10
OTT17

Nuovo regolamento UE per i dispositivi medici

  • Milano Via Stamira D'Ancona, 27, Milano, MI, Italia
  • Ramada Plaza Milano
  • 10 Ottobre 2017
  • 10 Ottobre 2017

Ore 10 – 17,00
Con l’entrata in vigore del Nuovo Regolamento UE sui Dispositivi Medici (25 maggio 2017), le Aziende del settore hanno 3 anni di tempo per adeguarsi ai nuovi requisiti e adempimenti previsti dal Regolamento che avrà piena e inderogabile applicazione a partire dal 26 maggio 2020. La giornata di studio ha lo scopo di analizzare il nuovo quadro regolatorio per i dispositivi medici e le principali novità introdotte con alcuni focus specifici evidenziati grazie alle domande pervenute dalle Imprese associate.

Il Tavolo Interassociativo per i Dispositivi Medici nasce nel 1999 dalla collaborazione tra le associazioni ASSOTTICA, COSMETICA ITALIA e UNIDI, con l’obiettivo di approfondire le tematiche e gestire le criticità legate ai dispositivi venduti sul mercato privato, siano essi ad uso professionale o destinati all’utilizzo diretto del consumatore.

Per info e programma: Tel. 02/70061225 | E-mail: segreteria@unidi.it

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...