19
JUN21

Prima Edizione “Medici in camper”

  • 19 June 2021
  • 20 June 2021

Sabato 19 giugno dalle ore 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 e Domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 presso la Parrocchia San Bernardo da Chiaravalle in Via degli Olivi 180 a Roma, l’Associazione R.I.T.A. Il Bello della Malattia presenta Medici in camper, la formula itinerante della sanità, per essere accanto in modo non convenzionale. Specialisti medico/sanitari tras-portano servizi di cura, prevenzione e formazione destinati ai pazienti e ai caregiver.

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo si è associata alle problematiche già precedentemente esistenti in ambito sanitario (lunghe liste di attesa, lentezze burocratiche, mancanza di servizi, disagi dovuti alla natura del territorio) e ha aggravato le difficoltà di accesso alle strutture di cura.

Sono vacillati diversi aspetti dell’assistenza sanitaria:

– Follow up: un monitoraggio clinico adeguato, soprattutto per alcune categorie di pazienti quali anziani e portatori di handicap.

– Assistenza: la possibilità di accedere a cure domiciliari per la gestione di criticità sanitarie.

Prevenzione: la realizzazione di eventi di screening per la sensibilizzazione e l’informazione della popolazione

Gli esiti di questi disservizi sono già evidenti e si riveleranno essere ancora più impattanti in futuro.

L’obiettivo dell’iniziativa è portare servizi di cura, prevenzione e formazione diversificati in quelle zone della città di Roma e della Regione Lazio in cui possa emergere la necessità di un intervento mirato di tipo assistenziale clinico-diagnostico e formativo.

L’impegno di R.I.T.A. ha lo scopo di ridurre le distanze con i luoghi di cura, attenuare il disagio di questa carenza di assistenzialismo e facilitare la nascita di un nuovo modo di prendersi cura, all’interno del quale pazienti, caregiver e medici siano alleati sul percorso verso la guarigione.

Le due giornate sono state strutturate in modo da prevedere:

1) Attività di valutazioni sanitarie cardiologiche, neurologiche, internistiche, diabetologiche, urologiche, nutrizionistiche, psicologiche, fisioterapiche, di chirurgia vascolare e di chirurgia plastica

2) Attività assistenziale/screening e prevenzione
Verranno effettuate da personale sanitario infermieristico e medico:

– Monitorizzazione parametri vitali quali pressione arteriosa, frequenza cardiaca, misurazione glicemia tramite glauco-test, rilevazione saturazione dell’ossigenazione tramite pulsiossimetro, compilazione di “schede di rischio vascolare cardiaco e neurologico”
– Colloqui sanitari
– Ecografie vasi collo per la prevenzione dell’ictus ischemico
– Ecocardiogramma transtoracico (per la prevenzione delle patologie Cardiache)
– Monitorizzazione aritmie cardiache per la prevenzione dell’ictus ischemico

3) Attività di formazione e informazione
Lo sviluppo della Medicina di Prossimità permette di creare sul territorio una conoscenza di nozioni base sanitarie che, se utilizzate dalla popolazione, contribuiscono a:

  • limitare l’insorgenza di patologie ad alto rischio di compromissione della qualità di vita.
  • ridurre l’affollamento nei Pronto Soccorso e la richiesta di prestazioni sanitarie inutili, con conseguente riduzione significativa della spesa sanitaria specialistica.

Per arrivare a quanto su descritto abbiamo deciso di integrare l’attività assistenziale a quella di formazione della popolazione generale.

Verranno effettuati durante la mattina e il pomeriggio delle due giornate incontri frontali lezioni teorico pratiche di 45-60 min, mantenendo le norme di sicurezza per la prevenzione del contagio Covid, con l’obiettivo di fornire alla popolazione nozioni utili per la gestione di criticità relative all’ambito sanitario a domicilio:

– Gestione ferite da taglio, gestione ustione di I e II grado
– Gestione presidi sanitari a domicilio (cateteri vescicali, agocannule)
– Primo soccorso
– Tecniche di disostruzione
– Insegnamento dei segni precoci di ictus e infarto (il riconoscimento dei segni precoci da parte della popolazione è il primo e fondamentale step per accedere più rapidamente possibile ai luoghi di cura idonei e ridurre la probabilità di un esito permanente)
– Comunicazione efficace medico paziente: come la comunicazione efficace può ottimizzare il percorso di cura
– Nutrizione e prevenzione per patologie dismetaboliche: come una corretta alimentazione può ridurre il rischio di diabete e dislipidemia
– Consigli pratici

Per partecipare è necessario chiamare il numero 320.5639499 in ottemperanza alle norme di sicurezza anti-Covid.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 settembre, sono 227.070.462 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.670.479 i decessi. Ad oggi, oltre 5,81 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco