16
NOV17

Un viaggio nelle scienze della vita

  • Roma Piazzale Aldo Moro, 5, Roma, RM, Italia
  • La Sapienza
  • 16 Novembre 2017
  • 16 Novembre 2017

Lo sapevi che è possibile leggere nel genoma di persone vissute nel passato, che le cellule sono capaci di copiare fedelmente un testo di miliardi di caratteri in poche ore e che alcune malattie delle piante possono turbare profondamente l’equilibrio sociale ed economico di un Paese?  Potrai scoprire questo ed altro ancora partecipando ai FISV Days 2017, le giornate formative e di divulgazione scientifica rivolte agli studenti e ad un pubblico di non addetti ai lavori che ti porteranno, attraverso un viaggio nelle Scienze della Vita, a scoprire il mondo dei vaccini, a conoscere i segreti degli antibiotici e a capire come è possibile selezionare alberi più resistenti ai cambiamenti climatici!

Tra gli interventi:
Guido Barbujani
Homo sapiens fuori dall’Africa e verso nuovi mondi
Le nuove tecnologie di sequenziamento permettono oggi di leggere nel genoma di persone vissute nel passato, anche molto remoto. Abbiamo così scoperto quanto simili a noi fossero creature apparentemente diverse, come l’uomo di Neandertal, e si è aperto un dibattito su quanto intime siano state le nostre relazioni con loro (molto, in certi casi) e che strade abbiano percorso i nostri antenati africani per arrivare a colonizzare l’intero pianeta.

Isabella Saggio
Scusa mi correggi il genoma
Lo studio della biologia dei microrganismi ha offerto e continua ad offrire grandi scoperte e risorse utili per la ricerca di base e la ricerca applicata. L’ultima grande scoperta riguarda il sistema di ” correzione del genoma”(Genome editing) basato su enzimi batterici (CRISPR-Cas9) che si fanno guidare da piccoli RNA per scegliere la sequenza bersaglio da tagliare.

Stefano Vella
Dalla lotta all’AIDS alla salute globale
Nel corso degli ultimi cinquant’anni la ricerca biomedica ha condotto ad una crescita inaspettata in termini di aspettativa e qualità della vita. Purtroppo, però, i benefici delle scoperte scientifiche non sono stati equamente distribuiti, persistendo enormi disparità a livello globale evidenziate dai parametri usati per il rilevamento dello stato di salute, tra cui la mortalità infantile, gli anni di vita senza gravi malattie e la speranza di vita alla nascita.

Per il programma completo CLICCA QUI

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...