24
MAG18

Presentazione Report AIOP Giovani “Le sfide di oggi per la sanità di domani”

  • Roma Via Alberto Cadlolo, 10, Roma, RM, Italia
  • Rome Cavalieri Hotel
  • 24 Maggio 2018
  • 24 Maggio 2018

Il Report è l’ultimo di una serie di tre documenti, scritti con il supporto tecnico scientifico prima di Luiss e quindi di V.I.H.T.A.L.I. – Spin Off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, – si propone di rendere maggiormente operative per il futuro del Ssn molte delle riflessioni emerse dall’analisi, dal confronto, dalla condivisione. L’analisi delle innovazioni nei campi propri della sanità, l’esame dei punti di forza e di debolezza dei servizi sanitari dei diversi Paesi in analisi è stato svolto con l’obiettivo di fornire un riferimento di comparazione in un’ottica di implementazione delle strategie orientate alla qualità e al valore, per capire gli scenari futuri e le prospettive possibili. Questo report nasce da un substrato analitico che vuole essere base per supportare un’azione di difesa e rilancio per il Ssn a 40 anni dalla sua istituzione.

GUARDA QUI IL PROGRAMMA

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano