07
APR18

Il sistema sanità e il suo futuro tra etica, lavoro, sicurezza e previdenza

  • Siena Via Custoza, 2, Siena, SI, Italia
  • Hotel Garden
  • 07 Aprile 2018
  • 07 Aprile 2018

Il sistema sanità e il suo futuro tra etica, lavoro, sicurezza e previdenza: sarà questo il tema del prossimo appuntamento de ‘Il salotto dell’Ordine’, il dibattito che, organizzato dall’Ordine dei medici di Siena, si terrà nella città del Palio, all’Hotel Garden (Via Custoza 2), il prossimo sabato 7 aprile alle 16, in occasione dell’Assemblea Ordinaria degli iscritti.

Padrona di casa sarà la giornalista Eva Crosetta, già conduttrice su La7 de L’Ora della Salute, che introdurrà i vari ospiti: il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Filippo Anelli, il Coordinatore nazionale del tribunale dei Diritti del Malato – Cittadinanzattiva Tonino Aceti, il  sociologo e filosofo della medicina Ivan Cavicchi, il Presidente dell’Enpam (l’Ente previdenziale dei medici e degli Odontoiatri) Alberto Oliveti, il Presidente della Federazione tra cooperative di medici e di operatori sanitari, Maurizio Pozzi, e i Segretari generali nazionali delle Organizzazioni sindacali Cimo, Fimmg e Anaao-Assomed, rispettivamente Guido Quici, Silvestro Scotti, Costantino Troise.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano