30
GEN18

Le Facoltà mediche della Sapienza incontrano Joanne Liu, Presidente internazionale di Medici senza frontiere

  • Roma Viale del Policlinico, 155, Roma, 00161 RM, Italia
  • Auditorium della I Clinica medica
  • 30 Gennaio 2018
  • 30 Gennaio 2018

Martedì 30 gennaio, presso l’Auditorium della I Clinica medica, si terrà l’incontro “Le Facoltà mediche della Sapienza incontrano Joanne Liu, Presidente internazionale di Medici senza frontiere”. Dal 2013 Liu è presidente internazionale dell’organizzazione umanitaria, composta da 24 sezioni nazionali indipendenti, che fornisce assistenza sanitaria in molti paesi in guerra o in scenari di catastrofi ed epidemie. Liu, 52 anni, pediatra, cinese di origine e canadese di passaporto, parlerà del conflitto tra salute e sicurezza sanitaria globale e delle drammatiche crisi migratorie in atto. All’appuntamento prenderanno parte Carlo Della Rocca, preside della Facoltà di Farmacia e medicina; Sebastiano Filetti, preside della Facoltà di Medicina e Odontoiatria e Massimo Volpe, preside della Facoltà di Medicina e psicologia. L’incontro si svolgerà interamente in lingua inglese, la partecipazione è libera e gratuita.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano