13
LUG17

“Come il mondo della ricerca biomedica italiana può dare il suo contributo al bene comune”

  • Roma Camera dei Deputati, Piazza di Monte Citorio, Roma, RM, Italia
  • Aula Aldo Moro, Camera dei Deputati
  • 13 Luglio 2017
  • 13 Luglio 2017

Ore 10,30-13,00

La ricerca biomedica italiana ha un valore sociale importantissimo. Se il mondo della moda, del turismo e del settore alimentare rappresentano la punta di diamante dell’Italia, negli ultimi anni anche il farmaceutico è entrato a far parte di questa eccellenza, con 64.000 addetti ai quali aggiungere l’indotto. Dal confronto con la Germania e l’Europa, l’export ha una crescita superiore trascinando il settore farmaceutico made in Italy sul podio del manifatturiero. Interverranno:

Apertura
On. Mario Marazziti, Presidente XII Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati.
Partecipanti
• Virgilio Paolo Carnielli, Professore di Neonatologia all‘Università Politecnica delle Marche, Direttore
del reparto di Neonatologia dell‘Sspedale G. Salesi di Ancona.
• Graziella Pellegrini, Professoressa di Biologia Applicata, Coordinatrice del Programma di Terapia
Cellulare presso il Centro di Medicina Rigenerativa, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.
• Leonardo Fabbri, Professore di medicina interna e respiratoria, Università di Modena e Reggio Emilia
Moderazione
Paola Severini Melograni, Direttore Angelipress

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano