22
MAR18

Vaccinazioni e loro impatto sulla salute del cittadino

  • Roma Viale Regina Elena, 299, Roma, RM, Italia
  • Aula Pocchiari, Istituto Superiore di Sanità
  • 22 Marzo 2018
  • 22 Marzo 2018

Si terrà a Roma il 22 marzo, presso l’Istituto Superiore di Sanità, Aula Pocchiari il Convegno “Vaccinazioni e loro impatto
sulla salute del cittadino. Quale coinvolgimento per il professionista infermiere”. L’incontro intende affrontare il tema delle vaccinazioni con particolare riferimento all’importanza dell’intervento del professionista infermiere impegnato in tale ambito.
Negli ultimi anni i professionisti sanitari impattano sempre più spesso con un crescente scetticismo nei confronti delle vaccinazioni, “vaccine hesitancy“. Si tratta di un fenomeno complesso che consiste nel ritardo, rifiuto parziale o totale di adesione alla vaccinazione, nonostante la disponibilità dei Servizi Vaccinali.

La decisione di seguire o meno le raccomandazioni in merito alle vaccinazioni è influenzata da un’ampia gamma di fattori medici, psicologici, socio-economici e culturali tra i quali: sfiducia nelle Istituzioni Sanitarie, dubbi sulla sicurezza e sull’efficacia dei vaccini, mancanza di informazioni adeguate, utilizzo di metodi alternativi, condizionamenti dei media, livello di istruzione dei genitori, differenze di genere e credenze religiose.

Contestualmente, si rileva la necessità di continui percorsi di formazione/aggiornamento affinché i professionisti sanitari possano disporre di un bagaglio tecnico-scientifico e comunicativo relazionale tale da superare eventuali dubbi e incertezze nei confronti del valore e della sicurezza dei vaccini.

Questa giornata, rappresenta un momento di condivisione e di confronto tra infermieri, ricercatori ed esperti impegnati sul campo al fine di valorizzare il ruolo pregnante, in sanità pubblica, delle vaccinazioni per la tutela della salute del singolo individuo e dell’intera collettività.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila