«Il tecnico ortopedico è obbligato da norme regionali e nazionali ad aggiornarsi al passo con l’evoluzione continua in medicina e a rispondere ai crediti formativi necessari» dichiara Vanja Ciolli (Amministratore Ce.OR) a Sanità Informazione

I tecnici ortopedici non solo sono tenuti a formarsi ed aggiornarsi perché hanno la responsabilità di verificare la sicurezza d’uso dei dispositivi sanitari ma anche a sottoscrivere un’assicurazione per la responsabilità civile professionale. Secondo Vanja Ciolli (Amministratore Ce.OR), tutto rientra «nell’insieme dei processi qualitativi» per garantire un rapporto di fiducia con il cittadino-paziente.

Chi è e di che cosa si occupa il tecnico ortopedico? «Identifichiamo innanzitutto qual è la figura professionale del tecnico ortopedico – spiega  Vanja Ciolli (Amministratore Ce.OR) a Sanità Informazione in occasione del convegno ‘Avvocati e medici. I profili delle responsabilità e le strategie difensive’ organizzato da UIF presso la Corte d’Appello di Roma con OMCeO Roma e la partnership media della nostra testata -. Si tratta di un operatore sanitario che sulla base di una diagnosi medica, partecipa all’individuazione di un percorso riabilitativo individuale e pone in opera, realizza, progetta, applica e adatta dei dispositivi medici per l’appunto di diversa natura: funzionale, sostitutiva, compensativa, correttiva. Parliamo di dispositivi medici che possono essere esoscheletrici o meccanici».

Chi sono i fruitori del servizio? «Invalidi civili, minori, disabili. Per questo, l’aspetto formativo è fondamentale. Il tecnico ortopedico è giustamente tenuto, per una serie di norme regionali e nazionali ad essere evidentemente aggiornato, al passo con l’evoluzione continua in medicina e a rispondere ai crediti formativi necessari, e non solo. È responsabile anche della qualità dei processi di produzione – prosegue Ciolli – in un campo “borderline” tra l’artigianato e l’industria, nel senso che adatta dei presidi su misura finiti ma progetta e realizza dei prodotti anche artigianali.

Il tecnico ortopedico ha anche un altro compito: «Firma delle dichiarazioni di conformità che sono sostitutive, ad esempio del marchio CE. Abbiamo un rapporto importante con il paziente e fruitore finale, perché siamo noi che andiamo ad adattare e a correggere – e nel tempo a visionare e supervisionare –  i lavori che vengono consegnati per l’appunto ad una fascia così debole della popolazione».

Articoli correlati
Covid, Locatelli e Ippolito: «Medici (in)formati su vaccini e terapie per uscire prima dall’emergenza»
Consulcesi lancia il corso ECM su vaccini e anticorpi monoclonali: una sfida aperta per scienza, politica ed economia. Il presidente Massimo Tortorella: «Solo con la formazione, punto chiave del nuovo Piano Pandemico, sarà possibile arginare l'attuale nuova ondata di fake news»
Condivisione, formazione e aggiornamento: cos’è il portale “Cuore e…”
Ambrosio (AO Perugia): «Dopo l’eccellente riscontro di “Covid e Cuore”, estendiamo l’approfondimento a contenuti nuovi e diversi»
Ortottisti. Fiore (Aiorao): «Puntiamo alla presenza sul territorio, accanto a pediatri e medici di famiglia»
Dalla pandemia gli insegnamenti per un anno migliore, la presidente Aiorao: «L’emergenza ci ha mostrato il significato dell’aggregazione con le altre professioni, il ritrovarsi tutti sotto uno stesso ordine, pur mantenendo ognuno le proprie specificità professionali»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 gennaio, sono 95.077.677 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.031.599 i decessi. Ad oggi, oltre 39,47 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...